Politica

La terra promessa

12 Maggio 2015 Scritto da Piero Cammerinesi
Pubblicato in Politica

Terra promessaIeri suona il campanello di casa un giovane messicano - qui in Texas quella che era la minoranza ispanica è diventata maggioranza - per una riparazione domestica.

di Piero Cammerinesi (corrispondente dagli USA di Coscienzeinrete Magazine)

Houston, 8 Maggio 2015 - Il giovane è sveglio e brillante.

Si capisce che ha voglia di parlare, sa che sono italiano, parliamo prima in inglese ma ogni tanto scivoliamo verso lo spagnolo.

Si avventura pericolosamente in qualche frase in italiano.

La terra promessa - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Sparatoria a Dallas: 3 strikes contro la ragione

04 Maggio 2015 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Politica

SIOA6Visto il clima disteso, cosa hanno pensato di fare i "signori" della "American Freedom Defence Initiative"? Una bella gara di vignette satiriche su Maometto con Geert Wilders come ospite d'onore. Geert Wilders è una specie di Salvini olandese, ma che assomiglia stranamente al "cattivo" di "Bersaglio Mobile", un film di 007 di trent'anni fa.

Si presentano due (probabilmente islamici) con le pistole e sparano ad una guardia.

La polizia li fa secchi subito, ed abbiamo dei bei titoloni che fanno il giro del mondo con l'ennesimo attacco islamico contro la libertà (la pagliacciata è stata voluta da un gruppo che si fa chiamare "Iniziativa di difesa della libertà americana"...). Ulteriore paura nei paesi occidentali. Strike one.

Non solo, i titoli sono accompagnati da foto di forze speciali steroidate che posano per le foto con aria truce ed armati davanti alle vignette su Maometto. Le foto fanno il giro del mondo insieme ai titoli, probabilmente provocando ulteriore rabbia in tutti i paesi islamici. Strike two.

SIOA7Le foto degli agenti speciali steroidati sono tutte di bianchi Big Jim che sembrano aver appena difeso la libertà americana dai cattivoni stranieri. Visti i disordini delle ultime settimane, dovuti alla reazione delle minoranze ai soprusi di poliziotti (bianchi), ecco confezionato un bel messaggio al pubblico "interno", che dice forte e chiaro: "beh si, questi ragazzi ogni tanto esagerano, ma in fondo sono sempre sul chi vive, e quando conta ci difendono dai veri cattivi". Strike three.

Siamo un po' troppo prevenuti? Vediamo complotti ovunque? Forse, ma forse no. Andiamo a vedere chi sono questi della "American Freedom Defense Initiative"? Ma si, dai, diamo un'occhiata, anche perchè abbiamo notato che tutti i giornali riportano questo nome altisonante e che richiama alti ideali, ma si sono ben guardati dal dirci chi sono veramente questi "signori". Una volta visto di chi si tratta, si capisce bene che questa, tra le psyop che ci propinano ormai quotidianamente, è veramente ridicola.
SIOA8

 

Sparatoria a Dallas: 3 strikes contro la ragione - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Riforma elettorale 2015 e Italicum: Intervista al prof. Alessandro Arienzo

30 Aprile 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

CIR ItalicumAlessandro Arienzo è professore associato di Storia delle Dottrine Politiche presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II" e ha gentilmente risposto alle nostre domande circa la riforma elettorale "Italicum".

Ci spiega, in breve, cos'è la riforma elettorale Italicum e come funziona?
Con Italicum si intende la proposta di (ora è legge, NDR) riforma del sistema elettorale italiano, ossia una proposta di legge che norma le procedure per la elezione dei rappresentanti alla Camera dei Deputati. L'Italicum prevede innanzitutto una revisione dei collegi elettorali che passano dagli attuali 27 a 100. Questo non modifica il numero dei rappresentanti ma semplicemente rende più piccoli i bacini territoriali nei quali questi vengono eletti. L'Italicum prevede un meccanismo elettorale in due turni ed è fortemente maggioritario, ossia alla lista che raccoglie più voti è attribuito un premio di maggioranza.

Riforma elettorale 2015 e Italicum: Intervista al prof. Alessandro Arienzo - 4.0 out of 5 based on 1 vote

Il significato della costituzione: il bellissimo discorso di Calamandrei

29 Aprile 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

Calamandrei1Discorso sulla Costituzione
Di Piero Calamandrei

Il discorso qui riprodotto fu pronunciato da Piero Calamandrei nel salone degli Affreschi della Società Umanitaria i26 gennaio 1955 in occasione dell'inaugurazione di un ciclo di sette conferenze sulla Costituzione italiana organizzato da un gruppo di studenti universitari e medi per illustrare in modo accessibile a tutti i principi morali e giuridici che stanno a fondamento della nostra vita associativa.

