PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

Spending review: tagli opportuni mischiati a strane manovre

spendingreview

Si cominciano a conoscere i dettagli ( non ancora tutti) delle decisioni governative sui tagli alla spesa pubblica presi ieri. La cosiddetta Spending Review. Cosa sacrosanta da fare per eliminare gli sprechi. Ma non quando intacca situazioni già disastrate e settori inefficienti. E lascia intatte spese care ai poteri di manipolazione.

Bene la riduzione delle auto blu. Tutti dovrebbero utilizzare mezzi pubblici funzionanti e sufficienti a tutti (che però non ci sono…). Bene la riduzione delle province, inutile doppione per l’attribuzione di posti di potere locale. Bene la riduzione delle consulenze. Bene qualche riduzione alle spese per le missioni all’estero… (in effetti andavano abolite le missioni).  Ma poi riduzioni pesanti e insostenibili a sanità e università pubbliche. Già a pezzi. Mentre il governo gesuita-massonico non poteva non mantenere sufficienti garanzie di fondi alle università ed alle scuole private… Ma guarda un po’… E non hanno certo parlato di riduzione delle enormi spese militari, o dell’abolizione dell’osceno progetto TAV.

Vedremo quali altri dettagli emergeranno. Come scritto nel nostro precedente articolo, siamo estremamente preoccupati per il settore della giustizia, e per quello degli statali… Dove sono in atto due politiche del tutto nefaste per tantissima gente: impoverimento degli statali e dell’enorme indotto ad essi connesso, crescente negazione della giustizia per chi non può spendere cifre elevate.

Il governo continua a tartassare e a tagliare. Le famose misure per la crescita non si vedono e temiamo che quando si vedranno saranno provvedimenti per i quali sarà necessario trovare i fondi svendendo gioielli di famiglia sui mercati internazionali…

Riproduciamo la fine dell’articolo di qualche giorno fa, che continua a valere:

Ora facciamo un breve ragionamento: i poteri di manipolazione hanno creato la crisi economica lasciando briglia sciolta ai loro predatori finanziari. Hanno anche creato la crisi politica dando campo libero ai loro servi peggiori, quelli ridicoli, ladri, privi di professionalità e di serietà, che hanno invaso i partiti e la politica rendendole infime e deprecabili da tutti. Facendo questo hanno predisposto l’opinione pubblica all’esigenza di un cambiamento radicale che poteva venire solo dal messia Europa. Meno nazione e più Europa, meno potere economico e politico locale e più centralizzato. Ma anche e soprattutto meno mezzi e risorse a disposizione del vasto movimento orizzontale del risveglio delle coscienze. Che crescendo minaccia alle basi i poteri oscuri.

Ecco perché le varie misure prese nell’emergenza da loro stessi creata tendono ad un solo obiettivo: impoverire e distrarre le maggioranze. Perché proprio tra la gente normale, priva di potere, sta più avanzando il movimento di risveglio delle coscienze. Quello che vuole una società più aperta, solidale,ecologica, consapevole e libera. Ecco perché vogliono togliere proprio alle maggioranze giustizia, sanità, denaro, ecc… Per aumentare le loro difficoltà al punto da far loro dimenticare la bellezza e la priorità del risveglio della coscienza. Per evitare che si organizzino in reti capaci di prendere in mano economia, politica e cultura.

I grandi poteri di manipolazione vogliono creare un sistema di protezione delle classi più ricche e minoritarie, sulle quali hanno ovviamente un controllo ed una presa molto maggiore. E di ulteriore impoverimento delle enormi e sfuggenti classi medie, dove maggiore è la crescita delle coscienze e minore la connessione con il potere.

Dipenderà da noi se sarà così o no. Il movimento del risveglio è agli inizi, ma abbastanza forte, e senz’altro capace di non farsi abbattere da queste difficoltà e trarne anzi ulteriore forza e consapevolezza. Ed il movimento del risveglio non si diffonde solo nelle classi più popolari, ma anche in quelle medie fino a contaminare seriamente anche quelle più ricche. Per ostacolare le coscienze i poteri oscuri portano avanti una strategia della tensione, fatta di guerre, violenza ed ora soprattutto terrorismo economico e politico. Ma non ci faremo intimorire e andremo avanti, proprio nel tessuto orizzontale intorno a noi. Occupandoci ancora di più di politica, giustizia, medicina, agricoltura, alimentazione, cultura, arte, solidarietà… Nel nostro modo, quello della coscienza. Intorno a noi.

contadini

condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

articoli correlati

Corsi Online
Una nuova sezione in costante aggiornamento dalla quale è possibile seguire alcuni dei nostri corsì online.
Maggiori informazioni
Corso Online: "I Rapporti Con Gli Altri"
Grandi sfide e grandi opportunità. Un esame approfondito del più difficile ambito della nostra vita:
la rete delle nostre
relazioni umane.
Con Fausto Carotenuto
Maggiori informazioni
Corso Online: "Angeli - La Loro Presenza
Nella Nostra Vita"
Chi sono e cosa fanno,​
come riconoscerli e comunicare con loro.​
Con Fausto Carotenuto
Maggiori informazioni
Corso di Sviluppo dei Talenti Spirituali
Un importante percorso di approfondimento e di sviluppo dei talenti speciali che ognuno di noi porta con se per contribuire al benessere ed alla crescita della rete umana.
A cura di Fausto Carotenuto
Maggiori informazioni
Seminari e Conferenze
Consulta il nostro calendario aggiornato per vedere gli eventi in programma in Italia.
Maggiori informazioni
Corsi Avanzati
A seguito del percorso biennale “Sviluppare i Propri Talenti Spirituali” è possibile accedere ad un terzo anno con due possibili specializzazioni annuali:
Master dell’Accademia dell’Arte e Master dell’Accademia della Salute.
Maggiori informazioni
Libri di Fausto Carotenuto
La nostra collana offre una serie di approfondimenti di facile accesso alle diverse tematiche spirituali affrontate nei nostri corsi e seminari.
Maggiori informazioni
Precedente
Successivo

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.