Arte e Cultura

SAINKHO IN CONCERTO!

09 Maggio 2013 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

SAINKO LOCANDINA fb OKCoscienze In Rete è lieta di presentare Sainkho Namtchylak, una delle più grandi vocalist del mondo.

Sainkho terrà un workshop ed un concerto presso La Locanda Della Quercia Calante (Castelgiorgio, TR), sabato 25 maggio.

Un'occasione imperdibile di ascoltare dal vivo e apprendere tecniche di canto da una leggenda vivente.

Sainkho ha portato il canto armonico, ovvero la tecnica con cui è possibile emettere più suoni contemporaneamente, nel jazz e nel blues, diffondendo questa tecnica tipica del suo popolo in tutto l'occidente. Anche a lei si sono ispirati personaggi come Demetrio Stratos, famoso per aver importato la tecnica in Italia.

SAINKHO IN CONCERTO! - 3.0 out of 5 based on 2 votes

Il palco a pedali!

08 Maggio 2013 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

palco-a-pedali2Metti un medico, un pediatra, che si muove sempre in bicicletta e che suona in un gruppo ormai storico. Metti la passione per l'ecologia, la voglia di sensibilizzare, di divertirsi e anche di raccontare. Metti un po' di ingenuità, di quella sincera, che ti fa rischiare un pochino perché ci provi anche gusto ed è sempre bello vivere piccole sfide, nella vita quotidiana, così come negli eventi speciali.
Questi sono solo alcuni degli ingredienti che i Têtes de Bois (teste di legno!) hanno messo in gioco per realizzare un'impresa simpatica, alternativa e geniale quanto basta per essersi fatti conoscere molto in Italia, ma non ancora abbastanza.

 

Artisti dell'aria

04 Maggio 2013 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

A volte basta alzare gli occhi per vedere il divino esprimersi in tutta la sua arte.

Uccelli1

Artisti dell'aria - 3.0 out of 5 based on 2 votes

Voci da conoscere

25 Aprile 2013 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Arte e Cultura

EsperanzaOggi propongo due voci femminili assolutamente meravigliose, tre le migliori del panorama Jazz: Esperanza Spalding e Gretchen Parlato.

Due ragazze colme di talento, che hanno anche collaborato tra di loro. La Parlato è considerata uno delle migliori giovani vocalist, mentre la Spalding, oltre ad una capacità vocale a dir poco superba, compone lei stessa i suoi brani, e nelle performance dal vivo, oltre a cantare, con le sue evoluzioni al basso diventa la base ritmica della band. Insomma, una in grado di fare duetti vocali con Bobby McFerrin ed allo stesso tempo di farci muovere il bacino imponendo il suo groove morbido col basso.

Ho scelto per voi due brani iconici delle due artiste. 

Buon ascolto!

Voci da conoscere - 5.0 out of 5 based on 5 votes

La storiella scritta da Gino Strada insieme alla figlia Cecilia: da leggere e diffondere !

24 Aprile 2013 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Gino StradaGino Strada, il medico fondatore di Emergency, ha scritto questa storia insieme a sua figlia Cecilia, per spiegare ai bambini il significato di parole come "diritti", "pace", "uguaglianza".

La storiella scritta da Gino Strada insieme alla figlia Cecilia: da leggere e diffondere ! - 4.3 out of 5 based on 50 votes

Non poter fare a meno di sperare

22 Aprile 2013 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Arte e Cultura

crosby stills nash2Guardando quello che succede nel mondo, il sovraccarico d'informazioni negative che minano la nostra felicità alla base, che rischiano di farci vedere più nero di quanto ce ne sia in realtà, non dobbiamo mai dimenticare che siamo in viaggio. Un percorso individuale e collettivo che non si esaurisce nel tempo che viviamo ora, ma che viene da lontano, e va ancora più lontano.

Dedichiamoci allora una bella canzone, una come questa, che con le sue armonie strepitose ed un testo magico, ci ricordi che va tutto bene, anche se a volte non sembra. 

Il titolo della canzone è "Helplessly hoping", ovvero "Non poter fare a meno di sperare", brano del 1969 scritto da Stephen Stills, ed eseguito insieme a Crosby & Nash. Penso che il titolo inquadri perfettamente ciò che spinge molti di noi ad andare avanti sulla strada della coscienza.

