Enrico Carotenuto

Enrico Carotenuto

URL del sito web:

L’ultimo tranello dell’industria del biotech

05 Ottobre 2015 Pubblicato in Agricoltura

biotechL'ultima battaglia dell'industria degli ogm: fare pressione perchè la Commissione Europea deregolamenti le nuove tecniche di modificazione genetica, eliminando iter autorizzativi e lasciando mano libera senza rendiconti né studi, nè tantomeno etichettature.

L’ultimo tranello dell’industria del biotech - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Cadono le maschere: l'occidente tifa ISIS

11 Settembre 2015 Pubblicato in Politica

russiasiriaE' di ieri la presunta notizia che la Russia stia rinforzando gli aiuti che invia a Damasco, in appoggio al governo di Assad impegnato nella guerra contro l'ISIS. E' comparso un video (vedi sotto) in cui apparentemente un carro armato russo spara dei colpi su una postazione dell'ISIS. Ma i russi, a quanto ci risulta, sono in Siria da un bel pezzo, visto che hanno a Tartus la loro unica base nel mediterraneo. E comunque le forze armate siriane usano molte armi russe. Subito però, dissonanti dichiarazioni da tutte le parti coinvolte. I supporter dell'ISIS dicono che Putin sbaglia ad aiutare Assad, che ci saranno gravi conseguenze, e che ciò non farà che prolungare il massacro. I russi e gli iraniani dicono che non è cambiato gran che, tranne l'arrivo di alcuni strateghi dalla Russia, perchè tanto loro la manovalanza ce l'hanno. In effetti la Russia invia aiuti alla Siria dall'inizio della crisi, e non si capisce ancora bene se ci sia effettivamente stato un incremento, in termini umanitari e di materiale bellico, o se sia stato scelto questo momento per dare impatto mediatico ad una notizia che ha almeno 3 anni.

Ecco una breve analisi del senso e dello scopo di questa manfrina.

Cadono le maschere: l'occidente tifa ISIS - 4.3 out of 5 based on 8 votes

Geotermia: guarda guarda chi c'è dietro i finti ambientalisti pro-centrale

07 Settembre 2015 Pubblicato in Ecologia

CIR Tana GeotermiaUn progetto inutile, che pagheranno tutti gli italiani perchè fatto per intascare incentivi, con enormi rischi per ambiente e residenti. Ma lo spacciano come verde, buono e bello. Siamo andati a vedere chi, e come. Il risultato? Grasse risate.

E' da tempo che riportiamo sull'importante battaglia che si sta svolgendo sul territorio dell'Alfina, tra Orvieto ed il lago di Bolsena. Una battaglia importante, perchè è li che stanno tentando di fare il primo progetto pilota, che darebbe poi il via ad almeno altre decine e decine di centrali sparse per tutta Italia.

La battaglia vede i cittadini dell'area interessata, e con essi i comuni, contrari in blocco alla centrale, contrapposti ad una misteriosa società con sede nel paradiso fiscale del Liechtenstein,  che si muove attraverso una misteriosa società austriaca, che opera attraverso una società italiana, la ITW LKW, che non ha mai fatto niente del genere prima, apparentemente aiutata da una potente lobby politico-affaristica che riesce a combinare strani magheggi in parlamento, pur di mandare avanti il progetto.

 

Geotermia: guarda guarda chi c'è dietro i finti ambientalisti pro-centrale - 4.3 out of 5 based on 6 votes

Migranti e guerre: finalmente il capo di stato maggiore USA, ci dice chiaramente a cosa servono.

04 Settembre 2015 Pubblicato in Politica

DempseyL'emergenza umanitaria durerà almeno vent'anni. Gli statunitensi, nella persona del capo di stato maggiore, il generale Martin Dempsey, ci hanno fatto il piacere di dircelo, così ci mettiamo l'anima in pace.

