Il Sistema. Licio Gelli, Giulio Andreotti e i rapporti tra Mafia Politica e Massoneria

CIR Andreotti Sistema"Vogliono far fuori me o il sistema?". (1)

È questa la domanda che pone Giulio Andreotti quando, negli anni '90, lanciato verso la presidenza della Repubblica, parte un attacco feroce nei suoi confronti.

A dare il via all'"operazione" è il "pentito" (e, a quanto risulta, collaboratore della CIA sin dal 1966) Tommaso Buscetta che, rientrato in Italia dagli Stati Uniti, parla per la prima volta delle collusioni tra mafia e politica e inizia a delineare le responsabilità di Andreotti.

Solange il sistemaIn brevissimo tempo a carico dell'ex Presidente del consiglio vengono aperti due procedimenti giudiziari: uno per mafia e l'altro che lo vede indagato quale mandante dell'omicidio Carmine Pecorelli ucciso, secondo l'accusa, perché sapeva troppo sul caso Moro. La sua carriera politica è finita.

Andreotti, nel momento in cui viene iscritto nel registro degli indagati, individua immediatamente in quei procedimenti una regia d'oltreoceano e scrive: «È difficile capire se dietro alle accuse che mi vengono rivolte ci sia un disegno destabilizzante o solo il desiderio di togliermi di mezzo. Certo l'abile campagna denigratoria partita dagli USA deve far riflettere». (1)

Oggi sappiamo che obiettivo di quel feroce attacco non era solo Andreotti, ma l'intero sistema.

Ma a quale "sistema" si riferiva Andreotti, perché puntava il dito verso gli Stati Uniti e perché negli anni '90 quel sistema di potere viene fatto fuori? Un "sistema" di controllo politico che, come anticipato, si basava su stretti rapporti tra politica, massoneria e mafia, rapporti che questa relazione di consulenza evidenzia aiutandoci nella comprensione di come funziona la macchina del potere: «Tutti noi siamo ciechi dinnanzi ad uno dei fenomeni più importanti delle nostre vite: il reale funzionamento della macchina del potere...si tratta di una cecità indotta dallo stesso potere al fine di perpetuarsi». (2)

Un nuovo documentatissimo libro di Solange Manfredi, giurista autrice, tra l'altro di PSYOPS e doente dell'Accademia di Politica di Coscienzeinrete. Basta dare una rapida occhiata all'indice per rendersi conto della mole di dati che semplicemnete non hanno fatto pervenire al grande pubblico, e che, chiarificando come funzionava l'Italia allora, getta nuova luce anche su ciò che è succeso dopo: il nuovo ordine emerso da tangentopoli, il Britannia, la svendita dell'Italia, l'Europa fatta in un certo modo...

per acquistare il libro clicca: CARTACEO o e-Book

Contenuti:
Indice
La collana. Presentazione.
Nota della curatrice.
Il "sistema"
La fine della prima Repubblica

RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA
VERBALE DI CONSULENZA TECNICA E DI CONFERIMENTO DELL'INCARICO

Premessa

I RAPPORTI DELL'ONOREVOLE GIULIO ANDREOTTI CON LICIO GELLI

L' audizione dell'onorevole Andreotti alla Commissione P2.

Dichiarazioni rese alla Commissione P2 da altre persone audite (in ordine cronologico).

Lino SALVINI
Francesco SINISCALCHI
Ermenegildo BENEDETTI
Ennio BATTELLI
Giordano GAMBERINI
Franco PICCHIOTTI
Giovanni Battista PALUMBO
Federico FEDERICI,
Giovanni NISTICO'
Ezio GIUNCHIGLIA
Federico FEDERICI
Ezio GIUNCHIGLIA
Lino SALVINI
Ennio BATTELLI
Antonio VIEZZER
Marcello COPPETTI
Mario FOLIGNI
Arnaldo FORLANI
Fulberto LAURO
Clara CANETTI CALVI
Carlo BINETTI
Michele SINDONA
Giuseppe CIARRAPICO
Roberto FABIANI
Eugenio HENKE
Franco PICCHIOTTI
Marco PANNELLA
Bettino CRAXI

Documentazione acquisita dalla Commissione P2.