Buon ascolto.

Non poter fare a meno di sperare - 3.5 out of 5 based on 2 votes

Dalla Costituzione alla prostituzione: il piano dei Saggi per il patrimonio

20 Aprile 2013 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Patrimonio artisticoTra le perle contenute nell’agenda economica prodotta dal collegio di cervelli nominati da Napolitano c’è anche questa ideona: «Allo scopo di moltiplicare i luoghi in cui rendere accessibile il patrimonio culturale disponibile, si potrebbero sperimentare forme di prestito oneroso ai privati … di parte delle opere attualmente chiuse nei magazzini, così da finanziare con il ricavato attività e gestione dei musei esistenti».

 

 

 

Dalla Costituzione alla prostituzione: il piano dei Saggi per il patrimonio - 2.0 out of 5 based on 1 vote

Iniziativa per il rilancio spirituale dell'Arte: a Roma, in Piemonte e a Napoli

02 Aprile 2013 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

iniziativaarte3Dopo l’entusiasmante cenacolo di Coscienzeinrete a gennaio a Castel Giorgio, abbiamo deciso di estendere liniziativa con 3 cenacoli regionali da tenersi a Roma, a Napoli e in Piemonte

Dobbiamo fare insieme qualcosa per lanciare un movimento che restituisca all’Arte il suo ruolo fondamentale, in tutte le sue manifestazioni, come propulsore della evoluzione delle coscienze umane.

C’è un grande interesse a questa iniziativa, che potrà contribuire alla partenza di un’onda che risollevi l’Arte al grande ruolo che le spetta.

Terremo delle riunioni molto importanti, veri e propri Cenacoli Ai quali sono invitati a partecipare coloro - artisti ed addetti alla cultura - che attivamente vogliono entrare a far parte di questo nuovo movimento:

 

a Roma il 21 Aprile 2013

a Napoli il 5 Maggio 2013

in Piemonte l'11 Maggio 2013

Iniziativa nazionale di rete

per un rilancio spirituale dell’Arte

 

Gentili Amiche ed Amici,

 

dopo l’entusiasmante convegno di Coscienzeinrete sull’Economia ad Orvieto, ci rivolgiamo all’altra emergenza importante della nostra epoca, riguardante l’affossamento dell’Arte e della Cultura.

Dobbiamo fare qualcosa per lanciare un movimento che restituisca all’Arte il suo ruolo fondamentale, in tutte le sue manifestazioni, come propulsore della evoluzione delle coscienze umane.

C’è un grande interesse a questa iniziativa, che potrà contribuire alla partenza di un’onda che risollevi l’Arte al grande ruolo che le spetta.

Il 13 gennaio 2013 si terrà a Castel Giorgio (Orvieto) una riunione molto importante, un vero e proprio Cenacolo. Al quale sono invitati a partecipare coloro - artisti ed addetti alla cultura - che attivamente vogliono entrare a far parte di questo nuovo movimento.

Nel corso di questo “Cenacolo” parleremo di cosa fare in varie direzioni:

 

· la nascita di un’ampia corrente artistico-spirituale libera e fattiva;

· l’impostazione di programmi di approfondimento delle componenti spirituali dell’Arte da proporre a giovani artisti ed alla società in genere;

· la creazione di laboratori di ricerca artistico-spirituale;

· l’elaborazione collettiva di un Repertorio di opere d’Arte, antiche e moderne, per la crescita della coscienza;

· l’organizzazione di eventi multimediali attraverso i quali diffondere la nuova idea e la nuova pratica di un’Arte Spirituale Cosciente.

 

Fateci sapere se intendete partecipare ai lavori del Cenacolo, che si volgeranno dalle ore 9,30 alle ore 18,00 del 13 gennaio 2013  presso la Locanda della Quercia Calante di Castel Giorgio (0763 627199).  E’ importante confermare la vostra partecipazione con largo anticipo per identificare i locali più adatti alla riunione.

 

Come punto di partenza e di condivisione il manifesto elaborato come Unaretedamore qualche anno fa:

 

L'Arte dei nostri tempi materialisti è spesso ridotta a competitiva affermazione dell'ego dell'artista. Non è più chiaro se l'Arte abbia una funzione e quale. Uno steccato invalicabile si è creato tra circoli artistici e la gran parte dell'opinione pubblica, che raramente apprezza le forme artistiche contemporanee o se ne interessa.

