Arte e Cultura

Uomini e Topi

01 Dicembre 2014 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

CIR Balasso LaboritCentinaia di migliaia di italiani non specializzati cercano lavoro in Germania. Sono quelli che parlano peggio il tedesco, irritano la gente del posto. Sono il secondo nucleo straniero in Germania. Mentre nel passato era la ristorazione il settore privilegiato, oggi si accontentano di tutto, abbassano i salari locali e ciò irrita la gente del posto. Dopo qualche mese di lavoro possono accedere alle graduatorie per le case popolari ed altri benefit dei poveri, e ciò irrita la gente del posto. Non sono i primi criminali, ma appaiono anche nelle classifiche dei criminali, per loro non si può invocare il reato di clandestinità, perché per quel tipo di confine, se noi facciamo la stessa identica cosa che fa un senegalese, non siamo clandestini.

Uomini e Topi - 5.0 out of 5 based on 3 votes

Morgan se ne va, e la Democrazia si volatilizza dal palcoscenico di X Factor

19 Novembre 2014 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

CIR XfactorNella spudorata assimilazione del reale da parte dell'iperreale postmoderno, spacciato come fosse la cruda verità, un principio di simulazione è quello che ormai ci governa, al posto dell'antico principio di realtà. Le "rivoluzioni" attuali dunque, si armano tutte della rivoluzione nostalgica del reale, quando alle macchine industriali corrispondevano le macchine della coscienza, nazionali, referenziali, funzionali, storiche. Alle macchine volatili del codice, rispondono invece le macchine volatili dell'inconscio, non referenziali, transferenziali, indeterminate, fluttuanti (Jean Baudrillard, Lo scambio simbolico e la morte).

Morgan se ne va, e la Democrazia si volatilizza dal palcoscenico di X Factor - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Diritto, Politica & Società, Numero 0

11 Novembre 2014 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

CIR Magazine Diritto Numero 0-1Siamo orgogliosi di presentare la nostra rivista specialistica di Diritto, intitolata "Diritto, Politica & Società", realizzata con la collaborazione preziosa di validi giuristi connessi a Coscienze in Rete.

Il nostro contributo alla crescita della coscienza nel delicato e devastato settore della Giustizia.

Diritto, Politica & Società, Numero 0 - 5.0 out of 5 based on 3 votes

Studi scientifici: i complottisti sono più sani di mente dei convenzionalisti

31 Ottobre 2014 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

CIR ComplottistiRecenti studi scientifici realizzati da psicologi e sociologi statunitensi e britannici hanno chiarito che, al contrario di quanto tradizionalmente affermato dagli stereotipi diffusi dalla cultura di massa, le persone etichettate come 'teorici della cospirazione' siano più sane ed equilibrate rispetto a chi accetti supinamente le versioni ufficiali dei fatti contestati.
Lo studio più recente è stato pubblicato lo scorso 8 luglio dagli psicologi Michael J. Wood e Karen M. Douglas dell'Università del Kent (Regno Unito), ed intitolato E l'edificio 7? Studio Psicologico Sociale di Discussione Online sulle Teorie del Complotto sull'11 Settembre. Lo studio ha confrontato numerosi commenti di tipo 'cospirazionista' e 'convenzionalista' (anti-cospirazione) postati da utenti di siti di notizie online.

Studi scientifici: i complottisti sono più sani di mente dei convenzionalisti - 5.0 out of 5 based on 5 votes

Il primo meeting degli Agenti del Cambiamento in Italia.

28 Ottobre 2014 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Arte e Cultura

Agenti cambiamento
Lo scorso fine settimana, presso il centro Panta Rei di Passignano (Pg), si è svolto un interessante incontro tra realtà, anche molto diverse tra loro, che però hanno in comune di essere, ognuna a suo modo, parte del "cambiamento", ovvero rappresentano, nel complesso, l'inizio di una "transizione" verso una società diversa, meno egoista, più equa, che vuole fare in maniera orizzontale e dal basso.

Questo incontro è stato un passo importante per mettere in comunicazione tra loro realtà che spesso rischiano di sentirsi "sole", ed anche il modo di diffondere un dato fondamentale: non sono affatto sole. Queste realtà, solo in Italia, sono migliaia e migliaia. 