Il significato della costituzione: il bellissimo discorso di Calamandrei - 3.8 out of 5 based on 4 votes

Deriva autoritaria di Renzi in corso. Attendiamo ora le reazioni dei benpensanti, partigiani un giorno e fascisti il resto dell'anno

29 Aprile 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

CIR RenziduxIl ministro Boschi ha dato l'annuncio che solo Mussolini e il governo Tambroni (per la "legge truffa") avevano osato fare davanti al Parlamento: "A nome del governo pongo la questione di fiducia".

Deriva autoritaria di Renzi in corso. Attendiamo ora le reazioni dei benpensanti, partigiani un giorno e fascisti il resto dell'anno - 5.0 out of 5 based on 2 votes

25 Aprile – Viva la Liberazione Interiore !

24 Aprile 2015 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Politica

liberazioneI resistenti veri li hanno fatti fuori o sono morti: Moro, Dalla Chiesa, Pecorelli, Mattei, Pertini … e tanti altri.

I governi e le alte cariche sono da allora completamente nelle mani dei poteri di un vero e proprio Quarto Reich europeo falsamente democratico.

Ora questi burattini di poteri oscuri occupano i palchi ed i media per fare vomitevoli discorsi che abusano in modo strumentale ed ipocrita dei grandi temi della Libertà e dei valori della Resistenza.

Sepolcri imbiancati… c’è chi sa cosa veramente passa nel vostro cuore, ed un giorno vi presenterà l’amaro conto della vostra egoistica e profonda ignoranza civile e spirituale.

A noi non spetta presentarvi il conto, che è un fatto interiore legato alla evoluzione di noi tutti. Ma certamente a noi il dovere di difendere la Verità ed i valori di Libertà, Amore, Armonia Sociale, Rispetto della Dignità e della Evoluzione di tutti, Amore per Madre Terra e per tutte le sue Creature.

 

25 Aprile – Viva la Liberazione Interiore ! - 4.1 out of 5 based on 14 votes

Siria: «Se l’Arabia Saudita ci attacca la puniremo come merita»

24 Aprile 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

BasharUn alterco tra il rappresentante della Siria e dell'Arabia Saudita, ha segnato la sessione speciale dell'Assemblea Generale, a New York, nella notte tra Martedì a Mercoledì.

«La Siria taglierà la mano dell'Arabia Saudita, se prova ad avvicinarsi», ha avvertito il rappresentante permanente della Siria all'ONU, Bashar al-Jaafari in risposta al suo omologo saudita, Abdullah al-Mouallemi che aveva appena proposto l'invio di forze comuni arabe-islamiche per "aiutare le aspirazioni dei siriani" - ovvero per dar man forte ai terroristi e all'IS.

Siria: «Se l’Arabia Saudita ci attacca la puniremo come merita» - 4.0 out of 5 based on 1 vote

Numeri drammatici, praticamente simili a quelli dell’emergenza che viene dal nord-Africa

24 Aprile 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

Rifugiati UcrainaMentre l'Europa, dopo anni di menefreghismo e indifferenza, si interroga su come sarà possibile accogliere oltre un milione di disperati che fuggono dalle guerre in Africa e dall'avanzare del terrorismo islamico, nell'ultimo anno c'è stato un flusso simile di persone che si è spostata verso altri paesi, ignorato dai media occidentali e da gran parte della comunità internazionale. Quasi a testimoniare come la morbosa attenzione mediatica di questi giorni sul tema faccia parte di un'ampia operazione di distrazione di massa da quelli che sono i veri problemi che affliggono l'Unione Europea.

Numeri drammatici, praticamente simili a quelli dell’emergenza che viene dal nord-Africa - 5.0 out of 5 based on 3 votes

Una nuova Etica per una nuova Politica – Come sarà la Società del Futuro

23 Aprile 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

Trappole e opportunità positive dell'agire politico-spirituale - Gli Strumenti dell'Azione Politico-Spirituale

8-10 maggio 2015 - Condotto da Fausto Carotenuto

 

gerusalfuturoSeminario Finale del Master biennale di Scienze Politico Spirituali di Coscienze in Rete 2013-2015

 

La partecipazione al seminario è aperta in qualità di osservatore anche a chi non ha partecipato al Master.