Queste le parole di Dempsey: "dobbiamo affrontare sia unilateralmente che con i nostri partner questa questione come un problema generazionale, e organizzarci e preparare le risorse ad un livello sostenibile per gestire (questa crisi dei migranti) per (i prossimi) 20 anni".

Inquietanti è dire poco.

Ecco perchè.

Migranti e guerre: finalmente il capo di stato maggiore USA, ci dice chiaramente a cosa servono. - 4.5 out of 5 based on 24 votes

Spazzano via le ultime briciole, ovvero: e Ultimo chiuda la porta

22 Agosto 2015 Pubblicato in Politica

UltimoLa piramide vincente, quella gesuito-massonica, sta continuando il repulisti di uomini della vecchia guardia. Non parliamo tanto della sostituzione di uomini della piramide avversaria con i propri, perchè quello, dove conta, è già stato fatto da un pezzo. Ci riferiamo piuttosto alla sostituzione di quegli uomini che tenevano i piedi in due scarpe, o per meglio dire, quelli che facevano da garanti o da tramite. Quelli che hanno raggiunto la propria posizione facendo il favore giusto alla persona giusta, al momento giusto. Quelli che magari non hanno nulla contro la piramide vincente, e sono dispostissimi a continuare il proprio lavoro come prima, giurando fedeltà sempiterna ai vincitori.

Spazzano via le ultime briciole, ovvero: e Ultimo chiuda la porta - 5.0 out of 5 based on 4 votes

Cocktail chimici ogni giorno: ecco come ci fanno ammalare

16 Agosto 2015 Pubblicato in Benessere Olistico

Ambientecarcinogeno1Le sostanze chimiche cui siamo esposti ogni giorno nella nostra quotidianità sono spesso approvate dagli enti governativi che hanno stabilito soglie minime e massime affinché non risultino pericolose. E per anni ci è stato ripetuto che "è la dose che fa il veleno". Può anche essere stato vero in determinate condizioni e per determinate sostanze, ma oggi siamo esposti a talmente tante sostanze chimiche insieme che è ormai chiaro come non sia più possibile calcolarne la tossicità singolarmente. Pensate a un semplice picnic in un parco cittadino. L'aria che respirate è piena di particolato inquinante proveniente dalla combustione delle auto, i terreni sono trattati con erbicidi o fertilizzanti chimici la plastica dentro cui è confezionato il vostro cibo può contenere BPA o ftalati, le bibite possono contenere conservanti, gli spray detergenti che usate dopo mangiato possono contenere triclosan e i filtri solari che vi spalmate sulla pelle probabilmente contengono nanoparticelle. Ora moltiplicate tutto questo per ogni giorno della vostra vita.

Cocktail chimici ogni giorno: ecco come ci fanno ammalare - 3.7 out of 5 based on 3 votes

Omicidio Fassi: responsabilità di Stato

27 Luglio 2015 Pubblicato in Politica

FollettoMaria Luisa Fassi, uccisa mentre lavora nel suo negozio. Una tragedia inevitabile. Destinata, purtroppo, a ripetersi.

I giornali hanno parlato ampiamente del gesto folle di Pasqualino Folletto. Parlando di discesa in un inferno personale, dovuto alla malattia della figlia e all'illusione di cui è stato preda: quella di poter risolvere i problemi economici giocando ai videopoker. Nonostate uno stipendio molto buono, si era infatti giocato anche gli undicimila Euro che gli erano stati messi a disposizione per l'accompagnamento della bambina. Sui media quindi, si comincia finalmente ad accostare il gioco d'azzardo alla patologia. Ma non si arriva mai alle conseguenze logiche del discorso. Ci si ferma sempre alla responsabilità personale: il problema è del giocatore, che è un debole o un illuso. La realtà però va ben al di là di questo concetto superato: la responsabilità è di chi ha messo in piedi e perpetua un sistema, quello dell'azzardo, che è è un vero e proprio attacco alle coscienze in crescita.

