Arte e Cultura

Ricerca Informazioni con il Tablet ma Annota su Carta, Schemi e Appunti Presi a Mano Sono Molti Più Efficaci In evidenza

15 Novembre 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Una ricerca di Pam A. Muller dell'università di Princeton e Daniel M. Oppenheimer dell'università della california ha rilevato che copiare esattamente un’informazione, sia essa dettata o copia/incollata, rende l’elaborazione e l’apprendimento più difficoltosi. Ed ecco allora che, parlando di appunti, ha anche dimostrato che gli appunti presi a mano sono decisamente più efficaci di quelli generati tramite dispositivi elettronici.

Appunti Presi a Mano

Ricerca Informazioni con il Tablet ma Annota su Carta, Schemi e Appunti Presi a Mano Sono Molti Più Efficaci - 4.0 out of 5 based on 2 votes

L'angelo che canta In evidenza

05 Novembre 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Alfina FrestaAlfina Fresta è una giovane cantante lirica di Catania, con tetraparesi spastica. Si muove sulla sua sedia a rotelle anche se riesce a camminare per piccoli tratti, a patto che ad accompagnarla siano i suoi amici o i suoi genitori. Quando canta esprime il suo sopraffino talento, dono di natura, di tante ore di studio e di applicazione. Era ai più sconosciuta sino a pochi giorni fa, quando una sua breve esibizione, pubblicata su Facebook, ha ottenuto più di sessanta milioni di visualizzazioni nel volgere di pochi giorni. Da artista nota entro i confini dell’isola, ma che se la vedi e la ascolti non la dimentichi più sia per il timbro della sua voce potente cristallina che per la sua condizione fisica, a webstar di prima grandezza. E, come succede in questi casi, il fenomeno è diventato incontrollabile, con messaggi, proposte di esibizione o di riconoscimenti da tutto il mondo, non ultima la richiesta di una tournée, per lei e la sua compagnia, in Russia.

A Centocelle le campane per la raccolta del vetro diventano opere d’arte

03 Novembre 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

A chi passeggia per Centocelle, a Roma, può capitare in questi giorni di notare qualcosa di strano, un tocco di colore in più per le strade del quartiere. A partire dallo scorso weekend, infatti, numerosi artisti si stanno dando da fare per decorare le campane per la raccolta del vetro della zona, trasformandole in vere e proprie opere d’arte. Si tratta della seconda edizione di GAU – Gallerie Urbane, il progetto di arte urbana che già lo scorso anno aveva modificato il volto del quartiere, decorando ben quaranta campane.

di Camilla Ferrario

Campane Centocelle7

Scuola, addio allo studio della storia e dell’arte: ecco perché siamo un Paese senza futuro

22 Ottobre 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Raffaello Scuola AteneDalla riforma che ha investito lo studio della storia dell’arte nei licei e negli istituti tecnici e professionali alla recente decisione di eliminare la traccia di storia dalle tipologie del tema dell’esame di maturità, il nostro è un Paese che attraverso la scuola sta dicendo addio al proprio futuro.

 

Scuola, addio allo studio della storia e dell’arte: ecco perché siamo un Paese senza futuro - 4.2 out of 5 based on 5 votes

Questa star del cinema vive una vita semplice - ed ora sta donando 714 milioni di dollari in beneficenza

16 Ottobre 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

chow1Chow Yun-Fat, l'amata star del cinema di Hong Kong, ha recentemente annunciato che darà il suo intero patrimonio in beneficenza.

A 63 anni, la celebrità ha recitato in film come La Tigre e il Dragone, A Better Tomorrow e I Pirati dei Caraibi.

Sebbene abbia accumulato la cifra sbalorditiva di 714 milioni di dollari nel corso della sua carriera, a quanto pare non ha bisogno di tale ricchezza...

Questa star del cinema vive una vita semplice - ed ora sta donando 714 milioni di dollari in beneficenza - 5.0 out of 5 based on 5 votes

L'importanza dell'educazione musicale: ecco come una scuola elementare ha nettamente migliorato i risultati dei propri alunni!