E' come se l'Arte avesse in qualche modo "perso l'anima". In effetti molti artisti hanno perso di vista la missione, la funzione storica e sociale dell'Arte: essere ponte privilegiato tra Cielo e Terra e fra Terra e Cielo. Quella antica e preziosa attività umana che è capace di mettersi in contatto con i mondi dello Spirito. Che sa come compenetrarne le forme materiali (sonore, visive, vitali, minerali, ecc...) in un modo così speciale da far vibrare verso l'alto quanto di buono, vero e bello esiste nell'anima della gente. Di tutti coloro che fruiscono di un'opera d'Arte.

Gli artisti, annebbiati da secoli di materialismo, hanno spesso dimenticato che il talento che gli è stato donato viene dal Cielo e che questo talento, se arricchito dal loro amore per gli altri, ha lo scopo di contribuire alla realizzazione del progetto divino di crescita delle coscienze di tutti.

Ogni vero artista svolge una funzione sacerdotale: quella di essere capace di portare nella materia le idee divine, perché l'Umanità possa avvalersene per innalzare la propria frequenza verso le dimensioni dell'Amore e dello Spirito.

Nel deserto di ideali, nella competizione degli egoismi tipica della nostra epoca, è quanto mai necessario e urgente riportare la speranza e la realtà di un'Arte degna di tale nome.

Un'Arte capace, sull'onda dell'amore cosciente, di superare lo steccato di incomprensione ormai esistente tra gli artisti ed il pubblico, e ricostituire un utile ed efficace dialogo spirituale tra Arte e società. Tra Cielo e Terra e tra Terra e Cielo. Di tornare a svolgere la propria funzione storica di sano ed indispensabile "fertilizzante" della crescita umana.

Una volta le grandi religioni organizzate si occupavano di tenere in vita questa funzione. Ma da tempo hanno dimenticato questo ruolo, prese da altre esigenze.

Riteniamo che nella nostra epoca questo compito vitale spetti alle libere forme di nuove ed antiche spiritualità, che stanno emergendo ovunque con grande forza. Proprio dal loro vitale e libero fermento di coscienza può nascere il germe per una rinascita spirituale dell'Arte.

 

Ed anche  la parte del Programma di Coscienzeinrete dedicata all’Arte ed alla Cultura:

Cultura e Arte

L'Arte e la Cultura sono fondamentali per il pieno sviluppo delle coscienze umane.

Caratteristica di fondo di questi ambiti è che il loro vero sviluppo viene garantito solamente dalla totale libertà di espressione spirituale. Solo attraverso questa libertà ognuno può veramente maturare quei talenti e quelle qualità che gli sono propri in potenza, e quelle forze interiori e quegli ideali che sono necessari ad un equilibrato sviluppo sociale. Pertanto le coscienze che si dedicano a questi ambiti sociali devono avere la possibilità e la libertà di auto-disciplinarsi in organizzazioni che si occupino di promuovere l'educazione, la scienza, la cultura, l'arte, la spiritualità.

Senza intromissioni da parte dello Stato o dei circuiti economici e finanziari.

Lo Stato dovrà però comunque impegnarsi a fondo per fornire i mezzi di supporto, e per garantire pienamente i diritti di tutti coloro che prestano la loro opera in questi ambiti o che da questi settori ricevono servizi. Per garantire a tutti il diritto di libero accesso all'istruzione, all'arte, alla cultura, alla scienza, alla spiritualità. Ma non dovrà interferire nell'organizzazione, nelle idee e nei programmi di una sfera nella quale lo sviluppo dei talenti individuali non può essere compresso e appiattito alle esigenze della maggioranza, o sacrificato e deformato sull'altare di un qualsiasi interesse politico o economico.

L'Arte e la Cultura devono essere sostenute nell'intento di restituire loro il fondamentale ruolo di nutrire e facilitare la crescita spirituale delle coscienze umane. Il fatto che siano state poste in secondo piano da secoli di materialismo sempre più basato sui rapporti di potere politici ed economici, è alla base di gran parte delle distorsioni e dei problemi della attuale organizzazione sociale. Stato ed economia devono ritrarsi nei loro ambiti e, per il loro stesso bene, sostenere lo sviluppo di un'Arte e di una Cultura forti ed indipendenti. Solamente individui pienamente e liberamente formati in questi ambiti potranno fornire all'apparato dello Stato ed all'economia coscienze e talenti capaci di un autentico ed armonioso progresso dei rispettivi settori.

