PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

L’inferno del giocatore d’azzardo

  • Salute
  • L’inferno del giocatore d’azzardo

l inferno del giocatore dazzardo2Anche i media nazionali cominciano ad accorgersi che il gioco d’azzardo è in tutto e per tutto una droga. a questo proposito pubblichiamo un articolo apparso oggi sul quotidiano “La Stampa”, contenente delle interviste a giocatori patologici. Dobbiamo essere coscienti dei rischi e dei danni provocati. Soprattutto sapendo che la spinta data al gioco negli ultimi anni, non è casuale, ne dettata dalle mere logiche di profitto. Bensì un altro fronte dell’attacco alle coscienze.


Di Dario Migliardi. 

Si inizia a giocare puntando pochi euro alle slot machine. Si spera di vincere, poi è il gioco che cattura il giocatore e da qual momento nei soggetti psicologicamente più deboli, si diventa dipendenti. La storia di due giocatori anonimi che hanno perduto le proprie liquidazioni, si sono indebitati con banche e finanziarie rovinando la propria vita e quella delle persone più care. I consigli del criminologo Mauro Croce che spiega come difendersi dal gioco senza criminalizzarlo. La testimonianza di chi è uscito del gioco compulsivo. Una telecamera nascosta ha girato in queste settimana in alcune sale giochi, tabaccherie ma anche all’interno di di supermercati dove si può liberamente giocare alle slot machine. In attesa di una Legge presentata lo scorso aprile che possa disciplinare e tutelare le fasce più vulnerabili.

VIDEOINCHIESTA – PRIMA PARTE

VIDEOINCHIESTA – SECONDA PARTE

VIDEOINCHIESTA – TERZA PARTE


fonte: http://multimedia.lastampa.it/multimedia/torino/lstp/156688/?pgm=1

sito Giocatori Anonimi: http://www.giocatorianonimi.org/

Altri articoli di Coscienzeinrete Magazine sul gioco d’azzardo:

Il gioco d’azzardo: nuova devastante frontiera dell’attacco alle coscienze

Le razzie protette dei vampiri del gioco d’azzardo. Ancora regali ai biscazzieri.

Il gioco d’azzardo Patologico


condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

articoli correlati

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.