Omicidio Fassi: responsabilità di Stato - 5.0 out of 5 based on 3 votes

Lo sapevi? Più un campo magnetico è debole, maggiore è il suo effetto sull'organismo

22 Luglio 2015 Pubblicato in Benessere Olistico

Emilio9
Il Professor Emilio Del Giudice è stato un luminare della fisica italiana. Una delle sue doti principali è stata la capacità di spiegare concetti complessi in maniera estremamente semplice, segno distintivo di una comprensione profonda della sua materia. In questo bellissimo video, tratto dal convegno "Interazione dei campi elettromagnetici ultradeboli con la materia vivente" del 19 Settembre 2009 ad Abano Terme, spiega chiaramente moltissime cose interessanti sul funzionamento dell'acqua, delle molecole, e dei principi fisici e biologici che fanno si che il corpo reagisca in maniera molto forte ai più piccoli stimoli elettromagnetici. Una spiegazione concreta a molte cure considerate "alternative", ma anche, riflettendoci bene, un monito per una società che vive sempre più immersa in campi elettromagnetici artificiali i cui effetti andrebbero studiati in maniera molto, ma molto approfondita. Un video assolutamente illuminante. Buona visione.

Lo sapevi? Più un campo magnetico è debole, maggiore è il suo effetto sull'organismo - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Draghi ci mette la briscola

17 Luglio 2015 Pubblicato in Politica

CIR Re di BastoniNei giorni scorsi avevamo già detto come la debacle Tsipras in realtà fosse un ottimo spunto di pressione contro la Germania, ed un'accelerazione verso il completamento del superstato. Avevamo infatti notato le strane uscite di personaggi fortemente legati alla cricca della UE. A seconda del loro stile personale, chi con frasi semisibilline a riguardo di certe "rigidità" tedesche come Monti, chi invece andando a raccontare almeno una buona parte della verità (miracolo!) sulla fine che fanno i soldi dei cosiddetti "aiuti", come D'alema. Entrambi, guardacaso, puntando il dito sul fatto che bisogna che l'Europa diventi più stato, per fare le cose in maniera migliore. 

Ieri, con perfetto tempismo, quasi fosse il compagno ideale a briscola, il capo della BCE porta a casa il punto con una bella briscola dicendo, a proposito dell'Unione: "Imperfetta e fragile". Ovvero, occorre perfezionarla e irrobustirla, ma non solo: evidentemente Draghi si trova in mano tutta una serie di briscole da usare, in quanto si è lasciato  andare ad una serie di dichiarazioni in cui bacchetta Schauble per aver anche solo menzionato il grexit, schiaffeggia apertamente la Germania dicendo che il debito Greco va alleggerito per forza, checchè ne dica la Germania, e poi ricorda alle banche greche che lui è il deus ex machina, dicendo che per loro il Quantitative Easing si farà solo quando lo dice lui. 

Draghi ci mette la briscola - 5.0 out of 5 based on 4 votes

Ma Tsipras ci fa, o ci è?

09 Luglio 2015 Pubblicato in Politica

Tsipras debitoI greci hanno detto NO! Evviva! Bene! E cosa fa Tsipras? Va a chiedere altri soldi in prestito.

Cosa c'è di male?

Tutto, perchè la situazione è la seguente.

Immaginate che la Grecia sia un pover'uomo indebitato con uno strozzino. Talmente indebitato che un terzo di tutti i soldi che il pover'uomo guadagna vengono spesi solo per le necessità più basiche: mangiare, bere, e pagare i mezzi per andare a lavorare. I restanti due terzi invece, servono a pagare gli interessi allo strozzino. Ma questi due terzi non bastano, ed il poveretto non può ridurre ulteriormente le sue spese, perchè se non mangia, non beve, o non va a lavorare, non può sopravvivere.

Ma Tsipras ci fa, o ci è? - 3.8 out of 5 based on 5 votes