COSCIENZEINRETE si impegna ad elaborare, a proporre ed a sostenere nuove forme di organizzazione pedagogica, culturale, artistica, scientifica e spirituale. Che siamo ispirate a considerazioni derivanti dalla comprensione del grande progetto di evoluzione delle coscienze.

L'organizzazione interna dell'educazione deve essere svincolata da criteri di tipo politico-giuridico e da esigenze di tipo economico. L'unico obiettivo deve essere quello di facilitare in ogni modo la crescita e la piena maturazione dei talenti e delle qualità di ogni singolo individuo. Preservandone – fin da bambino - l'integrità psico-fisica e favorendo la crescita delle qualità spirituali di ognuno. E' necessario che la pedagogia generi un nuovo stile educativo, per l'affermazione di un uomo nuovo, consapevole, attento al proprio modo di vivere e al suo rapporto con il Pianeta. Un uomo finalmente riconnesso con la propria vera essenza e quindi con la "matrice divina".

La politica deve occuparsi di supportare questi intenti di fondo, e di tenere economia e apparato statale separati dalla amministrazione e dalla definizione dei programmi educativi.

I programmi educativi dovranno essere costantemente aggiornati dalle stesse, autonome strutture amministrative proprie del settore educativo, sulla base di approfondite conoscenze scientifico-spirituali delle peculiarità di ogni individuo e delle sue necessità evolutive. Il punto di riferimento principale non deve e non può essere l'inserimento degli individui come forza lavoro nei settori economici o statali, ma in via prioritaria lo sviluppo dei talenti e delle qualità di ogni individuo. Solamente in questo modo verrà favorita la maturazione dei migliori talenti per l'apparato statale, per le organizzazioni economiche e per gli ambiti culturali e spirituali.

Grandissima attenzione e risorse saranno dedicate al sostegno ed alla formazione degli insegnanti, in modo che possano adempiere in modo qualificato e cosciente al difficile ma entusiasmante compito pedagogico, che si presenta come una delle principali sfide per la crescita della coscienza umana.

Particolare attenzione va posta anche all'integrità ed alla "frequenza" dell'ambiente scolastico, sia dal punto di vista psichico-spirituale, che da quello puramente materiale. Edifici costruiti e mantenuti con criteri ecologici ed ambienti nei quali si coltivi la non competitività, una corretta emotività, la solidarietà, l'ascolto, l'empatia, la fantasia, l'arte, l'amore per la conoscenza e per la Natura, capacità relazionali e di comunicazione, di introspezione e di cooperazione.

COSCIENZEINRETE si adopererà per favorire la nascita di un laboratorio pedagogico interculturale, per favorire la formazione di una nuova pedagogia cosciente globale, frutto di una avanzata confluenza di differenti apporti culturali, ed orientata alla crescita dell'individuo e delle comunità ed alla salvaguardia del pianeta. Sulla base di ideali e considerazioni che poggiano le proprie origini nella esigenza di crescita spirituale e nella luce delle più elevate intuizioni spirituali.

L'Arte va supportata e facilitata, e non condizionata da considerazioni di tipo politico ed economico. L'Arte e gli artisti vanno sostenuti ed incoraggiati ad acquisire un ruolo centrale nella vita umana. Quello di costituire con le loro opere un ponte tra Cielo e Terra, mediante il quale diventi più facile per le coscienze in crescita risuonare con le frequenze dei mondi dello Spirito, e trarne ispirazione e forza per la vita quotidiana.

E gli artisti vanno altresì aiutati e ispirati ad uscire dal ruolo, fondamentalmente asociale, di individui egoicamente concentrati sulla propria produzione estetica. O dediti a soddisfare esigenze di mercato.

Gli artisti vanno assistiti nel ritrovare il ruolo di portatori di un compito di amore per l'Umanità. E allora l'Arte tornerà ad essere un cosciente canale dell'Amore dello Spirito per la materia e per l'evoluzione delle coscienze.

