Ecologia

Fusti di botulino, medicinali scaduti, scarti umani: c'è di tutto sotto le campagne di Cassino

26 Aprile 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

Una vera e propria bomba ambientale che ha provocato tumori e inquinamento nella zona di Nocione. L'indagine coordinata dalla Procura di Cassino con la Guardia di Finanza.

Cassino rifiuti

Il Tribunale della UE: l'Efsa renda pubblici gli studi sul glifosato

26 Aprile 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

Il Tribunale dell’Unione Europea ha annullato le decisioni dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) che negavano l’accesso agli studi di tossicità e cancerogenicità del glifosato. Ora quegli studi devono essere resi pubblici.

RoundUp

Il Tribunale della UE: l'Efsa renda pubblici gli studi sul glifosato - 3.0 out of 5 based on 2 votes

Oltre 1 milione di giardinieri si sono uniti in una rete globale verde per nutrire e difendere api e farfalle

24 Aprile 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

helpbeesOltre 1 milione di proprietari di case e giardinieri di tutto il mondo si sono uniti alla lotta per salvare le popolazioni di impollinatori in via di estinzione - e puoi far parte anche tu dell'iniziativa!

Il National Pollinator Garden Network ha già superato l'obiettivo prefissato con il loro Million Pollinator Garden Challenge, arrivando fino ad ora a coinvolgere più di 1.040.000 proprietari di giardini.
Sebbene la maggior parte di essi
siano concentrati negli Stati Uniti, l'ambizioso progetto sta anche reclutando membri in Canada, Messico ed Europa. Se si sommano gli spazi già registrati, si arriva a contare una rete di circa 2 milioni di ettari dedicati alla salvaguardia dei nostri amici impollinatori.

Oltre 1 milione di giardinieri si sono uniti in una rete globale verde per nutrire e difendere api e farfalle - 5.0 out of 5 based on 2 votes

L'Italia che "r-esiste" ai piedi del Vesuvio

23 Aprile 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

r esisteA Ercolano e Portici (ma non solo), in Campania, esempi di comunità consapevoli, resilienti, di impegno civico e ambientale che restituiscono speranza alle terre tra le più martoriate dall'inquinamento.

di Linda Maggiori

L'Italia che "r-esiste" ai piedi del Vesuvio - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Ecuador: la tribu Waorani contro i petrolieri per salvare l'Amazzonia

17 Aprile 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

Waorani2Un altra storia senza fine di ingordigia dei petrolieri e di tanti piccoli grandi Davide contro il mostro.

Questa volta siamo in Ecuador. A Febbraio 2019 centinaia di saggi, giovani e meno giovani, della tribu Waorani sono discesi in massa nella citta' di Puyo. Sono partiti dalle loro case nella foresta tropicale dell'Amazzonia per protestare contro le trivelle nei loro territori, in particolare nella regione Pastaza che secondo il governo centrale dovrebbe essere lottizzato e ceduto ai petrolieri a scopo di denaro.

di Maria Rita D'Orsogna

Ecuador: la tribu Waorani contro i petrolieri per salvare l'Amazzonia - 4.5 out of 5 based on 2 votes

Liguria, la Regione cancella 540 ettari di parco e 42 aree protette: ‘Così si ripopola entroterra’. M5s: ‘Favore agli speculatori’

15 Aprile 2019 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Ecologia

Il provvedimento voluto dall’assessore ai Parchi, il leghista Stefano Mai, ridimensiona il territorio dei tre più estesi parchi naturali liguri e revoca la classificazione di area protetta a 22mila ettari di territorio nel Savonese. La giunta: “Le aree vincolate non siano un limite ma un volano per il turismo”. Le opposizioni insorgono: "È una legge sfascia-parchi". Le associazioni: ”Interessi privati non prevalgano su beni comuni”

di Paolo Frosina

parco portofino

Liguria, la Regione cancella 540 ettari di parco e 42 aree protette: ‘Così si ripopola entroterra’. M5s: ‘Favore agli speculatori’ - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Pescatori-spazzini, ora potranno ripulire i mari dalla plastica

08 Aprile 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge Salvamare presentato dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa. I pescatori potranno ripulire il mare dalla plastica che rimarrà nelle loro reti, cosa che prima non potevano fare.

Pescatori spazzini

Pescatori-spazzini, ora potranno ripulire i mari dalla plastica - 4.0 out of 5 based on 1 vote

Ventiseienne determinato a salvare le risorse idriche del suo paese risana 10 laghi in 5 anni.

