PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

Scientific American: “non abbiamo motivo di credere che il 5g sia sicuro”

  • Salute
  • Scientific American: “non abbiamo motivo di credere che il 5g sia sicuro”

In un articolo pubblicato di recente intitolato We Have No Reason to Believe 5G is Safe , la rivista Scientific American (SciAm) ha emesso un severo avvertimento sui noti e potenziali pericoli della tecnologia 5G .

Di particolare importanza è il fatto che SciAm è la più antica rivista scientifica mensile pubblicata negli Stati Uniti, fondata dall’inventore ed editore Rufus M. Porter nel 1845 e pubblicata mensilmente dal 1921. È una pubblicazione molto influente, ampiamente riconosciuta per il suo rigoroso standard scientifico, e lodata dai controllori dei fatti di oggi come altamente credibile e fermamente pro-scienza.

Nell’articolo il ricercatore di salute pubblica Berkeley Joel M. Moskowitz, della University of California, sostiene che il 5G, insieme alla precedente tecnologia Wi-Fi e cellulare, è molto più dannoso di quanto il governo e l’industria delle telecomunicazioni vogliano far credere al pubblico.

Le sue preoccupazioni principali riguardano un recente annuncio della FCC, reso noto in un comunicato stampa , che la FCC è prossima a riaffermare i limiti di esposizione alle radiazioni in radiofrequenza (RFR) che erano stati precedentemente adottati dalla Commissione negli anni ’90 … ben prima dell’introduzione del 5G, 4G, 3G, 2G e WiFi.

In breve, gli standard di sicurezza che la FCC desidera mantenere sono gravemente obsoleti.

Moskowitz osserva che i limiti di esposizione degli anni ’90 affrontano solo la singolare preoccupazione per i potenziali effetti dell’intensità dell’esposizione a RFR. Con la ricerca che ora abbiamo a disposizione, le preoccupazioni per la salute sono molto più ampie, tra cui un sincero rischio di cancro, tra le altre cose.

“L’ultima tecnologia cellulare, il 5G, utilizzerà per la prima volta onde millimetriche oltre alle microonde utilizzate per le tecnologie cellulari più vecchie, dal 2G al 4G. Data la portata limitata, il 5G richiederà antenne cellulari ogni 100-200 metri, esponendo molte persone alle radiazioni delle onde millimetriche. Il 5G impiega anche nuove tecnologie (ad es. Antenne attive in grado di formare fasci; array a fasi; massicci input e output, noti come MIMO massiccio) che pongono sfide uniche per misurare le esposizioni.

Le onde millimetriche vengono assorbite per lo più entro pochi millimetri dalla pelle umana e negli strati superficiali della cornea. L’esposizione a breve termine può avere effetti fisiologici negativi sul sistema nervoso periferico, sul sistema immunitario e sul sistema cardiovascolare. La ricerca suggerisce che l’esposizione a lungo termine può comportare rischi per la salute della pelle (ad es. Melanoma), degli occhi (ad es. Melanoma oculare) e dei testicoli (ad es. Sterilità).

I limiti di esposizione RFR della FCC regolano l’intensità dell’esposizione, tenendo conto della frequenza delle onde portanti, ma ignorano le proprietà di segnalazione della RFR. Insieme allo schema e alla durata delle esposizioni, alcune caratteristiche del segnale (ad es. Pulsazioni, polarizzazione)  aumentano gli impatti biologici e sulla salute . Sono necessari nuovi limiti di esposizione che spiegano questi effetti differenziali. Inoltre, questi limiti dovrebbero  basarsi su un effetto biologico , non su un cambiamento nel comportamento di un topo da laboratorio. ”~ Joel M. Moskowitz, Scientific American

Moskowitz cita anche l’International EMF Scientist Appeal , che elabora gli effetti pericolosi ormai noti della RFR:

“Numerose pubblicazioni scientifiche recenti hanno dimostrato che i campi elettromagnetici colpiscono gli organismi viventi a livelli ben al di sotto della maggior parte delle linee guida internazionali e nazionali. Gli effetti includono un aumento del rischio di cancro, stress cellulare, aumento dei radicali liberi dannosi, danni genetici, cambiamenti strutturali e funzionali del sistema riproduttivo, deficit di apprendimento e memoria, disturbi neurologici e impatti negativi sul benessere generale nell’uomo. Il danno va ben oltre la razza umana, in quanto vi sono prove crescenti di effetti dannosi per la vita sia delle piante che degli animali. “[ Fonte ]

Moskowitz sottolinea che “, gli scienziati che hanno firmato questo appello costituiscono probabilmente la maggior parte degli esperti sugli effetti delle radiazioni non ionizzanti. Essi hanno pubblicato più di 2.000 documenti e lettere sui campi elettromagnetici in riviste professionali.”Invitano i lettori e responsabili politici a prendere in considerazione il peso di oltre 500 studi di ricerca sul ritrovamento degli effetti nocivi biologici e sulla salute derivanti dall’esposizione a RFR “, Moskowitz ritiene che siano necessari studi più rigorosi prima che l’implementazione proceda.

n altre parole, la giuria scientifica è già convinta degli effetti dannosi della RFR e la FCC ha il dovere dovere di mettere la sicurezza pubblica al di sopra degli interessi dell’industria delle telecomunicazioni.

Moskowitz sottolinea che l’attuale ricerca scientifica è legittima, lasciando alla comunità scientifica la vera responsabilità di parlare di queste preoccupazioni.

“L’industria delle telecomunicazioni e i loro esperti hanno accusato molti scienziati che hanno studiato gli effetti delle radiazioni dei telefoni cellulari di” paura del cambiamento “sull’avvento del 5G della tecnologia wireless. Poiché gran parte della nostra ricerca è finanziata con fondi pubblici, riteniamo che sia nostra responsabilità etica informare il pubblico su ciò che la letteratura scientifica ci dice sui rischi per la salute derivanti dalle radiazioni wireless. ”~ Joel M. Moskowitz, Scientific American

I governi e i colossi delle telecomunicazioni vorrebbero dimostrare che il 5G è sicuro, ma molti scienziati e organizzazioni importanti e influenti definiscono il 5G come l’esperimento umano globale adottato senza il consenso della comunità scientifica .

Autore:

Terence Newton  è uno scrittore di   WakingTimes.com , interessato principalmente alle questioni legate alla scienza, alla mente umana e alla coscienza umana.

Questo articolo ( Scientific American, the Oldest US Monthly Magazine, Issues Severe Warning on 5G ) è stato originariamente creato e pubblicato da  Waking Times  ed è pubblicato qui sotto una  licenza Creative Commons  con attribuzione a  Terence Newton  e  WakingTimes.com . Può essere ripubblicato liberamente con l’attribuzione corretta, la biografia dell’autore e questa dichiarazione sul copyright. 

Fonte

Può interessarti anche:

condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

articoli correlati

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

Chiudi il menu
Close Panel