Un Gino Strada di fuoco a ruota libera sulla guerra.

10 Maggio 2013
Pubblicato in Politica

Gino Strada1Proponiamo un'intervista a Gino Strada fatta ai tempi dell'attacco alla Libia. Il pensiero che esprime è trasportabile a quello che succede oggi in Siria, a quello che è successo in Iraq, a quello che succede in Afghanistan. Parole che sono direttamente opposte al pensiero del nostro attuale ministro degli esteri, quella Emma Bonino che in tanti, erroneamente, esaltano. La Bonino ha infatti recentemente espresso il parere che la guerra in Afghanistan sia giusta.

"L'attacco alla Libia è frutto di cervelli malati. I cervelli dei politici e dei militari sono tra i più sottosviluppati del pianeta. La guerra ci viene presentata come umanitaria, necessaria, indispensabile, ma che la guerra sia umanitaria è la più grande bestemmia mai sentita. L'abolizione della guerra — ha continuato — si ha con il disarmo nucleare, ma la battaglia deve attraversare le coscienze dei cittadini, non sarà certo un regalo della classe politica. Per garantire i diritti si è perso tempo, si doveva intervenire prima e senza armi".

 

Il dilemma Bergoglio: “santo prima di subito”?

19 Marzo 2013
Pubblicato in Spiritualità

BergoglioParla bene, dice cose meravigliose…

Una grande capacità di comunicare in modo semplice forme pensiero buone ed importanti. La povertà della Chiesa e l’attenzione verso i poveri, lo spirito di servizio, verità bontà e bellezza, il Cristo al centro dell’attenzione e non la Chiesa, ecc.

Semplicità di modi e riduzione degli orpelli.

Questo piace molto, e crea entusiasmi.

Ma è sufficiente a giustificare questi entusiasmi?

Habemus Papam: i gesuiti al potere

12 Marzo 2013
Pubblicato in Politica

bergoglio2Eletto Papa il gesuita Bergoglio. La Compagnia di Gesù agguanta il Soglio di Pietro.

Ora i gesuiti hanno in mano praticamente quasi tutto. Si completa un vero e proprio risiko del fronte gesuita-massonico a livello mondiale. Sono dalla loro parte il nuovo Papa, Obama, Draghi della BCE, il Presidente europeo Van Rompuy, il presidente del Consiglio Italiano Monti, e tanti altri... Nelle loro mani gran parte della finanza internazionale. Centinaia di università e di centri di ricerca.

Il conclave è stato brevissimo. Era già tutto deciso. I gesuiti avevano già sostanzialmente distrutto le altre correnti durante il papato di Ratzinger.

La presenza di un “Santo Nobel” fa sempre un bell’effetto!

17 Dicembre 2012
Pubblicato in Politica

Nobeldossier4La presenza di premi Nobel è fortissima nelle strutture dei Club Mondialisti, in particolare dei Nobel per la Pace. Un Nobel per la Pace porta con sé una autorità morale che rafforza il peso delle iniziative dei club. Aiuta la gente a fidarsi, a partecipare. "Se c'è anche un Nobel per la Pace, possiamo fidarci..." In qualche modo aiuta a spegnere un po' il cervello e ad attenuare il senso critico, in favore di un fiducioso affidamento.

Ma noi ci domandiamo: è affidabile sempre una persona in quanto Nobel, ed in particolare Nobel per la Pace?

 

Dossier sui Club Mondialisti: si apre un intenso dibattito

13 Dicembre 2012
Pubblicato in Politica

 

caronitamoRiceviamo una email dal Presidente del Club di Budapest Italia, Nitamo Montecucco, in relazione al Dossier da noi pubblicato sui club mondialisti. Ci ha molto colpito per la sua umanità, ma anche per gli effetti limitanti e annebbianti di una mancata informazione.

La riportiamo integralmente a seguire con una nostra risposta.

 

Clicca qui per leggere il nostro DOSSIER originale