PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

Cos’è la certificazione Kosher?

KosherPer kosher si intende l’insieme delle regole religiose che stanno alla base dell’alimentazione del popolo ebraico osservante. La parola “kosher” o “kasher” significa “conforme alla legge”, “adatto”, “consentito”.

Con il termine kasheruth si indicano le regole alimentari della religione ebraica stabilite nella Torah scritta, il testo sacro ebraico e sono state tramandate fino ad oggi. Secondo queste norme alcune categorie di cibi non sono considerate kosher, tra i quali si trovano alcuni animali come il maiale, alcune tipologie di uccelli e pesci, la maggior parte degli insetti e qualsiasi crostaceo, mollusco o rettile. Non è poi consentito il contatto tra carne e latticini, e vengono inoltre dettate regole precise per la macellazione degli animali.

Animali permessi

Gli animali permessi sono quelli che sono ruminanti e che hanno lo zoccolo fesso cioè spaccato in due parti, come la mucca, il vitello, la pecora, la capra ecc. Gli animali NON permessi sono quelli che non hanno entrambi i segni…come ad esempio, il coniglio,il maiale, il cavallo etcc.

Sono esclusi dalla cucina ebraica, ad esempio, tutti gli animali definiti impuri (quelli con lo zoccolo o l’unghia fessi e che non ruminano), animali marini senza squame e senza pinne (non sono consentiti né crostacei né molluschi), uccelli rapaci e rettili. (fonte: http://www.italykosherunion.it/highlights/cose-il-kosher/)

La certificazione kosher si ottiene in seguito di un iter di controllo da parte di un ente rabbinico, che supervisiona la produzione di un alimento al fine di garantire che esso sia kosher. Un rappresentante del rabbino in questione effettua frequenti e regolari controlli nello stabilimento, senza preavviso, allo scopo di verificare che non ci siano stati cambiamenti che possano compromettere il suo stato di kosher. La certificazione ha una scadenza e va periodicamente rinnovata; può anche venire revocata in qualsiasi momento.

L’estrema rigidità di queste norme costituiscono una tutela per il consumatore indipendentemente dalla sua religione e, nel tempo, hanno reso la certificazione Kosher un marchio di qualità riconosciuto in tutto il mondo. In alcuni paesi come l’America, infatti, i maggiori consumatori di prodotti Kosher non sono Ebrei, ma persone di qualsiasi religione che ricercano in tale marchio una garanzia di qualità, genuinità e purezza. (fonte: http://www.italykosherunion.it/highlights/cose-il-kosher/)

tags

condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

articoli correlati

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri contenuti settimanali

Apprezziamo e rispettiamo i tuoi dati personali e la privacy. Inviando questo modulo, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con questi termini. Ti ricordiamo che utilizziamo la nostra Newsletter semplicemente per offrire un servizio in più ai nostri lettori, non cederemo mai il tuo indirizzo a terze parti per nessuna ragione. Leggi la nostra Privacy Policy.

Chiudi il menu
Close Panel