I dottori gli danno 4 mesi di vita. Decide di risanare un torrente inquinato e vive per altri 27 anni.

johnbeal1Dopo aver subito tre attacchi di cuore, a John Beal venne detto che stava per morire. Decise di usare il resto della sua vita per ripulire Hamm Creek, un emissario del fiume Duwamish. Era così inquinato che l'acqua era gialla.

Quella decisione cambiò il corso della vita di John e trasformò Hamm Creek.

Quando John Beal tornò a casa dalla guerra del Vietnam "sembrò un po' perso, non ricevette un benvenuto da un eroe", racconta sua figlia Liana.

Si stabilì a Seattle con la sua famiglia e in un anno ebbe tre attacchi di cuore.

"Sono finito all'ospedale", raccontò John in una vecchia intervista, "e mi è stato diagnosticato un tumore. Sono andato dal mio medico e lui ha detto: 'Sì, hai circa quattro mesi di vita, e sarà una morte molto dolorosa. Ti consiglio di avere un hobby.'"

Raggiunse così Hamm Creek.  Secondo Liana, il padre "semplicemente si sedde e contemplò, cercando di capire cosa avrebbe fatto"...

"Mentre era seduto lì", continua Liana, "vide come era inquinato. Era vicino a un sito di fognatura e c'erano molti detriti ".

Liana ricorda quando la sua famiglia si trasferì lì per la prima volta, i bambini li avvertivano di non andare al fiume o avrebbero avuto delle eruzioni cutanee. Quando c'era poca acqua, potevano vedere macchine, frigoriferi, lavatrici e pesci morti.

Liana racconta: "Pensò, beh, ho fatto un sacco di danni in Vietnam, quindi perché non ripulire dove sono ora prima che io muoia?"

John iniziò rimuovendo la spazzatura sparpagliata nella piccola porzione del torrente in cui poteva arrivare. Ma non riusciva a ripulire il resto del torrente perché scorreva attraverso dei tubi sotterranei. La mancanza di acqua libera distrusse tutta la vita animale intorno al torrente, e le tubature metalliche diventarono troppo calde perché il salmone potesse attraversarlo.

Hamm Creek era vicino alla morte come John Beal.

Il problema di ripulire un fiume è che per ogni passo che fai, nasce un nuovo ostacolo. John rimosse la spazzatura, poi realizzò che avrebbe dovuto rimuovere i tubi sotterranei. Quando ciò fu fatto, si rese conto che il ruscello era ancora follemente inquinato. Aveva ancora più lavoro da fare.

"È iniziato come un hobby, è diventato un'abitudine e ora è un modo di vivere", spiegò John.

Il compito sembrava monumentale, ma John aveva un mantra, un sistema, che lo aiutava ad andare avanti: "Basta partire da dove sei, iniziare dai tuoi piedi e proseguire da lì".

Oggi gruppi come la Duwamish Alive Coalition e il People for Puget Sound celebrano il lavoro di John Beal.

"Mi è stato detto che il primo anno in cui ho accettato questo lavoro non era possibile cambiare il torrente, che non l'avrei mai riportato al suo stato originale", disse John in un video. "Bene, ora è ripristinato.

"Puoi fare tutto ciò che vuoi se possiedi un'idea buona e ci credi. Se la persegui e se la mantieni abbastanza a lungo, cambierai il mondo. "

"Sperava che le persone continuassero quando se ne andò", ha detto Liana, "che è parte del perché mi chiese di aiutarlo quando era in fin di vita. Non voleva che la pulizia del torrente e del fiume morissero con lui. "

John Beal è morto nel 2006.

Visse per altri 27 anni, ben più dei quattro mesi che gli sono vennero dati. Il fiume e il suo amore per esso estesero la sua vita.

Fonte: https://www.kuow.org/stories/john-beal-hamm-creek

Vota questo articolo
(3 Voti)
I dottori gli danno 4 mesi di vita. Decide di risanare un torrente inquinato e vive per altri 27 anni. - 5.0 out of 5 based on 3 votes