08 Aprile 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

tanwar1Questo ingegnere di 26 anni non sopportava di vedere i fiumi e i laghi del suo paese tormentati dalla siccità e dall'inquinamento - così decise di fare qualcosa al riguardo.

Ramveer Tanwar aveva appena terminato il suo ultimo anno di università nel 2013, quando si peroccupò dello stato del suo villaggio natale nell'Uttar Pradesh (India). La regione aveva già attraversato 13 periodi di siccità in soli 15 anni e le comunità locali ne soffrivano.

Anche se molti degli anziani abitanti del villaggio erano ignari della gravità della situazione, Tanwar si sentì in dovere di agire e stimolò i suoi coetanei più giovani ad aiutarlo a cambiare le cose.

"Avevo parlato con i bambini del villaggio all'epoca e anche loro volevano fare qualcosa per le risorse d'acqua morenti", ha spiegato Tanwar in un'intervista . "Quando hanno provato a parlare con i loro genitori, gli adulti si sono rifiutati di credere che la mancanza d'acqua fosse un problema reale."

Tanwar iniziò a viaggiare di casa in casa per insegnare ai residenti la condizione critica delle risorse idriche locali. Reclutò i suoi compagni studenti per riunire settimanalmente gli abitanti del villaggio e trovare insieme un modo per resucitare i loro laghi e i loro fiumi...

Ventiseienne determinato a salvare le risorse idriche del suo paese risana 10 laghi in 5 anni. - 3.0 out of 5 based on 2 votes

Caccia: il Tar Toscana annulla il calendario venatorio della Regione

26 Marzo 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

Caccia Tar Toscana 3 19Il Tar della Toscana, accogliendo il ricorso di WWF, Lipu, Lav, Lac, Enpa, ha annullato definitivamente la Delibera con cui la regione Toscana aveva approvato il calendario venatorio per la stagione di caccia 2018/19, da poco terminata e già parzialmente sospesa dal Consiglio di Stato.

Caccia: il Tar Toscana annulla il calendario venatorio della Regione - 4.5 out of 5 based on 2 votes

PFAS: l'inquinamento poteva essere fermato già a metà degli anni 2000

26 Marzo 2019 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Ecologia

Il rapporto "La verità sul caso PFAS" sta destando grande attenzione, visti i dati che emergono. È frutto del lavoro di sintesi dell'associazione Greenpeace che denuncia: «Si poteva intervenire anni fa».

PFAS1 3 19

PFAS: l'inquinamento poteva essere fermato già a metà degli anni 2000 - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Foreste italiane in aumento: ricoperti 11 milioni di ettari

22 Marzo 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

forestaQuesti sono i dati del “Rapporto sullo stato delle foreste in Italia”, il primo monitoraggio di un team di esperti guidato dal ministero delle politiche agricole per fare il punto della situazione sullo stato dei polmoni verdi italiani. Il rapporto include foreste, grandi parchi nazionali e boschi privati.

I risultati, presentati durante la giornata internazionale dedicata alle foreste, mettono in luce il notevole aumento del verde extraurbano negli ultimi anni, con un incremento del 72,6% nel periodo che va dal 1936 al 2015 e una crescita del 5% delle foreste dal 2005 al 2015.

Quest’anno arrivano a coprire il 36,4% della superficie nazionale, circa 10,9 milioni di ettari. Così anno dopo anno la natura si riappropria dei suoi spazi, ma il report mette in rilievo anche gli aspetti critici come ad esempio gli incendi boschivi, "un fenomeno ancora preoccupante" nonostante si sia ridotta la superficie media bruciata.

Foreste italiane in aumento: ricoperti 11 milioni di ettari - 5.0 out of 5 based on 1 vote

San Vito San Vito Chietino ha vietato la plastica: solo piatti, bicchieri e cannucce biodegradabili

19 Marzo 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

San Vito Chietino vieta la plastica: dal 1° gennaio solo piatti, bicchieri e cannucce biodegradabili
L'ordinanza del sindaco Bozzelli impone, dal 2019, l'uso di materiali non inquinanti o lavabili da poter riutilizzare. I trasgressori rischiano una multa fino a 500 euro.

san vito chietino1

San Vito San Vito Chietino ha vietato la plastica: solo piatti, bicchieri e cannucce biodegradabili - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Pesticidi della pianura padana trovati in alta quota, a rischio gli insetti dei ghiacciai alpini