 

Il primo meeting degli Agenti del Cambiamento in Italia. - 5.0 out of 5 based on 5 votes

Strade - il nuovo videoracconto di Claudio Tomaello

27 Ottobre 2014 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Arte e Cultura

Tomaello4Per Claudio Tomaello, "...narrare è un'arte sublime e concreta, che può davvero cambiare le nostre prospettive: una storia, a volte, è più preziosa di qualsiasi medicina. La tradizione dice che le storie esistono da prima della creazione del mondo, ma avevano bisogno degli uomini per essere raccontate."

Le storie che narra, almeno quelle che divulga on-line, sono sempre brevi, chiare, ed in grado di trasportarci istantaneamente in luoghi che sembrano inventati, ma che è come se conoscessimo da sempre, perchè forse sono luoghi che sono dentro ognuno di noi.

I concetti, spesso semplici all'apparenza, sono in realtà arnesi da scasso che possono aiutarci ad aprire le scatole in cui spesso chiudiamo i nostri pensieri, e anche il nostro cuore.

Questo è il suo racconto più recente. Appena sfornato.

Sono solo tre minuti, si chiama "Strade".

Buona visione!

Perdersi nel...Labirinto

16 Ottobre 2014 Scritto da Piero Cammerinesi
Pubblicato in Arte e Cultura

Maze runnerA differenza del film Lucy, dove il background ideale sottostante era profondamente amorale e, di fatto, invero diabolico, fatemi spezzare una mezza lancia in favore di The Maze Runner - Il labirinto.

di Piero Cammerinesi (corrispondente dagli USA di Coscienzeinrete Magazine)

Mezza perché il film potrebbe essere definito come un'occasione perduta. Vale a dire che la base ideale che lo sottende avrebbe potuto - se si fosse rinunciato all'ormai inevitabile impostazione hollywoodiana - portare ad un risultato interessante.

Perdersi nel...Labirinto - 4.7 out of 5 based on 9 votes

Dove risiede il potere creatore di un essere umano?

15 Ottobre 2014 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Ispirazione"Il potere creatore dell'essere umano risiede molto più in alto del suo livello di coscienza ordinario: si manifesta come facoltà di esplorare realtà che lo superano, di captarne gli elementi e di riprodurli nella materia.
"Creare" significa superare, oltrepassare se stessi. Ora, anche per molti artisti l'atto di creare rimane dominio dell'istinto: essi sono spinti a esprimersi, tutto qui. Ma "esprimersi" non significa ancora "creare".

Tutti gli artisti che non compiono lo sforzo di elevarsi fino alle regioni superiori dell'anima e dello spirito non possono esercitare una buona influenza su coloro che li guardano, li ascoltano o li leggono.

 

Dove risiede il potere creatore di un essere umano? - 5.0 out of 5 based on 4 votes

AKRAM KHAN E ISRAEL GALVÁN - TOROBAKA: Il dono dell'arte nel movimento di due grandi interpreti-coreografi

27 Settembre 2014 Scritto da Paola Lo Sciuto
Pubblicato in Arte e Cultura

TorobakaQuando gli artisti sono grandi e le loro opere trasudano spiritualità, allora ti si apre letteralmente il cuore, ti viene voglia di saltare di gioia, e andare a ringraziare quell'artista che con tutta la sua generosità ti ha fatto vivere momenti di pura esaltazione! L'opera d'arte quando trasmette più dell'emozione, sembra essere vivente, comincia a vibrare in modo autonomo attivando una risonanza in chi la guarda e l'eccitazione aumenta in modo esponenziale. Una straordinaria energia fluisce e si propaga.

L'opera TOROBAKA, andata in scena nella capitale come spettacolo di apertura del rinomato RomaEuropa festival, mostra le sinergie di due coreografi danzatori a dir poco straordinari. Il lavoro di Akram Khan e Israel Galvàn, è stato davvero esilarante. Gli artisti hanno ricevuto quindici minuti ininterrotti di applausi fragorosi tra le urla e la gente in piedi che non voleva più andar via dal teatro.

