La meditazione trasforma le peggiori scuole di San Francisco

Meditazione ScuolaA prima vista, la "pausa del silenzio" - strategia riduzione dello stress utilizzata in parecchie scuole medie e licei di San Francisco, ed in scuole sparse intorno alla zona della baia - sembra roba da figli dei fiori ani 60. Due volte al giorno, un gong suona, e gli adolescenti turbolenti, che normalmente non possono stare fermi per 10 secondi, chiudono gli occhi nelle loro aule e cercano di sgombrare le loro menti. 

Questa pratica - meditazione chiamata in un altro modo - merita seria attenzione da parte di genitori e responsabili politici. Una serie impressionante di studi dimostra che integrare la meditazione nella routine quotidiana di una scuola può migliorare notevolmente la vita degli studenti. Se il sovrintendente alle scuole di San Francisco, Richard Carranza, potesse decidere in autonomia, la "pausa de silenzio" sarebbe stata già introdotta da tempo in tutte le scuole della città.

Ciò che sta accadendo alla Cataureom Valley Middle School, che nel 2007 è diventata la prima scuola pubblica a livello nazionale ad adottare il programma, dimostra perché il sovrintendente è così entusiasta. In questo quartiere gli spari sono comuni quanto il canto degli uccelli - si sono registrate nove sparatorie solo nell'ultimo mese - e tutti gli studenti conoscono qualcuno che ha, o a cui hanno sparato. Gli omicidi sono così frequenti che la scuola impiega a tempo pieno un "cunsulente per il dolore da perdita".

Negli anni passati, questi studenti erano in gran parte fuori controllo, spesso si davano battaglia nei corridoi, dipingevano graffiti sui muri e insultavano i loro insegnanti. Il tasso di assenteismo era tra i più alti della città, così come quello delle sospensioni. Gli insegnanti, logorati, si deprimevano, e spesso restavano a casa fingendosi malati. 

Non sorprende che i risultati accademici ne soffrissero. La scuola aveva provato di tutto, dal counselling al tutoring, allo sport nel dopo-scuola, ma con scarsi risultati.

Ora questi studenti sono migliorati incredibilmente. Nel primo anno di pausa del silenzio, il numero delle sospensioni è calato del 45 per cento. Dopo quattro anni, il tasso di sospensione è tra i più bassi della città. Le presenze giornaliere sono salite al 98 per cento, ben al di sopra della media cittadina. La media dei voti è aumentata notevolmente. Circa il 20 per cento dei diplomati vengono ora ammessi alla Lowell High School - prima della pausa del silenzio, era un avento assai raro che uno studente venisse ammesso a questa scuola d'elite. Da notare che il sondaggio "California Healthy kids" ha riportato che gli studenti di questa scuola sono tra i più felici di San Francisco.

I rapporti sono analogamente positivi in altre tre scuole che hanno adottato la pausa del silenzio. Alla High School di Burton, per esempio, gli studenti che partecipano al programma, riportano livelli significativamente inferiori di stress e depressione, e una maggiore autostima rispetto a quelli che non partecipano. I minori livelli di stress influiscono positivamente sui risultati scolastici, in special modo sui risultati dei ragazzi che in precedenza avevano i voti peggiori. I voti dei ragazzi che partecipano alla pausa del silenzio sono aumentati clamorosamente rispetto ai voti dei non partecipanti.

Meditazione Scuola1

Ai "California Achievement Test", gli studenti che fanno la pausa del silenzio che raggiungono un voto sufficiente in inglese, sono il doppio rispetto a quelli provenienti da scuole in cui non la fanno. Il divario è ancora più grande in matematica. Gli insegnanti di queste scuole segnalano minore stress emotivo, e maggiore resistenza.

Fonte: http://www.sfgate.com/opinion/openforum/article/Meditation-transforms-roughest-San-Francisco-5136942.php

Traduzione: Enrico Carotenuto per Coscienzeinrete Magazine

 

Vota questo articolo
(4 Voti)
La meditazione trasforma le peggiori scuole di San Francisco - 5.0 out of 5 based on 4 votes