PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

Denaro a prestito e Signoraggio: un terrorismo inutile.

Stefanorofena1

Girano molti discorsi che demonizzano gli interessi sul denaro a prestito e non senza molte ragioni. Ma vediamo come non farci assalire dalla rabbia per impotenza.

Prima di tutto non è vero che pagare interessi sia l’unico modo per avere denaro.

Ecco 5 modi di avere denaro:

1) in dono;

2) in cambio di prestazioni;

2) in prestito senza interessi;

3) in società;

4) in prestito con interessi (anche “a strozzo”.)

Vediamoli in dettaglio.

Denaro in dono:

Lo si ottiene molto spesso. Dai genitori, fratelli parenti e amici quando siamo piccoli o quando riceviamo un aiuto o un’eredità. Un altro esempio che non sia “assistenzialistico”? Quando facciamo un progetto così entusiasmante e che muove il sentimento delle persone verso un futuro di amore e benessere per il prossimo. Può essere a favore di tutti o di una categoria di persone svantaggiate od oppresse, delle quali il donatore può anche non far parte ma verso le quali si sente in empatia, o ci entra in empatia grazia al nostro progetto. Esistono molti modi per far conoscere queste iniziative e trovare donatori. Per esempio il “Crowd funding” (si veda sul web) oppure il buon vecchio passa-parola.

Ma se non siamo in grado di avere un progetto che smuova l’amore, non andiamo cercando denaro in dono. Il denaro donato senza amore e non verso l’amore, andrà in malora. Garantito.

Denaro in cambio di prestazioni, anche detto denaro di scambio:

È forse il più comune modo per avere denaro. Do ut des. Ti dico grazie e tu mi dici prego.

Denaro in prestito senza interessi:

Lo trovate anche da Banca Etica, per esempio. Molti correntisti di questa banca o di altre simili dove – nota bene – è possibile indicare dove si vuole che vengano investiti i soldi che si lasciano in deposito, non chiedono interessi per denaro prestato a certe iniziative, in genere di sviluppo sociale, umanitario o artistico.

Stesso discorso di sopra: se il nostro progetto o necessità sono speculativi a vantaggio personale, non andiamo cercando prestiti a interessi zero.

Denaro conferito in società:

Un investitore può a tal punto apprezzare un progetto di impresa da decidere di partecipare al suo rischio. Conferisce soldi in cambio di una percentuale sulle quote della società. Se il progetto riesce e la società guadagna p.es. il doppio di quanto investito, anche il capitale dell’investitore raddoppierà; se perde, perderà in percentuale.

Se non siamo capaci di fare progetti di impresa in grado di attrarre investitori che vogliano partecipare in quota percentuale, non lamentiamoci di non trovarne. Questi investitori esistono e sono tanti. Capitali vogliosi di moltiplicarsi stanno dietro ogni angolo. Magari averne progetti etici moltiplicatori! Per imprese moltiplicatrici di capitali non etiche, prego rivolgersi a Malavita SpA.

Arriviamo al denaro in prestito CON interessi:

Lo troviamo nelle comuni banche commerciali o presso altri investitori che NON vogliono partecipare al rischio d’impresa e, proprio per questa assenza di rischio, si accontentano di un rendimento modesto ma certo. Se un imprenditore chiede denaro è perché prevede di ricavarne ben più dell’interesse che dovrà restituire oltre al capitale.

Gli imprenditori “bravi” sono quelli che ottengono buoni rendimenti dai capitali che utilizzano; lo raddoppiano, lo moltiplicano. Rendimenti positivamente distanti dal 7, 10 o 15% di interesse passivo che pagheranno. Se l’impresa che avete in mente prevede un notevole rischio e dei rendimenti che non sono molto superiori agli interessi, desistete. Cercate un lavoro da dipendenti. Potreste non essere abili come credete (l’ego degli imprenditori che hanno già avuto un certo successo in un’altra impresa è sempre gonfio) oppure potreste essere vittima di eventi imprevisti o incontrollabili per dimensioni, come per esempio una bella crisi internazionale.

Oppure siete disperati per necessità impellenti. Se decidete di rivolgervi a strozzini, lo sapete come andrà a finire. Ogni tanto la cronaca ci riporta casi di persone che hanno il coraggio di denunciare lo strozzino invece di suicidarsi. Ma perché gli ha chiesto i soldi, prima? Semplice: perché non aveva amici o parenti o conoscenti che lo amassero al punto di aiutarlo. Questa terribile circostanza non si crea in un giorno e non per caso. Ci vuole una vita per allontanare da sé o non attrarre persone amorevoli. O potrebbe essere un debito karmico. Dipende. So solo che ho conosciuto e pianto persone suicide per questi motivi e ogni volta ho detto: qualcosa si poteva fare. Altre volte ho aiutato finanziariamente amici in difficoltà prima che diventassero serie. Ho perso i soldi e gli amici, come purtroppo pare sia sovente. Oggi penso che se non li vedo più io ho perso un amico, ma loro hanno perso anche un finanziatore. Se si è capaci di bruciarsi anche queste amicizie allora la mancanza di soldi è l’effetto, non la causa della disperazione.

