PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

Tula, Sardegna: operaio perde lavoro e casa, i concittadini gliela ricomprano.

  • Economia
  • Tula, Sardegna: operaio perde lavoro e casa, i concittadini gliela ricomprano.

Si chiama Tomasino, è un operaio di 56 anni, vive a Tula (provincia di Sassari) ed è sposato e con due figli. La sua è una storia di solidarietà e amicizia bellissima: dopo aver perso il lavoro, e nell’impossibilità di sostenere il pagamento delle rate del mutuo, l’uomo è rimasto anche senza casa, il frutto di anni e anni di sacrifici. A quel punto però sono scesi in campo i suoi concittadini, che dopo aver fatto una “colletta” hanno ricomprato l’immobile e gliel’hanno restituito a seguito del pignoramento da parte della banca erogatrice del finanziamento. La storia di Tomasino e della sua comunità è un esempio di solidarietà in tempi dominati dall’egoismo.

“È stata una mobilitazione straordinaria – racconta il sindaco. – Noi come amministratori abbiamo cercato, in maniera discreta, di sollevare il problema. Tutti si sono impegnati ed in pochi mesi si è raggiunta la cifra per salvare la casa di
Tomasino”.

Il sindaco di Tula, Gino Satta, è stato uno dei primi a muoversi, rivolgendosi direttamente ai cittadini e alle associazioni: “Facciamo tutti qualcosa per salvare la casa dell’operaio Tomasino”. La risposta è stata immediata e commovente: le associazioni, la chiesa e i comitati delle feste si sono mossi con determinazione nella raccolta dei fondi.

E quando è arrivato il giorno dell’asta, col prezzo fissato a 27 mila euro, i soldi c’erano tutti. Raccolti in tempo record con lotterie, sottoscrizioni e ricavato delle sagre. La casa è stata acquista dai concittadini di Tomasino e donata al vecchio proprietario.

Tomasino e la sua famiglia potranno restare tra quelle mura. Hanno lottato tanto per averle e oggi, grazie alla loro comunità, possono ancora chiamarle casa.

condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

articoli correlati

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

Chiudi il menu
Close Panel