PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

Viene sorpreso mentre ruba rame in cantiere: il titolare lo assume.

  • Economia
  • Viene sorpreso mentre ruba rame in cantiere: il titolare lo assume.

Marcello MucciLavoravo come giardiniere e guadagnavo bene. Sono stato licenziato in tronco perché dopo un infortunio sul lavoro non ero più in grado di fare lavori pesanti”: sono queste le parole rilasciate al quotidiano “Il Tirreno” da Marcello Mucci, un uomo di 54 anni che la notte del 7 Aprile è stato sorpreso dal titolare Paolo Pedrotti mentre rubava rame all’interno della propria azienda.

 

L’uomo è stato denunciato per furto dopo aver rubato 20 chili di rame (per un valore totale di 50 euro) e per i 6000 euro di danni causati.

Seppur il 9 Aprile sia stato processato per direttissima e punito dal giudice con “l’obbligo di firma”, Mucci è riuscito ad ottenere un lavoro proprio dal titolare che l’aveva colto in flagrante: “È venuto a rubare con l’auto della moglie. Insomma, che delinquente può essere?», ha dichiarato Pedrotti al quotidiano.

«È semmai un’altra triste storia partorita dalla crisi e dalla disperazione. Il mio pensiero è andato subito ai suicidi di Civitanova Marche. Ho capito che è uno degli ‘ultimi’, che si è fatto il ‘mazzo’ per una notte intera per portare a casa un bottino da 50 euro».

Dal 2011 Mucci vive con 250 euro al mese,la pensione di invalidità della moglie, da cui bisogna togliere 100 euro per il mutuo, 50 euro per i debiti e altri 50 per le bollette; la famiglia, come dice lo stesso Mucci, mangia con 50 euro al mese. Ora lui e la moglie hanno un lavoro e dovranno andare a curare l’erba dell’azienda per 8 euro l’ora. L’uomo è estremamente contento della proposta di Paolo Pedrotti e ha affermato che “La accoglie a braccia aperte”.

Fonte: http://www.newslavoro.com/viene-sorpreso-mentre-ruba-rame-in-cantiere-il-titolare-lo-assume/

tags

condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

articoli correlati

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.