Il consiglio regionale Ligure si schiera contro la legge Lorenzin

"Assumere tutte le iniziative ritenute opportune, nei confronti del Governo e del Parlamento, affinché possano essere superate le criticità della nuova legge sulle vaccinazioni, in special modo nelle parti riguardanti la misure coercitive e le relative sanzioni. Proseguire, a livello regionale, sulla strada del dialogo con i cittadini e della semplificazione delle procedure intrapresa dall'assessore Sonia Viale con l'obiettivo di garantire a tutti i bambini e alle loro famiglie la possibilità di esercitare a pieno il diritto all'istruzione, così come previsto dalla Costituzione". E' quello che chiede alla Giunta Toti un Ordine del Giorno approvato oggi dal Consiglio Regionale.

Liguria Lorenzin

 

 

Il documento, presentato da Claudio Muzio, consigliere di Forza Italia e segretario dell'Ufficio di Presidenza, è stato sottoscritto anche dal presidente del gruppo, Angelo Vaccarezza, dal presidente e dal vice-presidente di "Rete a Sinistra & Liberamente Liguria", Gianni Pastorino e Francesco Battistini, e dal presidente del gruppo "Lega Nord Liguria", Alessandro Piana. Contrari in sede di voto solo i rappresentanti del Partito Democratico.

"Ho accettato volentieri di sottoscrivere questo documento - ha commentato il Presidente del Gruppo Consiliare Forza Italia Angelo Vaccarezza - sono convinto dell'utilità delle vaccinazioni quale strumento di prevenzione di alcune patologie infettive, credo però che la ‘Legge Lorenzin' non sia stata in grado di creare quell'equilibrio tra scelte personali e necessità di salvaguardia della sicurezza sanitaria del resto della popolazione". 

"Nello specifico, credo che alcune regole fra le quali quella che prevede la preclusione di frequenza della scuola dell'infanzia ai bambini non vaccinati - ha proseguito il consigliere di Forza Italia - vadano modificate, dopo che un primo passo è stato fatto in Conferenza delle Regioni nella fase di conversione del Decreto in Legge. Da quella sede, anche grazie all'impegno dell'assessore Sonia Viale, è partita la proposta, poi recepita, di alleggerire le norme inerenti la parte sanzionatoria". 

"Debbo purtroppo constatare che da parte del Governo non é stato predisposto un reale confronto con i cittadini e le famiglie. Non è stata fatta alcuna campagna di informazione che potesse aiutare i cittadini a decidere in maniera consapevole.
La Sanità è una tema delicato, che si basa anche sulla condivisione fra i soggetti coinvolti, all'interno di un percorso di alleanza terapeutica - ha concluso Vaccarezza - non possiamo non tenerne conto". (fonte: http://www.savonanews.it/de/2017/11/15/sommario/alassino/leggi-notizia/argomenti/politica-2/articolo/vaccini-dal-consiglio-regionale-si-alle-proposte-di-claudio-muzio-e-angelo-vaccarezza-2.html)

Il comitato Liberascelta Liguria si è espresso così in merito al voto del consiglio regionale:

In Liguria oggi si festeggia.
Il Consiglio Regionale della nostra piccola-grande regione italiana ha compiuto un atto importantissimo, che getta le basi per azioni significative dei mesi a venire.
Il 14 novembre 2017 l’Ordine del Giorno depositato a settembre congiuntamente da maggioranza e opposizione tramite i consiglieri Muzio, Pastorino, Piana, Vaccarezza e Battistini, ha incassato votazione favorevole ed è perciò stato approvato.
Con il voto a favore delle forze di maggioranza e opposizione, escluso il voto contrario del PD e l’astensione di NCD, la Regione Liguria emana un provvedimento unico nel nostro paese, che affronta la Legge 119/2017 sull’obbligo vaccinale con un atteggiamento critico e di cautela, nel rispetto del bambino e della sua integrità, nonché dei diritti fondamentali alla salute e all’istruzione.
Le parole del Consigliere Muzio (FI), primo firmatario dell’OdG, nel suo intervento di presentazione al CR (video allegato) sono molto chiare e sentite.
Oggi le famiglie di libera scelta liguri sono “entrate” nel Consiglio Regionale e con loro anche quei bambini che hanno subito danni gravi in conseguenza dell’inoculo indiscriminato di vaccini senza le dovute cautele.
Si è parlato di “libertà individuali non negoziabili nè comprimibili”, ci si è riferiti al “gregge” come ad “una massa indefinita” che non tiene conto dell’individuo e delle sue debolezze: “i bambini sono deboli e vanno protetti” e dispensati dalla vaccinazione se non ve ne sono le condizioni di sicurezza, che sarebbero imposte dalla legge 210 del ’92, “che è rimasta lettera morta”. Non è ammissibile alcune imposizione e vi sono tutti i presupposti per i quali la CC dichiari l’illegittimità della legge. Questi i punti essenziali dell’intervento introduttivo alla discussione.
Siamo molto fieri di aver ascoltato queste parole fra le mura del Consiglio Regionale.
E siamo fieri che un simile provvedimento sia stato preso.
Esso prevede che tutti i bambini terminino l’anno scolastico regolarmente: nessuna espulsione.
Inoltre “la regione Liguria si impegna ad assumere tutte le iniziative opportune, a livello istituzionale e politico, affinché possano essere superate le ulteriori criticità della legge 119/2017 nelle parti riguardanti le misure coercitive e le relative sanzioni, anche al fine di garantire a tutti i bambini e alle loro famiglie la possibilità di esercitare a pieno il diritto all’istruzione”.
Perciò oggi festeggiamo e poniamo uno sguardo al futuro che pare un po’ più sereno.
E adoperiamoci immediatamente per dare forza e sostegno a questa via. Oggi spendiamo un poco del nostro tempo per inviare ai consiglieri regionali che si sono espressi favorevolmente su tale provvedimento le nostre parole di ringraziamento e sostegno.
Oggi abbiamo portato a casa un risultato molto importante, ma dobbiamo fare in modo di metterlo a frutto. In primis dando un segnale forte di risposta e riconoscenza su questa risoluzione.
Perciò chi lo vorrà potrà utilizzare l’elenco indirizzi email dei suddetti consiglieri e della giunta regionale ed inviare loro due righe, semplici ma sentite, di ringraziamento ed incoraggiamento.
Lo abbiamo detto tante volte e oggi lo ripetiamo:
LIBERTA’ è PARTECIPAZIONE
PARTECIPIAMO, RENDIAMOCI LIBERI !

Fonte: http://www.liberascelta.eu/2017/11/16/stop-allobbligo-sui-vaccini-regione-liguria/

Vota questo articolo
(3 Voti)
Il consiglio regionale Ligure si schiera contro la legge Lorenzin - 4.3 out of 5 based on 3 votes