Gardentherapy, inaugurato al San Camillo al Lido il primo giardino terapeutico

garden therapyVENEZIA. Ordine, armonia, bellezza. E poi colori, profumi, emozioni. Sono molte le sensazioni suscitate dal giardino terapeutico inaugurato nel parco dell'Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) Ospedale San Camillo del Lido di Venezia. Si tratta di una novità assoluta nel panorama della sanità italiana; è infatti il primo giardino terapeutico in Italia pensato specificamente per i pazienti ricoverati in neuroriabilitazione.

Già nei giorni scorsi gli ospiti ricoverati nella struttura hanno iniziato le prime attività di garden therapy, all'interno del percorso di terapia occupazionale, accompagnati dai medici e dagli operatori dell'ospedale. Il giardino è infatti accessibile ai pazienti in carrozzina o con disabilità fisiche, i quali, grazie a speciali vasche per giardinaggio create appositamente, possono partecipare attivamente alla semina, alla cura delle piante e alla raccolta dei frutti.
Non si tratta però solamente di un'attività di tipo fisico. Il vantaggio maggiore deriva infatti dal contatto con una varietà di piante e fiori scelti accuratamente per stimolare la vista, l'olfatto, il tatto, risvegliando perciò i sensi e con essi i ricordi e le emozioni. Il giardino va quindi a stimolare le vie del benessere, permettendo al paziente di entrare in equilibrio con la natura e con i suoi ritmi, con ripercussioni positive sulle terapie che vengono prestate nei reparti dell'ospedale.
Il progetto è stato donato da Paolo Sgaravatti, architetto paesaggista, e da Benedetta Piccolomini, garden designer di grande esperienza, nominati, nel corso della cerimonia di inaugurazione, Ambasciatori della Fondazione di Ricerca in Neuroriabilitazione San Camillo Onlus. "Voglio anzitutto ringraziare Paolo Sgaravatti e Benedetta Piccolomini per quest'opera importantissima, che impreziosisce non solo la nostra struttura ma anche il Lido e l'intera città di Venezia", ha spiegato il Direttore Generale dell'IRCCS Ospedale San Camillo, dr. Francesco Pietrobon. "Siamo inoltre contenti che oggi siano qui con noi coloro che hanno creduto in quest'opera, la Confraternita del Calieron, la Fondazione Only the Brave, ma anche tante singole persone che hanno dato il loro contributo spontaneamente, dandoci la fiducia e la forza necessarie per arrivare a questo importante traguardo. Se oggi i nostri pazienti possono toccare con mano questo splendido giardino, lo dobbiamo prima di tutto a loro".
Al taglio del nastro era presente anche il Direttore Generale dell'ULSS 12 veneziana Dott. Giuseppe Dal Ben, al suo primo incontro con la realtà del San Camillo. L'opera ha ricevuto la benedizione del Patriarca di Venezia mons. Francesco Moraglia, che prima di visitare il giardino ha celebrato la Santa Messa nella chiesa dell'Istituto e incontrato i pazienti con i loro familiari. Il Patriarca, nel ricordare la figura e la storia di San Camillo, ha sottolineato quanto sia importante la bellezza per chi si trova nel momento della malattia, anche come terapia utile a recuperare le relazioni con gli altri. L'inaugurazione è stata infatti inserita all'interno delle celebrazioni che aprono l'anno dedicato al quarto centenario della morte di San Camillo de Lellis (1550-1614), patrono universale dei malati, degli operatori sanitari e degli ospedali.

Fonte:http://nuovavenezia.gelocal.it/cronaca/2013/07/11/news/gardentherapy-inaugurato-al-san-camillo-al-lido-il-primo-giardino-terapeutico-1 

Vota questo articolo
(1 Vota)
Gardentherapy, inaugurato al San Camillo al Lido il primo giardino terapeutico - 1.0 out of 5 based on 1 vote