La documentazione sequestrata a Castel Fibocchi

Le informative dei servizi
L'appunto di Gelli su Andreotti
La conversazione Gelli-Coppetti-Nobili sul caso Moro
Dichiarazioni di Luigi Bittoni
Dichiarazioni di Lino Salvini
Dichiarazioni di Giovanni Fanelli
Dichiarazioni di Matteo Lex
Dichiarazioni di Clara Canetti Calvi
Il Piano di rinascita democratica
Rassegna stampa
L'interrogazione parlamentare del 1977
I rapporti di Marino Pulito con Licio Gelli
Dichiarazioni di Marino Pulito
Dichiarazioni di Salvatore Anacondia

La documentazione agli atti dei procedimenti penali relativi alle stragi compiute sul treno Italicus (4 agosto 1974) ed alla stazione di Bologna (2 agosto 1980).

Le dichiarazioni di Piero Casalone
Le dichiarazioni di Umberto Nobili
Le dichiarazioni di Nara LAZZERINI
Le dichiarazioni di Roberto Fabiani
Le dichiarazioni rese ai giudici palermitani da Nara LAZZERINI.

I RAPPORTI DI GELLI CON LA SICILIA

COMITATO ESECUTIVO MASSONICO DI MONTECARLO

RAPPORTI MAFIA-POLITICA-MASSONERIA

Le dichiarazioni di Messina, Mutolo, Calderone, Buscetta
Deposizione dibattimentale di Marino Mannoia
Le dichiarazioni di Angelo Izzo

Il tentativo di unificazione massonica del 1978/79
Le dichiarazioni di De Bellis

La presunta affiliazione massonica dell'on. Giulio Andreotti
Le dichiarazioni di Lia Bronzi Donati ai giudici bolognesi
Le dichiarazioni di Salvatore Spinello
Le dichiarazioni rese ai magistrati palermitani da Lia BRONZI DONATI

RAPPORTI DELL'ONOREVOLE ANDREOTTI CON MICHELE SINDONA
Andreotti: la conoscenza di Sindona e delle sue attività
La crisi dell'impero sindoniano e i piani di salvataggio
La Banca d'Italia, la P2 e i piani di salvataggio
L'estradizione.

I RAPPORTI DELL'ONOREVOLE ANDREOTTI CON FRANCESCO PAZIENZA
L'interrogatorio di Pazienza ai giudici Zincani e Mancuso
L'appunto di Pazienza su operazione "OSSA"
Interrogatorio di Placido Magrì al giudice Sica
Altro appunto di Pazienza su possibile morte di Sindona
Interrogatorio di Giampiero Del Gamba al giudice Sica
Rete agenti "Z"
Rapporto Polizia doganale americana (Custom)
I viaggi di Pazienza in Sicilia con gli aerei CAI

I RAPPORTI DELL'ONOREVOLE ANDREOTTI CON ROBERTO CALVI
Interrogatorio di Clara Calvi
Audizione dell'on. Andreotti alla Commissione P2
I rapporti di Roberto Calvi con Pazienza e Carboni

I RAPPORTI DELL'ONOREVOLE ANDREOTTI CON ESPONENTI DEI SERVIZI SEGRETI E VERTICI MILITARI LEGATI ALLA LOGGIA MASSONICA P2.
I servizi segreti
Audizione dell'on Andreotti alla Commissione P2
Relazione dell'on Teodori alla Commissione P2 su scontro interno al servizio
La riforma del 1977 e le nomine del 1978
Le istruttorie sui tentativi golpistici e la ricerca informativa del 1974
Colloqui con Orlandini (registrazioni)
L'eliminazione di alcuni nomi dal rapporto
Brano della sentenza del G.I. Salvini
Interrogatorio di Paolo Aleandri
Audizioni di Buscetta e Calderone alla Commissione antimafia
Audizione di Leonardo Messina alla Commissione antimafia
Rapporto di polizia doganale statunitense (Customs)
Testimonianza di Buscetta sul golpe 1974
La nomina del generate Giudice
Brano della sentenza–ordinanza del G.I. Cuva
Interrogatorio del colonnello Vissicchio
Dichiarazioni di Sanna Varni
I rapporti del generale Giudice con gli onn. Lima e Gioia
Audizione di Mario Foligni alla Commissione P2
Dossier "M.Fo.Biali"
Dichiarazioni di Myriam Florio
Interrogatorio del generale Gian Adelio Maletti

Note
1. Giulio Andreotti: Vogliono far fuori me o il sistema? Bloch Notes, L'Europeo, 30 aprile 1993, cit. in Stefania Limiti, Doppio Livello, Chiarelettere, 2013, Milano, pg. 360, nota 715.

2. Lodato, Scarpinato, Il ritorno del Principe, ed. Chiarelettere, 2008, Milano

Vota questo articolo
(2 Voti)
Il Sistema. Licio Gelli, Giulio Andreotti e i rapporti tra Mafia Politica e Massoneria - 5.0 out of 5 based on 2 votes