PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

Canada: apre Il primo negozio di alimentari al mondo che permette di pagare ciò che vuoi!

  • Economia
  • Canada: apre Il primo negozio di alimentari al mondo che permette di pagare ciò che vuoi!

Apre a Toronto il primo negozio di alimentari al mondo che ti permette di pagare ciò che vuoi. Gli scaffali sono interamente riforniti di cibo ancora buono che verrebbe altrimenti buttato.

Il negozio Feed It Forward “vende” alimenti ed ingredienti donati da grandi catene di approvvigionamento alimentare che non sono autorizzate a venderli – di solito, molti prodotti vengono buttati perché deformi o in qualche modo ammaccati, nonostante siano perfettamente commestibili, oppure perché i negozi di alimentari non sono autorizzati a venderli se sono troppo vicini alla loro data di scadenza, anche se in realtà possono durare anche diversi mesi a venire.
Alcuni alimenti vengono buttati semplicemente perché non c’è abbastanza spazio in magazzino…

Grazie a questo sistema di donazione, I clienti di Feed It Forward sono liberi di riempire i loro cesti e pagare la somma che preferiscono. Se non hanno soldi, sono comunque liberi di prendere ciò che vogliono.
Alle famiglie è permesso portare a casa solo un giorno di cibo, questo per garantire che il negozio rimanga ben fornito. I clienti che possono permettersi di pagare il proprio cibo hanno anche la possibilità di pagare in anticipo e coprire il costo della spesa di qualcun altro.

jagger gordonL’innovativo negozio di alimentari nasce dal cervello dello chef Jagger Gordon, un noto avvocato canadese che da sempre si occupa della riduzione degli sprechi alimentari e l’alimentazione degli affamati.

Gordon diede vita all’iniziativa senza scopo di lucro nel 2014, quando gestiva la propria società di catering. Stordito dalla quantità di cibo che finiva nei bidoni della spazzatura, iniziò mettendo dei food truck in giro per Toronto che offrivano esclusivamente pasti nutrienti fatti con ingredienti recuperati.

Nel 2016, fece scalpore dopo aver servito, alla vigilia di Natale, oltre 600 pasti caldi per i residenti affamati della città. A maggio 2017, aprì la prima zupperia che permetteva ai clienti di pagare ciò che volevano.

Oltre a questa nuova attività, lo chef sta ha ora avviato una campagna di raccolta firme per una petizione che chiederà ai legislatori canadesi di cambiare le loro leggi alimentari.

“Il concetto alla base del negozio è la dimostrazione di come i canadesi possano utilizzare il cibo destinato alle discariche…”, ha detto Gordon, “cibo perfettamente commestibile che non deve essere gettato e che può riempire le pance vuote dei nostri cittadini”.

Se siete curiosi, potete visitare qui il sito Feed It Forward.

condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

articoli correlati

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

Chiudi il menu
Close Panel