Questa coppia trasforma la plastica raccolta nell'oceano in arti protesici economici per bambini In evidenza

prostlimbsInizialmente, Laura e Chris Moriarity non avevano esperienza nell'inquinamento degli oceani o nella fabbricazione di arti protesici, ma credevano con passione che potessero affrontare entrambi i problemi con un'unica soluzione.

Chris e Laura sono i fondatori del Million Waves Project, un ente benefico che ricicla la plastica dell'oceano in arti protesici stampati in 3D per le persone bisognose di tutto il mondo.

Chris, 38 anni, è stato colto dall'ispirazione per il progetto una notte di aprile. Due settimane dopo, lui e sua moglie hanno avviato il progetto...

Attualmente la coppia prepara la plastica raccolta in mare tagliandola a mano e inserendola in un distruggidocumenti, per poterla poi plasmare utilizzando stampante 3D. Successivamente, usano un'app per connettersi con le persone che hanno bisogno di protesi, in modo che possano progettare i gadget secondo le misure richieste.

Il riutilizzo di questi materiali fa si che ogni protesi costi solamente circa $45, che i Moriarity finanziano attraverso donazioni, sponsorizzazioni e vendita di portachiavi sul loro sito web.

plasticl limbsDal lancio dell'iniziativa, hanno donato 18 arti ai disabili.

"Il progetto Million Waves riunisce due situazioni globali inaccettabili e offre una soluzione pratica e sostenibile", afferma il sito web della non profit.

Come prossimo passo, la coppia si sta dando da fare per acquistare un distruggidocumenti industriale, e per diventare partner di alcuni dei gruppi che attualmente lavorano per pescare materie plastiche dal gigantesco deposito di immondizie nel Pacifico, con il fine di donare arti gratuiti a circa 40.000 persone in tutto il mondo.

Vota questo articolo
(2 Voti)
Questa coppia trasforma la plastica raccolta nell'oceano in arti protesici economici per bambini - 5.0 out of 5 based on 2 votes