Conoscenza politico-spirituale dei principali settori di intervento della politica nella organizzazione sociale. (Giuridico, Culturale e Artistico, Economico, Ambiente, Medicina e Terapie Complementari, Agricoltura, Alimentazione, Ambiente, Forme Pensiero, Problemi Globali, Comunicazione)

 

 

 

 

 

 

Una nuova Etica per una nuova Politica – Come sarà la Società del Futuro - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Beni per tre milioni sequestrati all'ex vescovo di Trapani Miccichè

22 Aprile 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

Vescovo TrapaniNell'ambito dell'indagine che lo vede indagato per appropriazione indebita e malversazione.

TRAPANI. Una nuova perquisizione è stata eseguita nell'abitazione di Monreale dell'ex vescovo di Trapani, Francesco Miccichè. Uomini delle sezioni di pg del corpo forestale e della finanza, coordinati dalla Procura del capoluogo, hanno sequestrato arredi sacri, argenteria e titoli di credito per cifre da capogiro: circa tre milioni di euro.

Beni per tre milioni sequestrati all'ex vescovo di Trapani Miccichè - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Appello sull'incostituzionalità della chiamata diretta dei docenti della VERA SCUOLA pubblica.

21 Aprile 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

LaverascuolaIl Disegno di Legge di Riforma Scolastica che sta per essere esaminato alla Camera dei Deputati è l'ennesimo atto di distruzione della scuola pubblica italiana? I docenti la pensano così. Troppi poteri e nessun controllo ai dirigenti scolastici, che potranno formare delle "cricche" con vari scopi non dichiarati: dalla depredazione (furto) delle risorse economiche all'aumento del clientelismo.

L'ennesima vergogna.

Per questo riportiamo qui sotto il testo della petizione e dell'appello dei professori al Presidente della Repubblica. 

Appello sull'incostituzionalità della chiamata diretta dei docenti della VERA SCUOLA pubblica. - 3.0 out of 5 based on 1 vote

L'Italia ed il Totalitarismo - 2. Modelli economici

21 Aprile 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

CIR Solange Video2Non viviamo in democrazia, ma in un sistema che può essere definito "totalitarismo rovesciato". Solange Manfredi continua la sua analisi lucida ed approfondita. Un lavoro veramente notevole e fondamentale per chi voglia cominciare a comprendere più a fondo le dinamiche reali del potere. Se non hai visto il primo video, per comprendere cosa sia, questo totalitarismo rovesciato, clicca QUI.

Quando e come l'economia e la finanza sono diventate la mano invisibile delle politiche pubbliche?

Quale modello economico abbiamo oggi?

Ma, sopratutto, a cosa servono veramente l'Austerity e la Spendind review?

Per capirlo dobbiamo fare un salto indietro, ovvero dobbiamo andare ad analizzare, seppur sinteticamente, i modelli economici che si sono succeduti, nell'ambito ovviamente dell'alleanza occidentale, a livello internazionale e nazionale.

L'Italia ed il Totalitarismo - 2. Modelli economici - 4.5 out of 5 based on 2 votes

Migranti - Quanti Charlie Hebdò? Quante torri gemelle?

20 Aprile 2015 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Politica

migrantsTragedie su tragedie su tragedie. Morti a migliaia. Scappano dalla guerra, dai soprusi, dalla fame. E noi li guardiamo morire.

Le condizioni che costringono queste persone a scappare dalle loro terre sono create sempre dagli stessi poteri oscuri che dirigono la nostra economia.

Alimentate dagli stessi odi, dalle stesse volontà predatorie, e create con soldi che partono da occidente e dalla penisola arabica per foraggiare signori della guerra, Isis e quant'altro.

Migranti - Quanti Charlie Hebdò? Quante torri gemelle? - 5.0 out of 5 based on 3 votes

IL SIGILLO DEI GESUITI SULLA VISITA DI RENZI NEGLI USA

17 Aprile 2015 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Politica

CIR Renzi georgetownNon si nascondono più ormai. Ogni occasione serve a dire a tutti: questo è un uomo nostro, ora comandiamo noi: abbiamo il Papato, la Presidenza degli Stati Uniti, la BCE, la Presidenza della Repubblica italiana, le principali istituzioni europee, il controllo della finanza mondiale che conta, ecc...
Sì, parliamo proprio dei gesuiti, che hanno ormai piegato ai loro voleri una parte importante della massoneria internazionale e per il momento sbaragliato le piramidi conservatrici della destra americana, europea e vaticana.