Sarà un'Arte bellissima, come mai l'Umanità ha sperimentato, perché direttamente frutto della cosciente connessione tra lo Spirito umano ed i Mondi dello Spirito che sono la fonte inesauribile della infinita Bellezza cosmica. Una nuova Bellezza ed una nuova Armonia si diffonderanno nel mondo, a disposizione di tutti, grazie al sorgere di un'Arte veramente consapevole.

 

Normal 0 false 14 false false false IT X-NONE X-NONE
Iniziativa per il rilancio spirituale dell'Arte: a Roma, in Piemonte e a Napoli - 3.6 out of 5 based on 5 votes

500 anni di ritratti femminili in 3 minuti

04 Marzo 2013 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

500anni3minutiBellissimo video, per vedere come gli artisti hano modificato il loro sguardo sul femminile, nella pittura occidentale degli ultimi 500 anni.

500 anni di ritratti femminili in 3 minuti - 4.8 out of 5 based on 4 votes

Un minuto di silenzio

27 Febbraio 2013 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

CIR 1minutoNegli anni 70,Marina Abramovic visse un’intensa storia d’amore con Ulay.

Per 5 anni vissero in un furgone realizzando opere di ogni tipo. Quando sentirono che la relazione non soddisfaceva più nessuno dei due, decisero di percorrere la Grande Muraglia cinese; uno da un lato ed uno dall’altro, cominciarono a camminare per incontrarsi, poi, nel mezzo, dare un ultimo grande abraccio e non vedersi mai più.

23 anni dopo, nel 2010, quando Marina era già un artista consacrata, al MoMa di New York dedicò una retrospettiva alla sua opera. In questa retrospettiva, Marina condivideva un minuto di silenzio con ogni estraneo che si sedesse dinanzi a lei.

Ulay arrivò senza che Marina lo sapesse e ...

Un minuto di silenzio - 4.0 out of 5 based on 5 votes

Sua maestà il cemento: Salerno come Barcellona

20 Febbraio 2013 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Ciudad de la justiciaCapita di girovagare per le strade di Barcellona a bordo di una Vespa ben riadattata. Percorrere il circuito metropolitano battuto dal turismo di massa che cinge la città in pacifici ma chiassosi assedi. Infilare l'Avenida del Carrilet, un'arteria a tre corsie che conduce verso sud, al cuore di L'Hospitalet de Llobregat, conglomerato urbano oramai fagocitato dalla periferia della capitale catalana. Di colpo, dinanzi agli occhi si apre uno scenario che ci riporta in Italia.

Diciassette edifici che si stagliano in un'area di oltre duecento mila metri quadrati trasferiscono l'immaginario all'area dello scalo merci ferroviario di Salerno.

Sua maestà il cemento: Salerno come Barcellona - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Casus belli

15 Febbraio 2013 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Arte e Cultura

casus belliProponiamo un corto del regista greco Yorgos Zois, in concorso a Venezia 2010 e premiato dalla critica e in vari festival del mondo.

Il concetto espresso dalle stesse parole del regista è: "Se cade un uomo, cadiamo tutti".

Come non essere d'accordo?

Casus belli - 4.0 out of 5 based on 1 vote

L’uomo che cambiava il mondo piantando alberi.

14 Febbraio 2013 Scritto da Paola Lo Sciuto
Pubblicato in Arte e Cultura

CIR GionoQuesto bellissimo film d'animazione del 1987 di Frédérick Back tratto dal famoso romanzo di Jean Giono " L'uomo che piantava gli alberi" , rimane a decenni di distanza un capolavoro iniziatico che vale la pena riproporre e vedere con attenzione .

Il disegno poetico è leggero e sostiene il testo in modo mirabile. Non c'è differenza tra la lettura, il sogno, l'ideale, la realtà, la bellezza delle immagini evocate da un segno sottile, ed essenziale.

Elzeader Bouffier è il protagonista della storia. E' incredibile come l'uomo e l'ambiente siano indissolubilmente legati e cosa un solo uomo può fare con l'amore e l'impegno costante per sé e per il mondo che lo circonda.

Il film Insegna... "come gli uomini potrebbero essere altrettanto efficaci di Dio in altri campi oltre alla distruzione".

