PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

OBAMA: ASSAD NON DEVE VINCERE. ARMIAMO I SUOI NEMICI ISLAMICI

ObamaSIRIASCRITTE

In Siria le forze governative di Assad stanno negli ultimi tempi riprendendo il controllo di importanti aree del paese, e sono in procinto di riconquistare l’importante città di Aleppo.

E allora ecco che improvvisamente “si scopre” che il dittatore siriano è stato così “stupido” da usare armi chimiche contro i ribelli, nonostante gli USA lo avessero avvertito che questa era una linea rossa da non superare. E allora Obama si sente moralmente a posto nel decidere di avviare le procedure per fornire armamenti alle forze anti-Assad, e qualcuno chiede anche di istituire una no-fly zone sulla Siria.

Vecchia storia: con le no-fly zones e con il fornire armamenti ai ribelli sono già stati fatti fuori Gheddafi e Saddam Hussein.

Ribelli armati e aiutati da forze speciali occidentali, e l’eliminazione della superiorità data alle forze regolari siriane dal controllo del cielo con gli aerei da guerra, significherebbe condannare il regime di Assad alla fine. Dopo un ultimo bagno di sangue ed una escalation che potrebbe vedere il coinvolgimento della comunità internazionale.

Ma chi sono i ribelli? Soprattutto forze islamiche radicali anti-occiddentali controllate dai Fratelli Musulmani egiziani, o direttamente o indirettamente attraverso gruppi di estremisti salafiti. Tutti finanziati dalle monarchie petrolifere del Golfo, soprattutto Qatar e Arabia Saudita.

E cosa rappresenta il regime di Assad? Un regime antidemocratico, feroce, duro con gli oppositori. Ma anche un vero e proprio baluardo contro la diffusione dell’Islam radicale ed anti-occidentale in Medio Oriente.

Obama compie un altro passo al servizio delle forze oscure occidentali che vogliono facilitare l’espansione dell’ islamismo estremista, per formare un fronte di paesi islamici talmente forte da rendere credibile la sua minaccia per l’Occidente. E quindi mantenere alti livelli di emergenza, di rischio e di conflitto. Per giustificare enormi spese belliche, enormi apparati di guerra e di sicurezza, potenti servizi segreti…

Che servono a controllare noi…

E’ come se, nel Medio Evo, quando Maometto ha lanciato la guerra santa, la Jihad per la conquista del Medio Oriente e del Nord Africa… il Papa gli avesse dato armi e finanziamenti.

tags

condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

articoli correlati

Corsi Online
Una nuova sezione in costante aggiornamento dalla quale è possibile seguire alcuni dei nostri corsì online.
Maggiori informazioni
Corso Online: "I Rapporti Con Gli Altri"
Grandi sfide e grandi opportunità. Un esame approfondito del più difficile ambito della nostra vita:
la rete delle nostre
relazioni umane.
Con Fausto Carotenuto
Maggiori informazioni
Corso Online: "Angeli - La Loro Presenza
Nella Nostra Vita"
Chi sono e cosa fanno,​
come riconoscerli e comunicare con loro.​
Con Fausto Carotenuto
Maggiori informazioni
Corso di Sviluppo dei Talenti Spirituali
Un importante percorso di approfondimento e di sviluppo dei talenti speciali che ognuno di noi porta con se per contribuire al benessere ed alla crescita della rete umana.
A cura di Fausto Carotenuto
Maggiori informazioni
Seminari e Conferenze
Consulta il nostro calendario aggiornato per vedere gli eventi in programma in Italia.
Maggiori informazioni
Corsi Avanzati
A seguito del percorso biennale “Sviluppare i Propri Talenti Spirituali” è possibile accedere ad un terzo anno con due possibili specializzazioni annuali:
Master dell’Accademia dell’Arte e Master dell’Accademia della Salute.
Maggiori informazioni
Libri di Fausto Carotenuto
La nostra collana offre una serie di approfondimenti di facile accesso alle diverse tematiche spirituali affrontate nei nostri corsi e seminari.
Maggiori informazioni
Precedente
Successivo

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.