 

 

AKRAM KHAN E ISRAEL GALVÁN - TOROBAKA: Il dono dell'arte nel movimento di due grandi interpreti-coreografi - 3.0 out of 5 based on 2 votes

Per un giorno l'arte e la bellezza Italiana ad un euro.

20 Settembre 2014 Scritto da Paola Lo Sciuto
Pubblicato in Arte e Cultura

CIR GodiamoceloIl Ministro delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, ha deciso, (in occasione delle Giornate europee del Patrimonio ideate dal Consiglio d'Europa nel 1991), che nella giornata di oggi 20 settembre 2014, musei, aree archeologiche e complessi monumentali statali e comunali saranno aperti per tutto il giorno, fino alle 24, al costo simbolico di 1 euro. "Questa importante iniziativa dice Franceschini, serve a far conoscere i musei statali e comunali ad un pubblico più vasto: non solo ai turisti, ma anche ai tanti cittadini che non sono mai entrati nei musei delle proprie città".

L'Italia secondo Natalino

18 Settembre 2014 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

CIR BalassoIntervistaIl consumismo e l'utilità sociale, il lavoro e il tempo libero da utilizzare per dedicarsi a comprendere una società complessa. Intervista a Balasso, che ad Altreconomia dice: "La cultura dovrebbe permeare un'intera società, la conoscenza e la curiosità dovrebbero essere le cose che spingono l'essere umano ad andare avanti, perché a questo siamo programmati"

Provate voi a restare seri guardando Natalino Balasso, anche se le cose che dice sono serissime. Il problema è come le dice: un'irresistibile miscela di accento veneto, paradossi e verità. Cercatelo in teatro o almeno godetevi "Telebalasso", il canale youtube dove pubblica interventi e parodie: sotto la coltre della commedia, come da copione, la feroce critica alla società dei consumi e alla politica. Tra testimonial di slot machine e l'epopea dei magnaschei, fino al telefono fatphone ("che cosa te ne frega a che serve: quando lo avranno tutti sarà irrinunciabile").

L'Italia secondo Natalino - 3.7 out of 5 based on 3 votes

L'arte al servizio della tecnologia

09 Settembre 2014 Scritto da Paola Lo Sciuto
Pubblicato in Arte e Cultura

Ars electronicaSi è conclusa da poco la manifestazione Ars Electronica. Festival che ogni anno la città di Linz in Austria, dedica alle innovazioni tecnologiche e all'arte digitale. "La tecnologia al servizio dell'arte", così recita il titolo entusiastico di un articolo pubblicato sulla rete, anche se verosimilmente oggi sembra che l'arte e la creatività siano totalmente al servizio della tecnologia e non il contrario.

L'arte al servizio della tecnologia - 5.0 out of 5 based on 2 votes

"Sotto la pelle", o la mancanza di scopo nell’arte contemporanea

05 Settembre 2014 Scritto da Paola Lo Sciuto
Pubblicato in Arte e Cultura

Under the skinSe le opere d'arte contemporanee, il cinema, la danza, il teatro, hanno il ruolo oggi di reiterare le forme pensiero di questa epoca, ben riescono ad essere lo specchio perfetto dell'idea tremenda che qualsiasi azione umana e sociale sia priva di qualsiasi scopo e senso.
Così capita di vedere un film di fantascienza (uscito in primavera in Inghilterra e presentato alla fine di agosto nelle sale cinematografiche italiane), che è davvero un esempio di una delle forme pensiero dominanti: il vuoto di scopo. Ogni azione anche la più efferata dei personaggi non ha alcun senso. Parlo del film Under the Skin di Jonathan Glazer in cui i comportamenti dell'aliena protagonista (Scarlett Johansson) sono confezionati per lo spettatore con delle immagini che cercano di stimolare livelli altri di coscienza e di percezione lavorando sulla non convenzionalità presa in prestito da un mondo visionario, tipicamente artistico.