Lo straordinario mondo delle forme volanti

11 Febbraio 2013 Scritto da Paola Lo Sciuto
Pubblicato in Arte e Cultura

Che cosa è una foglia che si alza al vento, la danza di una lingua di fuoco nella notte, un'onda che s'infrange lunga sulla sabbia, e l'aria che densa di nuvole si compone in valli e montagne di altri mondi come specchio eterico della materia più densa.

É la natura. É la materia e la straordinaria bellezza della sua manifestazione, tra l'armonia e la disarmonia, tra l'esistenza visibile e le sue forme dinamiche nell'incontro con le forze del vento, della gravità, dell'energia sottile.

La natura danza provocando stupore.

Wurtzel2

 

 

Lo straordinario mondo delle forme volanti - 4.0 out of 5 based on 1 vote

Coscienzeinrete a Ferus

30 Gennaio 2013 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Arte e Cultura

FerusA 30 anni dall'assassinio del magistrato Giangiacomo Ciaccio Montalto, il 25 Gennaio 2013 si è svolto presso il Palazzo di Giustizia di Trapani un evento  che ha affidato un messaggio di speranza alla voce ed al sentire della cultura, dell'arte e dell'impegno civile, nella convinzione che il bello, il giusto ed il buono della Sicilia sconfiggeranno la violenza, la sopraffazione e la devianza criminale che ne hanno insanguinato le strade.

Si tratta del secondo evento Ferus quest'anno: il primo aveva già riscosso una grande partecipazione popolare  al Palazzo di Giustizia di Catania lo scorso 23 maggio, per il ventennale dalle stragi di Capaci e di Via D'Amelio, trasformando il tribunale in luogo ideale per l'espressione.

La vera Arte

18 Gennaio 2013 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

aivanhov"Che gli artisti siano dei creatori, che producano delle opere, è
magnifico! Ma ciò non basta; devono anche preoccuparsi di ciò che
emana da loro stessi. La vera arte consiste nel fare della
propria esistenza e del proprio intero essere un'opera d'arte in
cui tutto sarà poesia, musica, luce, armonia di colori, di forme
e di movimenti.
L'arte dell'avvenire consisterà nel far capire all'essere umano
come egli possa ritrovare il suo volto originale, il volto della
Divinità... Saranno necessari molto tempo, molti sforzi e molto
lavoro per giungere a questo; ma non ci si deve lasciar fermare
dalla questione del tempo, perché se è vero che le creazioni che
l'uomo produce all'esterno non gli appartengono - deve infatti
abbandonarle al momento della morte - il lavoro che ha intrapreso
su se stesso dura invece per l'eternità."

Omraam Mikhaël Aïvanhov

E’ partita la nostra Onda per un’Arte che si riempia di Significato, di Bellezza e di Amore. Vuoi partecipare?

17 Gennaio 2013 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Arte e Cultura

malczewski3

Il Cenacolo di Castel Giorgio (16 febbraio) è stato un successo che ci riempie di speranza. Tanti artisti e persone interessate al tema sono confluiti da varie parti d’Italia, rispondendo all’appello di Coscienze in Rete per pensare insieme a come rivitalizzare l’Arte. Ed a quali iniziative di rete prendere in tal senso, lavorando insieme.

Si tratta di un tema molto difficile, perché l’Arte e tutte le forme pensiero che la circondano sono state letteralmente “decostruite” da alcuni secoli di materialismo e dall’opera di centrali di manipolazione della cultura e della coscienza. Ed è difficile per gli stessi artisti districarsi da questa vera e propria selva oscura nella quale ora si trovano i pensieri, i sentimenti e le azioni di chi all’Arte ha dedicato la propria vita.

Il Cenacolo ha lanciato un messaggio: ritroviamo il senso profondo e spirituale del perché l’Arte esiste sulla Terra, e del perché certe persone hanno i talenti per offrire la propria opera artistica al resto dell’umanità.

"One billion rising" 14 febbraio 2013

15 Gennaio 2013 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

one billion risingInvadere le piazze in danzante affrancamento!

"One billion women violated is an atrocity. One billion women - and men - dancing is a revolution."

"Un miliardo di donne abusate è un'atrocità. Un miliardo di donne - e uomini - che ballano è una rivoluzione."