La loro creatura Renzi è il frutto di una lunga educazione cominciata nei ambienti cattolici giovanili e poi proseguita perfino con gli esercizi spirituali annuali di Loyola, e quindi di una carriera politica fulminante costruita interamente sulla rete di influenze gesuitico-massoniche. Sfoderata in pochi anni con una tale potenza di fuoco da saltare qualsiasi processo democratico e da annichilire qualsiasi altra forza politica. Fuori o dentro al PD.

IL SIGILLO DEI GESUITI SULLA VISITA DI RENZI NEGLI USA - 2.3 out of 5 based on 4 votes

Sicuri che siamo in democrazia? L'Italia e il totalitarismo

13 Aprile 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

Solange videoL'Italia è ancora una Repubblica democratica?

La risposta è no.

Nel nostro paese vige una nuova forma di potere: il totalitarismo rovesciato

Cosa significa rovesciato? Cosa ha a che vedere ciò, con l'analfabetismo politico? Perchè crediamo di essere in democrazia? Cosa ha a vedere tutto ciò con le privatizzazioni e con le sentenze della corte costituzionale sul segreto di stato e sul porcellum? 

Una nuova serie di video, di cui questo è il primo, in  cui Solange Manfredi, giurista, autrice di numerosi saggi tra cui PSYOPS, e docente dell'accademia di politica di Coscienzeinrete, ci mostra di cosa consiste questa nuova forma di potere; come, quando e perché si è imposta; come opera, quali sono i suoi strumenti, cosa vuole raggiungere e, sopratutto, come poterla contrastare. Buona visione

Sicuri che siamo in democrazia? L'Italia e il totalitarismo - 4.4 out of 5 based on 7 votes

Eurodeputato spagnolo nella stanza segreta del TTIP: "Mi hanno tolto carta e penna. Trattato come un criminale"

08 Aprile 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

TTIP deputato

Cecilia Malmström, commissaria Ue al commercio, ha un solo obiettivo in questo "mandato" Juncker: la conclusione del famigerato accordo di libero commercio con gli Stati Uniti, il TTIP, che la Commissione, nel nome di tutti i popoli europei, negozia segretamente con Washington.

L'anno scorso, Cecilia Malmström ha annunciato a sorpresa che ciascuno dei 751 eurodeputati avrebbe potuto accedere alla reading room, la stanza di sei metri quadri in cui si trovano i documenti classificati del TTIP. "Per maggiore trasparenza", aveva detto.

Ebbene martedì scorso, riporta eldiario.es, l'euro-deputato Ernest Urtasun, iscritto al Gruppo dei Verdi, ha fatto accesso alla famosa reading room. "L'esperienza è stata molto negativa", ha dichiarato. "Mi hanno tolto la penna, mi hanno tolto la carta dove avrei potuto scrivere e mi hanno rimosso il telefono. Si firma un documento riservato di 14 pagine, il tempo massimo è di due ore e durante quel periodo c'è un funzionario che controlla in modo permanente".

Eurodeputato spagnolo nella stanza segreta del TTIP: "Mi hanno tolto carta e penna. Trattato come un criminale" - 4.4 out of 5 based on 7 votes

L’afasia degli intellettuali europei.

04 Aprile 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

Afasia1In Kenya 147 vittime - quasi tutti studenti - dell'attacco terroristico compiuto nel college universitario nella città di Garissa.
L'attentato e la strage non hanno suscitato lo stesso scalpore di quelli di Charlie Hebdo a Parigi e del Museo del Bardo a Tunisi. Nessuna durissima presa di posizione contro il terrorismo da parte dei leader mondiali, nessuna marcia di solidarietà in programma.

Perchè è così? Una spiegazione ce la fornisce Aldo Giannuli, in questo suo articolo.

L’afasia degli intellettuali europei. - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Pessimo l'accordo nucleare con l'Iran: una volta tanto ha ragione Israele.

03 Aprile 2015 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Politica

CIR NetanyahuChi non conosce le sottigliezze e le doppiezze della politica iraniana e occidentale, può anche pensare che quello raggiunto ieri sul nucleare iraniano sia un buon accordo. Secondo il quale controlli internazionali strettissimi impediranno all'Iran di sviluppare la bomba atomica.
Per la Mogherini, la renziana "lady PESC" ministro degli esteri europeo," dopo questo accordo il Medio Oriente sarà più sicuro".
Ma non è affatto così, anzi proprio il contrario. Prima di tutto l'accordo non è stato ancora firmato e dovrebbe esserlo entro il 30 giugno. Conoscendo Teheran, non è affatto escluso che faccia ulteriori pressioni prima della firma.

Pessimo l'accordo nucleare con l'Iran: una volta tanto ha ragione Israele. - 4.3 out of 5 based on 6 votes