Torino: cibo invenduto dai mercati regalato alle famiglie in difficoltà

fa bene1«Da una mela, una comunità»
Ecco lo slogan del virtuoso progetto di economia circolare a Torino.

Il progetto si chiama “Fa Bene” e prevede che una squadra di 150 volontari recuperi dai mercati il cibo fresco rimasto invenduto e lo ridistribuisca alle famiglie in difficoltà economica tramite le organizzazioni di quartiere. In cambio della spesa, a chi riceve il cibo si chiedono delle ore di tempo da dedicare ad attività solidali, come per esempio quella dei volontari stessi.

Chi è in difficoltà economica si troverà settimanalmente del cibo fresco a disposizione e in cambio diventa lui stesso volontario per aiutare gli altri, insomma un accordo che rende tutti vincitori.

Il progetto è un ottimo esempio di economia circolare, e di come da un gesto come donare del cibo, possa nascere intorno una comunità di persone che si conoscono e supportano a vicenda.

“Fa bene” nasce nel 2014 lavorando con un paio di mercati, e oggi finalmente il progetto riesce ad allargare il suo raggio d’azione a 7 mercati cittadini, grazie ai finanziamenti di AxTO.

Nei primi 4 anni di lavoro, il progetto ha recuperato e ridistribuito 100 tonnellate di alimenti, donati dalla generosità dei commercianti coinvolti, per un valore di 200mila euro, e andando ad individuare più di 250 le famiglie in difficoltà a cui donarlo, famiglie che a loro volta sono state coinvolte in più di 7000 ore di volontariato e attività socialmente utili.

E tutto questo fino ad oggi con solo 2 mercati, possiamo immaginare che con la copertura di 7 mercati cittadini si potrà fare ancora di più.

Da questo mese i volontari del progetto saranno attivi in piazza Foroni, piazza Madama Cristina, via don Grioli, corso Spezia, via Onorato Vigliani, corso Svizzera e tettoia dei contadini di Porta Palazzo.

Pronti al recupero di cibo fresco, di alta qualità e invenduto dai mercati, da donare alle famiglie bisognose, creando un buonissimo circolo virtuoso, con un obiettivo finale ancora più vasto rispetto a donare del cibo a chi ne ha bisogno: infatti “Fa bene” punta a far crescere le persone, farle crescere a livello umano e sociale, ed usare la loro crescita come un mezzo importante per contrastare la povertà.

Il Sindaco di Torino, Chiara Appendino spiega

     «Questa è un’iniziativa che punta a recuperare le periferie non fisiche, ma quelle esistenziali della nostra città, ricreando reti di appartenenza a una comunità».

Fonti: https://www.positizie.it/2019/03/13/torino-cibo-invenduto-dai-mercati-per-famiglie-difficolta/

https://torino.corriere.it/cronaca/19_marzo_09/torino-mercati-donano-prodotti-invenduti-famiglie-difficolta-71ee2a76-425e-11e9-95b9-e83ec3332214.shtml?fbclid=IwAR0sHDRVta-eF0ZUE8qa18hKZCqI3VKVwWFc93bNvRrGBJeCHZJXrd-i7oA

Vota questo articolo
(1 Vota)
Torino: cibo invenduto dai mercati regalato alle famiglie in difficoltà - 5.0 out of 5 based on 1 vote