15 Ottobre 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Bradford2Sette anni fa, a Feversham (Inghilterra) la scuola elementare di Bradford era a rischio chiusura e faceva notizia per tutte le ragioni sbagliate. 
Il preside Naveed Idrees decise così di prendere provvedimenti adottando un metodo insolito: incorporò musica, arte drammatica e arte in ogni parte del programma scolastico, introducendo fino a sei ore di musica alla settimana per ogni bambino.

Oggi i risultati sono notevoli: nel 2011, la scuola era di 3,2 punti percentuali sotto alla media nazionale inglese. Quest'anno il 74% dei suoi allievi ha raggiunto lo standard previsto in lettura, scrittura e matematica, contro una media nazionale del 53% e la scuola è considerata tra le migliori per i progressi di apprendimento da parte dei suoi studenti.

L'importanza dell'educazione musicale: ecco come una scuola elementare ha nettamente migliorato i risultati dei propri alunni! - 3.7 out of 5 based on 3 votes

L'enorme habitat Maya trovato nella giungla grazie al laser

29 Settembre 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Nascosto sotto la lussureggiante foresta pluviale di Petén, in Guatemala, si trova un antico habitat scomparso da più di 1.000 anni, ma al massimo del suo splendore fu la dimora di milioni di mesoamericani che costruirono un impero sofisticato e vasto. Per la prima volta, un team di archeologi internazionali ha scoperto e mappato decine di migliaia di strutture antiche utilizzando la tecnologia di rilevamento LIDAR (Laser imaging detection and ranging) su oltre 2.100 chilometri quadrati della pianura guatemalteca.

Lidar Guatemala

L'enorme habitat Maya trovato nella giungla grazie al laser - 4.0 out of 5 based on 1 vote

ITALIA: SCUOLA A PERDERE!

17 Settembre 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Scuola CrollataUna ricerca dell’associazione Tuttoscuola rivela che nel belpaese dal 1995 ad oggi hanno abbandonato la scuola 3 milioni e mezzo di studenti. Senza contare la continua (in aumento) fuga all’estero di giovani cervelli. Inoltre, un dossier della fondazione Agnelli (aprile 2018) segnala che nei prossimi 10 anni ci saranno un milione di studenti in meno.

di Gianni Lannes

ITALIA: SCUOLA A PERDERE! - 4.0 out of 5 based on 2 votes

Teatro “civile” o teatro del “vivente”

29 Agosto 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Giuliana Musso

Ho scoperto in questi ultimi dieci anni di lavoro che la cosa che mi interessa di più è l’osservazione, o meglio, trattandosi di testimonianze orali, l’ascolto del “reale”. Reale è l’esperienza concreta delle singole persone, la vita vissuta, che io amo chiamare il vivente. La testimonianza del vivente mi consegna un dato che non è già stato tradotto o trasferito sul piano teorico e che quindi non è stato ripulito da quei dettagli che rivelano la complessità delle vicende, la vulnerabilità e l’unicità degli esseri umani.  Quando il testimone riporta la sua esperienza del reale, nel suo racconto fluiscono e si intersecano in un unico processo cognitivo l’aspetto razionale (la cronaca), quello intellettuale (il giudizio) e quello emotivo (il dramma personale).

di Giuliana Musso

Il solare del futuro si ispira agli antichi egizi

25 Agosto 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Per realizzare le celle solari del futuro ci si può ispirare alla piramide di Cheope in Egitto, che ha molto da insegnarci: lo sostengono i ricercatori russi della Itmo University di San Pietroburgo e del Laser Zentrum di Hannover in Germania.

Solare Futuro

Il solare del futuro si ispira agli antichi egizi - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Tutti gli abitanti di questo villaggio parlano la lingua dei segni

19 Luglio 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

katakolok1Questo villaggio di 3.000 persone non è proprio come la maggior parte delle comunità.

Quasi tutti nel piccolo villaggio di Bengkala a Bali possono parlare la lingua dei segni in modo da poter accogliere, rispettare e comunicare con i loro 40 residenti non udenti.

Normalmente, una città di 3.000 persone avrebbe una media di 4 residenti non udenti, ma la comunità sperimenta un alto tasso di sordità (circa 10 volte tanto) a causa di un gene recessivo che è stato tramandato per le ultime sette generazioni.

