Arte e Cultura

The Monsanto Years, il nuovo disco di Neil Young contro la multinazionale americana

18 Maggio 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

neil youngIn uscita il 16 giugno, l'album del cantautore canadese è dedicato alla multinazionale di biotecnologie agrarie, da anni al centro di critiche e cause legali per l'uso indiscriminato di pesticidi e sementi ogm. «I pesticidi della Monsanto avvelenano i nostri cibi, uccidono le api e tutte le altre forme di vita fondamentali per l'ecosistema», scrive Young dalla sua pagina facebook. E la protesta si allarga anche alla Starbucks, grande catena internazionale di caffetterie.

The Monsanto Years, il nuovo disco di Neil Young contro la multinazionale americana - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Non si sfugge alla pubblicità

14 Maggio 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

pubblicità2Lo sapevate che a Seul tutte le volte che un autobus passa davanti a un Caffè Dunkin' Donuts parte un aromatizzatore che spruzza profumo di ciambelle tra i passeggeri? E l'uomo che l'ha inventato ha anche preso un premio. È uno degli esempi di indottrinamento e manipolazione pubblicitaria descritti nel libro di Matthew Crawford, The World Beyond Your Head.

Crawford, nel suo libro The World Beyond Your Head, alla fine arriva a concludere che si tratta di un problema politico. Non c'è in ballo soltanto il dover imparare ad auto-disciplinarsi nell'uso di una tecnologia che ci offre miliardi di stimoli contemporeaneamente; il fatto è che dai produttori di smartphone ai creatori di social network, dai media alle multinazionali, tutti approfittano della nostra sempre più limitata capacità di difenderci da tutti questi stimoli e lo fanno per ammaliarci e trarne profitto da questo.

Non si sfugge alla pubblicità - 4.8 out of 5 based on 4 votes

I 13 edifici più brutti del mondo. (O no?)

08 Maggio 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

edificibrutti41Tutti gli edifici vengono progettati tenendo conto sia della componente funzionale, sia di quella estetica, almeno in teoria. Sicuramente in alcune occasioni può capitare che l'uno prevalga sull'altro, a causa delle trasformazioni delle correnti artistiche, delle tendenze... ma è possibile che uno dei due aspetti sia proprio inesistente? In effetti esistono diversi edifici "di dubbia armonia estetica", ma siccome ("ci hanno detto che", nota CIR) la bellezza è negli occhi di chi guarda, ci piacerebbe conoscere la tua opinione sui 13 edifici selezionati in questo elenco dedicato alle costruzioni più brutte del pianeta. (Nota CIR 2: Sicuramente esistono edifici più brutti anche solo in molte città italiane, ma teniamo in considerazione che questi elencati, dovrebbero essere fiori all'occhiello del design e dell'architettura, almeno nelle intenzioni.) Sei d'accordo con la selezione? Lascia un commento sulla nostra pagina Facebook!

Vede la musica perché affetta da sinestesia e decide di dipingere ciò che ascolta

24 Aprile 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Melissa MccrackenMelissa McCracken racconta sul suo sito di aver scoperto a 15 anni di soffrire di sinestesia, un fenomeno neurologico piuttosto raro che, oltre ad altri disturbi, le permette di "vedere" ciò che ascolta. La sinestesia infatti unisce in combinazioni uniche alcuni diversi stimoli sensoriali.

I suoi dipinti ad olio e acrilico sono il suo modo per esprimere i colori che vede quando sente pronunciare il nome di qualcuno o, come in questo caso, sente una canzone.

Osservate e ascoltate ogni sua opera cliccando sul titolo delle canzoni. Cosa ne pensate?

Vede la musica perché affetta da sinestesia e decide di dipingere ciò che ascolta - 5.0 out of 5 based on 3 votes

C'è un asilo nel bosco...

01 Aprile 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

asilonelbosco1Immagina un asilo, ma senza muri...È il primo progetto pilota italiano, partito lo scorso primo settembre ad Ostia Antica alle porte di Roma. L'idea dell'asilo nel bosco deriva dagli esempi esistenti nel nord Europa, e il metodo pedagogico è rivolto al benessere e alla riscoperta della ricchezza del mondo naturale per una migliore educazione del bambino. Noi di Coscienzeinrete li abbiamo conosciuti in occasione del primo meeting degli agenti del cambiamento, e ci sembrano dei ragazzi fantastici.

