PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

Lavaggio magnetico del sangue: presto la sperimentazione

  • Salute
  • Lavaggio magnetico del sangue: presto la sperimentazione

Un ingegnere britannico ha trovato il modo di filtrare le cellule indesiderate dal sangue usando i magneti e il suo strumento potrebbe essere utilizzato negli studi clinici già dal prossimo anno.

Grazie a ricerche esistenti, lo scienziato biochimico George Frodsham sapeva che era possibile forzare le nanoparticelle magnetiche a legarsi a cellule specifiche del corpo. Ma mentre altri ricercatori hanno usato il metodo principalmente per far apparire quelle cellule nelle immagini, Frodsham si è chiesto se la stessa tecnica potesse consentire ai medici di rimuovere le cellule indesiderate dal sangue.

“Quando qualcuno ha un tumore, lo tagli”, ha detto a The Telegraph. “Perchè non fare qualcosa di simile col tumore del sangue?”

A tal fine, ha creato MediSieve, una tecnologia di trattamento che funziona in modo simile alla dialisi, rimuovendo il sangue di un paziente e infondendolo con nanoparticelle magnetiche progettate per legarsi a una specifica malattia. Quindi utilizza i magneti per estrarre e intrappolare quelle cellule prima di pompare nuovamente il sangue filtrato nel paziente.

L’idea è che i medici potrebbero far scorrere il sangue di una persona attraverso la macchina più volte fino a quando i loro livelli di malattia non sono abbastanza bassi da essere spazzati via dai farmaci o dal sistema immunitario del paziente.

Il team di Frodsham è attualmente in attesa di approvazione da parte dell’Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari del Regno Unito per testare il sistema su pazienti infetti dal parassita della malaria, che è naturalmente magnetico grazie al consumo del proprio prodotto di scarto a base di ferro.

La sperimentazione umana potrebbe iniziare nel 2020, e se tutto andrà bene, una seconda sperimentazione che testerà MediSieve su batteri che causano la sepsi potrebbe seguire nel 2021.

“In teoria, si può estrarre qualsiasi cosa”, ha detto Frodsham a The Telegraph. “I veleni, i patogeni, i virus, i batteri, possiamo rimuovere tutto ciò a cui possiamo legare le particelle magnetiche. Quindi è uno strumento potenzialmente molto potente “.

Fonte: https://futurism.com/neoscope/engineer-pull-diseases-blood-magnets

condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

articoli correlati

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

Chiudi il menu
Close Panel