Invece di ostracizzare i loro vicini sordi, tuttavia, la città ha inventato la propria lingua dei segni chiamata Kata Kolok....

Tutti gli abitanti di questo villaggio parlano la lingua dei segni - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Il libro fotografico che mira a sfidare le idee convenzionali sulla bellezza femminile

04 Luglio 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Un libro con ritratti di donne di tutto il mondo propone di sfidare il miope concetto di bellezza rappresentato dai mass media e di celebrare la diversità.

"Le percezioni di ciò che costituisce il bello sono troppo fortemente dettate dai media della moda femminile e non riescono ad abbracciare la vera diversità dell'umanità", dice l'autore del nuovo libro fotografico, "L'atlante della bellezza", libro che presenta 500 fotografie di donne provenienti da oltre 50 paesi e che mira a sfidare gli ideali convenzionali di bellezza.

"C'è così tanta pressione sulle donne a presentarsi in un certo modo, ovunque nel mondo, e c'è anche tanta discriminazione nei loro confronti", ha detto Mihaela Noroc, la fotografa rumena dietro al progetto. "Per me, la bellezza è diversità. La vera bellezza di solito non viene notata ed è molto più di ciò che vediamo oggi nei mass media. Mi sono resa conto che un progetto onesto sulle donne di tutto il mondo, sulle loro lotte e sogni, è davvero necessario oggi."

Il libro fotografico che mira a sfidare le idee convenzionali sulla bellezza femminile - 5.0 out of 5 based on 3 votes

La Sicilia scopre il turismo aromatico, a Scicli 9mila turisti scelgono il percorso olfattivo-emozionale

28 Giugno 2018 Scritto da Giorgio Carotenuto
Pubblicato in Arte e Cultura

AromiLa nuova frontiera del turismo e della gastronomia è il vivaismo e la coltura di erbe aromatiche. Lo dimostra “Gli Aromi” l’azienda agricola di Enrico Russino che, a Scicli nelle terre del commissario Montalbano, riceve 9mila visite l’anno di turisti che vogliono fare il percorso emozionale-olfattivo tra salvie e gerani malvarosa per un totale di 200 specie di piante aromatiche.

I visitatori possono poi degustare, nell’orto e serre vista-mare dove vengono propagate oltre 500mila piante per talea l’anno, la cucina siciliana insaporita dalle aromatiche coltivate in campo o addolcite con la stevia. Un’esperienza ripetibile a casa mettendo a dimora i semi acquistati, anche online, in kit dai nomi fantasiosi: ‘Fatti i capperi tuoi!’ o ‘Vuoi vivere nella bambagia?’ per avviare colture di cotone.

La Sicilia scopre il turismo aromatico, a Scicli 9mila turisti scelgono il percorso olfattivo-emozionale - 5.0 out of 5 based on 1 vote

L'artista che sta sfidando i "crimini di design contro l'umanità"

18 Giugno 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

designcrime1Quando l'artista inglese Stuart Semple ha condiviso una foto su Facebook di una panchina a Bournemouth, non avrebbe mai immaginato che più di un milione di persone lo avrebbero visto entro 24 ore. Né si aspettava che questi estranei condividessero il suo disgusto per la sbarra di metallo che divideva la panchina in due, rendendo impossibile per i senzatetto dormire lì. "Non mi aspettavo che tutti lo capissero, ma lo fecero", ha detto, ancora sorpreso, "Tutti ne erano appassionati".

Ispirato dalla risposta travolgente, Semple ha deciso di sfidare ciò che ha definito un "crimine progettuale contro l'umanità", chiamando altri artisti ad aiutare a decorare le panchine pubbliche della città in modo "amorevole".
L'azione è stata riportata ampiamente nei media locali e quella notte, dopo il tramonto, gli appaltatori del consiglio hanno rimosso le sbarre in silenzio. "È stato bello dimostrare che potevamo effettivamente cambiare le cose", ha detto Semple.

L'artista che sta sfidando i "crimini di design contro l'umanità" - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Avengers: Infinity War - Pirotecnico malthusianesimo terminale per tutta la famiglia.