C'è un asilo nel bosco... - 4.2 out of 5 based on 5 votes

Per Carrefour tutti obesi e sommersi dai rifiuti

30 Marzo 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

spot carrefourAnalizzare le pubblicità è uno dei metodi migliori per capire dove stiamo andando e quali sono i non valori che ci guidano. Ogni tanto vale la pena diprenderne in esame qualcuna, di queste pubblicità "gioiello", per evidenziare come chi le fa consideri noi, l'ambiente e la salute.

Per Carrefour tutti obesi e sommersi dai rifiuti - 4.6 out of 5 based on 9 votes

La danza delle mozzarelle

27 Marzo 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

farinettiOscar Farinetti è senza alcun dubbio l'imprenditore simbolo dell'Italia renziana. La sua figura funziona da anello di congiunzione tra l'aziendalismo berlusconiano e l'ideologia profonda del Partito della nazione. In "La danza delle mozzarelle" (Alegre, 158 pagine, 14 euro), Wolf Bukowski ci aiuta a comprendere come questo passaggio di testimone non possa essere ridotto a pratiche inciuciste o al perseverare della corruzione: c'è qualcosa di più profondo, che attiene alla sfera politica e culturale, all'idea di paese, che Farinetti e ciò che lo ha spinto a divenire il master chef della grande distribuzione rappresentano.

La danza delle mozzarelle - 3.6 out of 5 based on 5 votes

Quando la realtà supera la fantasia

26 Marzo 2015 Scritto da Piero Cammerinesi
Pubblicato in Arte e Cultura

JinxDue storie americane, due storie emblematiche in cui la fantasia di un autore ottocentesco viene superata dalla realtà di una vicenda di cronaca.

di Piero Cammerinesi (corrispondente dagli USA di Coscienzeinrete Magazine)

Quando la realtà supera la fantasia - 5.0 out of 5 based on 3 votes

Cari studenti, sono un’insegnante e vi chiedo scusa

13 Marzo 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

Lizanne FosterLizanne Foster è un'insegnante canadese e ha scritto questo articolo sul suo blog. Dopo aver ricevuto decine di messaggi dagli studenti italiani, ha risposto con un'altra lettera bellissima. Eccole entrambe.

Cari studenti, sono un’insegnante e vi chiedo scusa - 5.0 out of 5 based on 7 votes

Il Sale della Terra e la lezione della Sophia

12 Marzo 2015 Scritto da Paola Lo Sciuto
Pubblicato in Arte e Cultura

Salgado1L'ultima opera di Wenders, Il sale della terra ormai nelle sale cinematografiche da mesi, racconta la vita di uno sguardo, un punto di vista molto particolare. Si tratta del fotografo brasiliano Sebastião Salgado, che dopo gli studi di economia e statistica, a partire dagli anni 70 comincia a voler raccontare attraverso la fotografia l'essere umano e il rapporto con i suoi simili, con la povertà e con la terra.
Questo monumentale documentario dedicato a Salgado, ci restituisce la profondità e la bellezza del suo sguardo , la capacità del fotografo di trasmettere la propria compassione per ciò che vede. Wenders raccontandolo riesce ad entrare nell'iconografia di Salgado tanto da utilizzare per le riprese gli stessi grand'angoli, lo stesso modo struggente di guardare il mondo.

Il Sale della Terra e la lezione della Sophia - 5.0 out of 5 based on 4 votes

Rembrandt prima di morire

06 Marzo 2015 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Arte e Cultura

rembrandtvedereUna donna ammalata terminale voleva vedere il Cielo… Il suo ultimo desiderio è stato realizzato: voleva vedere il suo amato Rembrandt al RijksMuseum di Amsterdam ed è stata accontentata dai volontari della Stichting Ambulance Wens (la Fondazione Ambulanza dei Desideri), un'associazione olandese che permette ai malati terminali di recarsi in ambulanza nei luoghi adorati. Qualcuno si fa portare al pub, qualcuno al porto, qualcuno a vedere un mulino a vento o la città dall’alto…

Qualcuno ha nostalgia dell’Arte, di vera Arte. Di quella che, insieme alla Natura, è manifestazione del Cielo in Terra… Manifestazione di spiriti umani come Rembrandt capaci di incarnare nei loro quadri la loro dimensione più elevata. Quella dimensione artistica che il nostro spirito ama perché riconosce come proveniente dalla sua vera casa….