15 Marzo 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

glacier

Di: Il Salvagente

I pesticidi utilizzati nei campi coltivati in pianura padana sono stati rinvenuti in alta quota e rischiano di minacciare le larve degli insetti dei ghiacciai alpini. È quanto sostiene lo studio dell’Università di Milano-Bicocca “Analisi spazio-temporale e caratterizzazione del rischio di pesticidi in acque di fusione dei ghiacciai alpini”, pubblicato sulla rivista Enviromental Pollution. La ricerca, volta a investigare la presenza nei ghiacciai Alpini di una selezione di pesticidi largamente usati in Pianura Padana, è stata realizzata dal gruppo di ecotossicologia di Milano-Bicocca, coordinato da Sara Villa, ricercatrice in ecologia, in collaborazione con il gruppo di glaciologia, guidato da Valter Maggi, docente di geografia fisica e geomorfologia del dipartimento di Scienze dell’Ambiente e della Terra dell’Ateneo.

Pesticidi della pianura padana trovati in alta quota, a rischio gli insetti dei ghiacciai alpini - 5.0 out of 5 based on 1 vote

La Puglia vieta la plastica nei lidi. È la prima Regione in Italia

12 Marzo 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

Plastica Mare PugliaLestate pugliese sarà finalmente libera dalla plastica. Dalla prossima stagione estiva 2019 infatti sarà vietata nei lidi la somministrazione di cibo e bevande in materiale monouso non compostabile. La Puglia è la prima regione in Italia: tutti gli stabilimenti balneari dovranno rinunciare alla plastica monouso in favore di materiale ecocompatibile.
“È un risultato prezioso per l’equilibrio futuro del nostro ambiente marino”, ha detto il presidente Michele Emiliano.

La Puglia vieta la plastica nei lidi. È la prima Regione in Italia - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Sigarette vietate nelle spiagge della Sardegna: la lista dei Comuni smoke free

06 Marzo 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

CIR Stintino Sigarette 3 19Dopo Bibione, anche alcuni comuni della Sardegna potrebbero vietare il fumo in spiaggia. L'idea di allontanare le sigarette dai litorali sardi è molto apprezzata da vari sindaci che si stanno già mettendo all'opera in vista della prossima estate.

Seguendo l'esempio di Bibione, cittadina veneta, che ha già disposto il divieto di fumo diventando il primo lido italiano smoke free, Stintino ha fatto la stessa cosa e nelle sue splendide spiagge, tra cui la celebre La Pelosa non ci sarà più nessuno che fuma e soprattutto non ci saranno più mozziconi abbandonati nella sabbia dorata.

di Francesca Mancuso

Sigarette vietate nelle spiagge della Sardegna: la lista dei Comuni smoke free - 1.0 out of 5 based on 1 vote

Moria di api, decine di campi sotto sequestro

06 Marzo 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

Ieri un'operazione disposta dal gip del Tribunale di Udine per inquinamento ambientale

 
api moria

India: la Corte Suprema sfratta otto milioni di persone dalla foresta

01 Marzo 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

India SfrattoLa Corte Suprema Indiana ha ordinato lo sfratto di quasi 8 milioni di persone, tra indigeni e altri abitanti della foresta. I ricercatori lo definiscono un “disastro senza precedenti” e “il più grande sfratto di massa mai verificatosi in nome della conservazione”. La denuncia e dell'associazione Survival International.

India: la Corte Suprema sfratta otto milioni di persone dalla foresta - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Everest: la Cina chiude l’accesso alla montagna più alta del mondo a causa dei troppi rifiuti abbandonati

26 Febbraio 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Ecologia

everestrashDa quando l’Everest è diventato sempre più accessibile a turisti e scalatori, si è trasformato nella discarica più alta del mondo. Per questo le autorità cinesi hanno deciso di mettere fine a tale via-vai. Perché le spedizioni che tentano di scalare gli 8.848 metri della bellissima montagna lasciano dietro di se miriadi di rifiuti: tende, bombole di ossigeno, pentolame e feci. Tonnellate di spazzatura che si stanno accumulando su uno dei luoghi più inaccessibili del Pianeta, man mano che viene assalito da alpinisti o semplici turisti...

Everest: la Cina chiude l’accesso alla montagna più alta del mondo a causa dei troppi rifiuti abbandonati - 5.0 out of 5 based on 1 vote