Il dilemma Bergoglio: “santo prima di subito”?

19 Marzo 2013
Pubblicato in Spiritualità

BergoglioParla bene, dice cose meravigliose…

Una grande capacità di comunicare in modo semplice forme pensiero buone ed importanti. La povertà della Chiesa e l’attenzione verso i poveri, lo spirito di servizio, verità bontà e bellezza, il Cristo al centro dell’attenzione e non la Chiesa, ecc.

Semplicità di modi e riduzione degli orpelli.

Questo piace molto, e crea entusiasmi.

Ma è sufficiente a giustificare questi entusiasmi?

Habemus Papam: i gesuiti al potere

12 Marzo 2013
Pubblicato in Politica

bergoglio2Eletto Papa il gesuita Bergoglio. La Compagnia di Gesù agguanta il Soglio di Pietro.

Ora i gesuiti hanno in mano praticamente quasi tutto. Si completa un vero e proprio risiko del fronte gesuita-massonico a livello mondiale. Sono dalla loro parte il nuovo Papa, Obama, Draghi della BCE, il Presidente europeo Van Rompuy, il presidente del Consiglio Italiano Monti, e tanti altri... Nelle loro mani gran parte della finanza internazionale. Centinaia di università e di centri di ricerca.

Il conclave è stato brevissimo. Era già tutto deciso. I gesuiti avevano già sostanzialmente distrutto le altre correnti durante il papato di Ratzinger.

Chi ha “indebolito l’anima” del Papa?

11 Febbraio 2013
Pubblicato in Politica

papadeboleCerto non fa un gran bella figura… la gente è perplessa. Come... fino ad oggi un Papa muore Papa… anche a costo di stare sulla croce della sofferenza fino alla morte. Perché l’investitura papale comporta una sorta di santificazione che è immortale. Non è un burocrate, nella visione cattolica. E’ il Vicario di Cristo. E Cristo l’amaro calice della sofferenza fisica lo ha bevuto fino in fondo. “Dalla Croce” non si scende. Questo ha rimarcato con evidente disapprovazione il cardinale di Varsavia, ex segretario di Giovanni Paolo II.

Dal Papa ci si aspetta una qualche virtù eroica. Ed ora la macchina di comunicazione del Vaticano vuole che la gente creda che l'eroismo di questo Papa si manifesti fulgidamente nel "mettersi a riposo".

Ma che sarebbe fisicamente invecchiato Ratzinger lo sapeva anche prima di accettare di diventare Papa. Non pensiamo che il suo incarico fosse per lui condizionato al mantenimento di sufficienti forze fisiche.

Ma occorre fare grande attenzione, perché il Papa tedesco dice anche un’altra cosa, che nessuno finora ha rimarcato.

Non è mica solo il Papa a saltare...ora arriva anche Finmeccanica. Ma che c'entrano?

12 Febbraio 2013
Pubblicato in Politica

non è la vecchiaia1Non è la vecchiaia...

Lo scontro tra le due principali piramidi vaticane, quasi sempre sotterraneo, giunge finalmente al suo culmine ed esplode sulla scena pubblica, con dimissioni papali che in duemila anni di storia si verificano solo quando la stessa esistenza della Chiesa è messa in pericolo. Una cosa epocale. 

La piramide che potremmo genericamente definire opusdeista, dominante fin dall'elezione di Giovanni Paolo II°, sembra essere uscita sconfitta su tutta la linea, grazie agli uomini della piramide gesuita, che hanno chiuso il cerchio, occupando con la loro famosa "invisibilità", i gangli del potere economico e politico internazionale, in maniera così efficiente da riuscire a dare, con queste dimissioni, il segnale della vittoria completa.

 

 

Il grande imbroglio della finta “Casa di Dio” viene sempre più alla luce.

30 Maggio 2012
Pubblicato in Politica

Lo scontro tra feroci piramidi di potere svela una parte dei loro indicibili retroscena.

draghidueQuando le piramidi oscure si scontrano tra di loro per la gestione di certi grandi poteri di manipolazione, come di questi tempi... E quando una delle due, quella gesuitico-massonica, è in modo vincente all’attacco dell’altra, quella opusdeista-massonica…. succede un fatto molto utile per le coscienze libere.