Il signoraggio. Se è vero che le banche centrali stampano denaro al costo tipografico e poi lo prestano al valore nominale e in più chiedono gli interessi… chissenefrega.

Perché chissenefrega?

1) abbiamo visto che non è l’unico modo per avere denaro. La massa di denaro già in circolazione è tale che si possono fare investimenti faraonici senza bisogno di stamparne altro.

2) sarebbe certo bellissimo avere uno stato che, come un buon padre, dispensa denaro a rischio, a interessi zero o a fondo perduto per l’educazione, per i progetti di sviluppo economico, per l’arte ecc. invece di essere succube dei Grandi Poteri Occulti che mirano all’asservimento di tutto il Popolo tramite impoverimento, prima, e il prestito con interessi, poi.

Ma chi dovrebbe essere questo Stato-Padre? Noi stessi. Abbiamo visto che se un progetto di impresa è valido, non ci sono problemi a trovare soldi e neanche a pagare gli interessi, tanto sarà maggiore il guadagno futuro.

io broccolo smallMa se non siamo in grado – come Popolo – di creare sviluppo, quindi valore, cioè cose buone da mangiare, cose belle da vestire, opere d’arte da ammirare, servizi alla persona piacevoli da provare, luoghi curati con amore da vivere, potremmo pure avere una pioggia di denaro gratis. Questo non farà valore. Con quel denaro non troveremo nulla da comprare. E quello che la natura e i geni del passato ci hanno lasciato, può deperire e morire.

Conclusione positiva.

Non spendiamo tempo a trovare intelligenti ragioni per provare odio e rabbia verso i Grandi Poteri Occulti e il male che ci fanno.

Siamo nati in questo Sistema e chi è nato prima di noi stava anche molto peggio. Sappiamo come difenderci e sappiamo dai grandi progressi del passato che si può crescere nonostante le forze che ci opprimono. Niente pianti. Il Male non fa male a chi è forte. Se proprio non riusciamo ad avere idee e progetti positivi e validi, guardiamoci intorno con fiducia e seminiamo amore. Troveremo mille altre persone che hanno iniziato progetti, lavori, imprese piccole e grandi alle quali possiamo connetterci. Usiamo il passa-parola o internet. Quante volte abbiamo visto persone che sono partite con solo i vestiti indosso ad andare ad aiutare i più poveri. E sono felici anche senza “aifoncinque”.

Persone che si sono coltivate e oggi possono dare un sorriso, una mano, un pensiero positivo, sono in grado di sollevare anche l’umanità-sanguisuga. Non sto parlando di coloro che soffrono per malattie o disgrazie. Dico coloro che soffrono per cattiveria, gli antipatici che emanano astio e odio proprio verso chi li potrebbe aiutare. Poi un giorno andremo a “salvare” anche il cuore dei finanzieri occulti nei loro grattacieli di ferro e vetro.

Mi viene da parafrasare il detto di vecchi “ardimentosi a sproposito”: Credere, Amare, Imprendere!

 

Stefano Rofena

condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

articoli correlati

Corsi Online
Una nuova sezione in costante aggiornamento dalla quale è possibile seguire alcuni dei nostri corsì online.
Maggiori informazioni
Corso Online: "I Rapporti Con Gli Altri"
Grandi sfide e grandi opportunità. Un esame approfondito del più difficile ambito della nostra vita:
la rete delle nostre
relazioni umane.
Con Fausto Carotenuto
Maggiori informazioni
Corso Online: "Angeli - La Loro Presenza
Nella Nostra Vita"
Chi sono e cosa fanno,​
come riconoscerli e comunicare con loro.​
Con Fausto Carotenuto
Maggiori informazioni
Corso di Sviluppo dei Talenti Spirituali
Un importante percorso di approfondimento e di sviluppo dei talenti speciali che ognuno di noi porta con se per contribuire al benessere ed alla crescita della rete umana.
A cura di Fausto Carotenuto
Maggiori informazioni
Seminari e Conferenze
Consulta il nostro calendario aggiornato per vedere gli eventi in programma in Italia.
Maggiori informazioni
Corsi Avanzati
A seguito del percorso biennale “Sviluppare i Propri Talenti Spirituali” è possibile accedere ad un terzo anno con due possibili specializzazioni annuali:
Master dell’Accademia dell’Arte e Master dell’Accademia della Salute.
Maggiori informazioni
Libri di Fausto Carotenuto
La nostra collana offre una serie di approfondimenti di facile accesso alle diverse tematiche spirituali affrontate nei nostri corsi e seminari.
Maggiori informazioni
Precedente
Successivo

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali
Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali
Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.