"Sotto la pelle", o la mancanza di scopo nell’arte contemporanea - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Balasso e gli ansiolitici

04 Settembre 2014 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

CIR Balasso AnsioliticiLe parodie di Natalino Balasso sono sempre intelligenti, dirette e divertenti. In questo video, preso dal suo canale su youtube affronta il tema della psichiatria e dell'uso/abuso di ansiolitici. Per ridere, ma soprattutto per pensare. Cogliamo l'occasione per ringraziarlo sentitamente per i suoi lavori, che proponiamo sempre volentieri sul nostro sito. Buona visione!

Balasso e gli ansiolitici - 5.0 out of 5 based on 1 vote

L’esperimento di Facebook. Ecco cosa accade se metti Mi Piace a tutto

01 Settembre 2014 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Mat Hanon, redattore di Wired, ha effettuato un esperimento su Facebook: per 48 ore di fila non ha fatto altro che mettere "Mi Piace" a qualunque contenuto. Scopriamo com'è andata.
Like

L’esperimento di Facebook. Ecco cosa accade se metti Mi Piace a tutto - 4.3 out of 5 based on 235 votes

Il super-microchip che imita il cervello umano

31 Agosto 2014 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

SkynetStiamo per essere sostituiti? E' presto per saperlo, e forse non è il caso di essere preoccupati, però la notizia che è stato sviluppato un microchip super potente, portatile, in grado di prendere decisioni imitando la struttura del cervello umano, non può non evocare, anche se per una frazione di secondo, gli scenari proposti da film come "Terminator". (E.C.)

Di "TrueNorth" si stava facendo da tempo un gran parlare. Voci di corridoio, che parevano più progetti affascinanti che prodotti reali.
Poi, un bel giorno, calò un silenzio tombale. Erano state rilasciate le prime release militari.
Adesso Ibm lascia pubblicare su Science un gran bell'articolo che parla di una delle tante possibili applicazioni ed implementazioni di "TrueNorth".

Il super-microchip che imita il cervello umano - 5.0 out of 5 based on 1 vote

MURI E FILI - riflessioni sugli eventi in Palestina.

04 Agosto 2014 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

CIR Tomaello2Ho delle foto sparse sul tavolo. Le ha scattate Cinzia, nell'estate 2009, durante un viaggio in Palestina.
Stasera ho bisogno di allontanarmi dalle odierne cronache di guerra. Qui, nel silenzio notturno della stanza, metto per un po' da parte tutto ciò che so (o credo di sapere) su questo conflitto: gli inganni, i torti subiti, le ingiustizie che in questi anni sono entrate in tutte le case senza badare alla nazionalità e al credo religioso, e provo a concentrarmi sulle immagini che ho davanti. Mi mettono a disagio, come quando senti un odore che non ti piace.

Nella prima vedo un muro alto, grigio. Serpeggia sgraziatamente sul territorio. Poi vedo tante persone in coda, volti e corpi parzialmente coperti dalle sbarre metalliche che delimitano lo stretto corridoio che devono percorrere fino ad arrivare al posto di blocco dove ci sono dei soldati con le armi.

La mia mente inizia come al solito a distribuire colpe e ragioni. "Devo trovare un modo di fermarla", mi dico. Mi viene in aiuto un ricordo dell'infanzia.
Da piccolo facevo un gioco: quando una persona catturava la mia attenzione, mi immedesimavo in lei e guardavo il mondo coi suoi occhi.
Ci provo.

 

 

MURI E FILI - riflessioni sugli eventi in Palestina. - 4.8 out of 5 based on 5 votes

LA MUSICA E’ FINITA PER NOA

28 Luglio 2014 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

NoaIL CONCERTO MILANESE DELL'ARTISTA ISRAELIANA SALTA DOPO LE SUE DICHIARAZIONI ASECONDO CUI LA PALESTINA VORREBBE DAVVERO LA PACE CON ISRAELE, MA NETANYAHU NO.

"L'inizio di un ostracismo in Italia che segue quello che Noa subisce da diversi anni in Israele", dice Benincasa, storico agente di Noa. Lettera aperta dell'artista. "Ci sono soltanto due parti in questo conflitto, ma non sono Israeliani e Palestinesi, Ebrei e Arabi. Sono i moderati e gli estremisti. Io appartengo ai moderati, che hanno bisogno di unirsi!"...

LA MUSICA E’ FINITA PER NOA - 5.0 out of 5 based on 2 votes