Voleva vedere il Cielo in Terra, perché l’accompagnasse in Cielo…

Rembrandt prima di morire - 4.3 out of 5 based on 3 votes

L'arte invisibile, ovvero : i vestiti nuovi dell'Imperatore

05 Marzo 2015 Scritto da Paola Lo Sciuto
Pubblicato in Arte e Cultura

Arte invisibile2Qualche mese fa, più precisamente nel settembre del 2014, si inaugura una mostra proposta alla Schulbert Gallery di New York della giovanissima artista Lana Newstrom. Il pubblico entrando in galleria, fissa e si sofferma su pareti illuminate e completamente vuote: E' il trionfo dell'arte invisibile!.L'artista riesce a far parlare di se, le foto pubblicate mostrano un pubblico che osserva il vuoto. Il suo agente dichiara che si tratta della ge

nialità della migliore artista contemporanea vivente perché "Quando la Newstrom ti descrive ciò che non vedi, inizi a capire perché uno dei suoi lavori "invisibili" può valere milioni di dollari".
La critica, i commenti, sui social network hanno messo al centro della ribalta la "promessa" dell'arte contemporanea, tanto che dopo mesi ne stiamo ancora parlando.
Per la Newstrom, è solo questione di immaginazione e di libertà di espressione. Una riflessione che potrebbe far risalire al discorso di "arte concettuale".
"L'arte è pura immaginazione e questo è quello che chiedo alla gente di fare, commenta l'artista, devi immaginare il dipinto o la scultura che stai ammirando".

Ma poi come lei stessa dichiara nel sonoro di un video in cui c'è solo il fermo immagine di una foto diffusa dai media con delle voci di sottofondo: "nessuno voleva le mie opere, nessun museo , nessuna galleria, così phaf! ho inventato l'arte invisibile".

L'arte invisibile, ovvero : i vestiti nuovi dell'Imperatore - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Nella ricerca del bene non può esserci giustizia senza bellezza

05 Marzo 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura
CIR Bellezza quotesInorridiamo davanti alle ingiustizie, ma orrore è anche la bruttezza che si diffonde in nome del progresso[1]
 
Viviamo in una società che sta distruggendo se stessa, profondamente ingiusta e brutta, e i due scempi si compiono indissolubilmente associati. Perché?
 
Perché, come insegnava la cultura greco romana, nella ricerca del bene non può esserci giustizia senza bellezza.
 
Nelle sue forme più antiche, infatti, il bene assoluto era composto inseparabilmente da giustizia e bellezza poiché entrambe, bisogni archetipi dell’anima[2], erano ritenute componenti necessarie per l’equilibrio dell’uomo e della società.
 
di Solange Manfredi - Tratto da Diritto, Politica & Società n°1
Nella ricerca del bene non può esserci giustizia senza bellezza - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Le cinque azioni che fanno lavorare meglio il cervello

03 Marzo 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

cervello memoriaSi è soliti pensare che il cervello sia "cablato" e che, a differenza degli altri organi, non posso auto-ripararsi o ripristinare funzioni perdute una volta subìto un danno o una malattia. Ora sappiamo invece che il cervello è neuroplastico, che l'attività e l'esperienza mentale possono essere usate per modificare la strutture delle connessioni che il cervello contiene. Questi principi innovativi vengono usati per migliorare in maniera evidentissima, a volte anche per curare, disturbi cerebrali prima ritenuti irreversibili. E se ne può fare tesoro anche nella vita di ogni giorno per migliorare la salute del nostro cervello e le sue performance. Ecco cinque cose da provare, tratte dal libro di Norman Doidge.

Le cinque azioni che fanno lavorare meglio il cervello - 5.0 out of 5 based on 3 votes

La bellezza dell'inverno

19 Febbraio 2015 Scritto da Paola Lo Sciuto
Pubblicato in Arte e Cultura

Inverno1
L'inverno sta volgendo al termine. La neve al sole si scioglie e nella rinascita diventa acqua.
Secondo alcune tradizioni spirituali, la neve è la coperta che separa la terra dal mondo, perché possa tornare in se stessa ciclicamente, in attesa che si compia una nuova resurrezione. Noi ringraziamo l'inverno per averci lasciato senza parole davanti alla bellezza di paesaggi meravigliosi.

