PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

“Non voglio morire coi soldi in banca”. L’imprenditore pensa ai bebè degli operai, assegno per 7 anni

  • Economia
  • “Non voglio morire coi soldi in banca”. L’imprenditore pensa ai bebè degli operai, assegno per 7 anni

“Non voglio morire coi soldi in banca”. Ma non è l’unico motivo che ha spinto l’imprenditore Vinicio Bulla della Rivit di Caltrano a pensare al bonus bebè per i propri dipendenti. “I nostri paesini non devono morire, quindi che i soldi restino in azienda e a chi produce”, ha spiegato ai microfoni di TgrVeneto, destinando un assegno ai nascituri dei propri operai.

Dopo l’asilo nido e la scuola materna (che dallo scorso anno vengono pagati per intero dalla ditta), arriva l’assegno ai 150 dipendenti che faranno un figlio. L’importo varierà dai 250 ai 500 euro al mese per sette anni.
Una notizia che in azienda, ‘piantanta’ a Caltrano da più di quarantanni e diventata leader mondiale  nella produzione di tubi in acciaio  è arrivata per mezzo di una circolare.
Sbalorditi e contenti i dipendenti, “ora mi salutano ancora più contenti”,  potranno considerare questo aiuto in più nel far volare una cicogna.

Fonte: https://www.altovicentinonline.it/attualita-2/caltrano-non-voglio-morire-coi-soldi-in-banca-pensa-ai-bebe-degli-operai-assegno-per-7-anni/?fbclid=IwAR2V7WayqFh_8g5IGOWlqUmqGTdR4xw3gHLtf6LgDuFEYZZrUEisEE90-sw

condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

articoli correlati

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

Chiudi il menu
Close Panel