31 Maggio 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

PER CHI NON HA VISTO IL FILM: L'ARTICOLO CONTIENE SPOILER

Nelle sale cinematografiche di tutto il mondo sta riscuotendo un enorme successo commerciale l’ultimo film della Disney, Avengers: Infinity War, che si basa sulle avventure di un gruppo di supereroi della Marvel (la casa editrice dell’Uomo Ragno, dei Fantastici 4, ecc., mentre la DC è quella di Superman, Batman, and so on), appunto i Vendicatori, e, in particolare, su una saga fumettistica, «il guanto dell’infinito», nella quale, per altro, i Vendicatori non avevano un ruolo di primissimo piano. Ma evidentemente il grande successo della serie di film di Iron Man interpretato da Robert John Downey Jr. (personalmente, trovo strepitoso il suo Sherlock Holmes) ha consigliato di adattare la trama per includere i personaggi più cari al pubblico cinematografico.

di Vito Plantamura (aka Tom Bombadillo)

Avengers

Avengers: Infinity War - Pirotecnico malthusianesimo terminale per tutta la famiglia. - 5.0 out of 5 based on 1 vote

CHI ERA DAVVERO IL PICCOLO PRINCIPE? – Tracce per un’interpretazione esoterica.

07 Maggio 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

di Paolo Rampa

pianeta 2Quando si sente parlare de “Il Piccolo Principe”, il noto racconto scritto nel 1943 da Antoine De Saint-Exupéry, è abbastanza difficile che i giudizi che ne derivano non siano unanimemente positivi.

E tutti coloro che l’hanno letto concordano in genere sul fatto che si tratti di un bel libro, normalmente destinato ai ragazzi, e che tuttavia contiene brani sufficientemente suggestivi e poetici da poter essere apprezzato anche dagli adulti e, per questo, ne consigliano la lettura, anche se evitano, prudentemente, di entrare nel merito del suo significato nascosto.

CHI ERA DAVVERO IL PICCOLO PRINCIPE? – Tracce per un’interpretazione esoterica. - 5.0 out of 5 based on 6 votes

Il pensionato giapponese che dipinge con Excel

23 Marzo 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Tatsuo ha 77 anni ma da sempre ha avuto la passione per la pittura. Non aveva abbastanza soldi da spendere in tele, pennelli, colori. Non voleva neanche perdere troppo tempo a preparare l’occorrente. Così ha optato per un metodo molto più economico e, a suo dire, più rapido. Un metodo che è la “cosa” più lontana che c’è dalla pittura come la intendiamo canonicamente: Excel.

Tatsuo Horiuchi

 

Il pensionato giapponese che dipinge con Excel - 4.5 out of 5 based on 2 votes

Tutti promossi, la Scuola finta che sforna analfabeti futuri operai

13 Marzo 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

temi esame maturita 2016 orig main 300x194Bisogna che finalmente qualcuno abbia il coraggio di dirlo: in Italia oggi in ogni ordine d’istruzione un bel voto si prende molto più facilmente di un tempo; anche perché, se così non fosse, il numero dei “non ammessi” all’anno successivo dovrebbe essere forse doppio (o triplo) rispetto a quello attuale. Da almeno tre decenni il Ministero della Pubblica Istruzione (che oggi non si chiama nemmeno più così) profonde sommi sforzi per far comprendere agli insegnanti che le bocciature non sono gradite “colà dove si puote”.

Gli insegnanti, troppo spesso lontani dal possedere un cuor di leone, si adeguano. E le promozioni fioccano, aumentando di anno in anno, proporzionalmente al diminuire del livello culturale degli alunni. Tanto l’importante è superare i quiz Invalsi. Una realtà che supera di molto la fantasia di Carlo Collodi, che nel “Paese di Acchiappacitrulli” rappresentò un mondo alla rovescia, dove, per uscire di galera, Pinocchio deve dichiarare di essere un malandrino: mondo sinistramente simile all’Italia di oggi, purtroppo.

Tutti promossi, la Scuola finta che sforna analfabeti futuri operai - 4.3 out of 5 based on 6 votes
Pagina 1 di 12