La bellezza dell'inverno - 4.3 out of 5 based on 7 votes

Quelle strane stelle che pulsano al ritmo della sezione aurea

18 Febbraio 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Arte e Cultura

StelleAureaLa sezione aurea si può ritrovare nella conchiglia del nautilus, nel Partenone, nei dipinti di Leonardo e ora anche nelle stelle. Un nuovo studio condotto con il telescopio spaziale Kepler ha infatti scoperto quattro stelle variabili che pulsano a frequenze il cui rapporto è vicino al numero irrazionale 0,61803398875..., indicato anche con la lettera greca phi, o sezione aurea, o ancora come inverso del numero 1,61803398875....

La sezione aurea non era comparsa nelle sfere celesti finché l'astronomo John Linder del College of Wooster, in Ohio, e colleghi non hanno analizzato i dati di Kepler. I ricercatori hanno considerato una classe di stelle chiamate RR Lyrae, note per la loro variabilità. A differenza del Sole, che brilla con intensità costante (una buona cosa per la vita sulla Terra!), queste stelle aumentano e diminuiscono la loro luce seguendo l'espansione e la contrazione della loro atmosfera, dovute a variazioni periodiche di pressione.

Quelle strane stelle che pulsano al ritmo della sezione aurea - 4.3 out of 5 based on 3 votes

Il Pavone: i significati simbolici di un'immagine che fa bene all'anima

16 Febbraio 2015 Scritto da Paola Lo Sciuto
Pubblicato in Arte e Cultura

PavoneBianco4Ogni cosa, gesto, essere del mondo ha una dimensione simbolica.
Come dire una madre, è madre di uno o più figli, ha un ruolo, fa delle cose, ama, lavora, ma l'essere madre è legato al suo profondo significato, al suo essere punto di origine, la terra generatrice, l'accoglienza, la sicurezza etc...
La parola simbolo dal latino symbolum, dal gr. Simbolon (verbo symballo), vuol dire metto insieme, conchiudo, da syn – metto in sieme, e bàllo – getto.
Nell'antichità si chiamò simbolo la "tessera hospitalis", cioè l'anello che veniva spezzato in due pezzi, che tenuti da due famiglie ne comprovava l'ospitatlità data o ricevuta, o la fede matrimoniale etc..
L'aspetto simbolico è qualcosa di profondo ed alto. Il simbolo  è il legame del particolare con il proprio significato generale, e il significato ( dal lat. significatus -us che vuol dire «senso, indizio» ) è l'indizio che lo relaziona con il senso profondo della nostra vita.
È il significato che parla attraverso la sua bellezza di forme, colori, ed ogni bellezza è unica, racconta della proprie particolari qualità.
La bellezza degli animali ad esempio è benefica e ci arricchisce non solo per il loro aspetto estetico delle loro forme e dei colori che riempiono l'anima di gioia ma anche perché il loro significato simbolico dà il senso alle cose,  che sono tutte connesse e in armonia.

Il Pavone: i significati simbolici di un'immagine che fa bene all'anima - 4.3 out of 5 based on 31 votes

Pinocchio, una storia americana

12 Febbraio 2015 Scritto da Piero Cammerinesi
Pubblicato in Arte e Cultura

NBCBugiaLa notizia è di quelle che da questa parte dell'Atlantico restano per giorni in prima pagina, mentre in Italia avrebbe avuto un trafiletto relegato nella sezione 'spettacolo'.

di Piero Cammerinesi (corrispondente dagli USA di Coscienzeinrete Magazine)

Houston, 11 Febbraio 2015 - Di per sé si tratta di qualcosa di cui non varrebbe neppure la pena parlare - e tantomeno scrivere - se non perché, in qualche modo, può essere davvero emblematica delle abissali diversità che intercorrono tra le mentalità americana ed italiana o, forse, per meglio dire, tra quella anglosassone e quella latina.

La notizia, di oggi, è che la NBC ha di fatto buttato fuori il suo anchorman di punta, Brian Williams, per aver...detto una bugia.

Pinocchio, una storia americana - 3.0 out of 5 based on 2 votes