Paola Lo Sciuto

Paola Lo Sciuto

URL del sito web:

La teoria svedese dell’amore: Un Credo per l’individualità che rende infelici

05 Ottobre 2016 Pubblicato in Arte e Cultura

Teoria Svedese1La teoria svedese dell'amore (The Swedish Theory of Love) è un film documentario del 2015 diretto da Erik Gandini, oggi distribuito nei cinema e trasmesso dalla Rai nel luglio del 2016. 

Il documentario di cui parliamo, da non perdere, ci mostra lo status della società svedese, oggi all'apice di un diktat progressista. Racconta come, a partire dai primi anni settanta le politiche socialiste svedesi inaugurarono un modus operandi concreto per lo stato e i cittadini. L'imperativo, al limite dell'autoritarismo, dichiarava che tutti gli individui di una collettività evoluta dovevano rendersi indipendenti gli uni dagli altri. Ciò avrebbe permesso alla gente di abbandonare gli antiquati schemi di rapporti tra le persone che nella dipendenza economica delle relazioni di coppia e in quelle familiari, non potevano essere libere di decidere per sé e sviluppare la propria autonomia e individualità.

La teoria svedese dell’amore: Un Credo per l’individualità che rende infelici - 4.3 out of 5 based on 12 votes

Cosa trasforma un'opera in un'opera d'arte?

26 Febbraio 2016 Pubblicato in Arte e Cultura

Arte Paola6Cosa rende un'opera, un'opera d'arte?

Già, bella domanda!

Prendiamo spunto da un articolo apparso su Wired di Massimiliano Zane all'inizio di febbraio 2016.

L'articolo commenta una vicenda imbarazzante e interessante allo stesso tempo.
Le statue dei Musei Capitolini vengono coperte in occasione della visita a Roma del presidente iraniano Hassan Rouhani. La stampa nazionale e internazionale si scatena e con il passare dei giorni il dibattito si sposta su questioni estetiche e artistico - filosofiche.

La cosa interessante è che un'amante dell'arte contemporanea, Alda Fendi, trova "eccezionale" questo gesto e vuole comprare le casse che hanno coperto le statue perchè per lei sono come una magnifica istallazione, un'opera d'arte.

Cosa trasforma un'opera in un'opera d'arte? - 3.3 out of 5 based on 9 votes

Con la primavera, tornano i fiori coi loro archetipi e significati

01 Aprile 2015 Pubblicato in Spiritualità

fiori2Fiore nel suo significato etimologico di radice indoeuropea, ha significa gonfiare, traboccare, sbocciare, e dal greco: gonfio , trabocco, divento tumido, turgido.

É un vero e proprio "traboccare" di bellezza incalcolabile, quello dei fiori. Attrazione sensuale di forme e di profumi che ci rendono ben disposti, provocano un'espansione del cuore e leggerezza della mente. Si tratta di raffinati archetipi che trasmettono qualità di amore e sentimenti attraverso una bellezza limpida e potente.

I fiori sono la forza vitale che spinge dal fusto, un vero e proprio vocabolario emozionale dello spirito dirompente. Da millenni gli uomini scandiscono i momenti della loro vita dando ad ogni fiore dei significati. Clicca qui per scoprire i significati dei fiori.

I fiori sono l'esempio perfetto di come le forme archetipiche serbino qualità e caratteristiche, costituendo un vero e proprio linguaggio del mondo spirituale.

Dalla mitologia alla filosofia, alla medicina, esiste un'ampia letteratura sul potere benefico dei fiori, noi siamo pronti per assistere al loro sbocciare, alla rinascita, al miracolo che ogni anno si fa festa del corpo e dello spirito!

Con la primavera, tornano i fiori coi loro archetipi e significati - 4.6 out of 5 based on 7 votes

Il Sale della Terra e la lezione della Sophia

12 Marzo 2015 Pubblicato in Arte e Cultura

Salgado1L'ultima opera di Wenders, Il sale della terra ormai nelle sale cinematografiche da mesi, racconta la vita di uno sguardo, un punto di vista molto particolare. Si tratta del fotografo brasiliano Sebastião Salgado, che dopo gli studi di economia e statistica, a partire dagli anni 70 comincia a voler raccontare attraverso la fotografia l'essere umano e il rapporto con i suoi simili, con la povertà e con la terra.
Questo monumentale documentario dedicato a Salgado, ci restituisce la profondità e la bellezza del suo sguardo , la capacità del fotografo di trasmettere la propria compassione per ciò che vede. Wenders raccontandolo riesce ad entrare nell'iconografia di Salgado tanto da utilizzare per le riprese gli stessi grand'angoli, lo stesso modo struggente di guardare il mondo.

Il Sale della Terra e la lezione della Sophia - 5.0 out of 5 based on 4 votes

L'arte invisibile, ovvero : i vestiti nuovi dell'Imperatore

05 Marzo 2015 Pubblicato in Arte e Cultura

Arte invisibile2Qualche mese fa, più precisamente nel settembre del 2014, si inaugura una mostra proposta alla Schulbert Gallery di New York della giovanissima artista Lana Newstrom. Il pubblico entrando in galleria, fissa e si sofferma su pareti illuminate e completamente vuote: E' il trionfo dell'arte invisibile!.L'artista riesce a far parlare di se, le foto pubblicate mostrano un pubblico che osserva il vuoto. Il suo agente dichiara che si tratta della ge

nialità della migliore artista contemporanea vivente perché "Quando la Newstrom ti descrive ciò che non vedi, inizi a capire perché uno dei suoi lavori "invisibili" può valere milioni di dollari".
La critica, i commenti, sui social network hanno messo al centro della ribalta la "promessa" dell'arte contemporanea, tanto che dopo mesi ne stiamo ancora parlando.
Per la Newstrom, è solo questione di immaginazione e di libertà di espressione. Una riflessione che potrebbe far risalire al discorso di "arte concettuale".
"L'arte è pura immaginazione e questo è quello che chiedo alla gente di fare, commenta l'artista, devi immaginare il dipinto o la scultura che stai ammirando".

Ma poi come lei stessa dichiara nel sonoro di un video in cui c'è solo il fermo immagine di una foto diffusa dai media con delle voci di sottofondo: "nessuno voleva le mie opere, nessun museo , nessuna galleria, così phaf! ho inventato l'arte invisibile".

L'arte invisibile, ovvero : i vestiti nuovi dell'Imperatore - 5.0 out of 5 based on 2 votes

La bellezza dell'inverno

19 Febbraio 2015 Pubblicato in Arte e Cultura

Inverno1
L'inverno sta volgendo al termine. La neve al sole si scioglie e nella rinascita diventa acqua.
Secondo alcune tradizioni spirituali, la neve è la coperta che separa la terra dal mondo, perché possa tornare in se stessa ciclicamente, in attesa che si compia una nuova resurrezione. Noi ringraziamo l'inverno per averci lasciato senza parole davanti alla bellezza di paesaggi meravigliosi.

La bellezza dell'inverno - 4.3 out of 5 based on 7 votes

Il Pavone: i significati simbolici di un'immagine che fa bene all'anima

16 Febbraio 2015 Pubblicato in Arte e Cultura

PavoneBianco4Ogni cosa, gesto, essere del mondo ha una dimensione simbolica.
Come dire una madre, è madre di uno o più figli, ha un ruolo, fa delle cose, ama, lavora, ma l'essere madre è legato al suo profondo significato, al suo essere punto di origine, la terra generatrice, l'accoglienza, la sicurezza etc...
La parola simbolo dal latino symbolum, dal gr. Simbolon (verbo symballo), vuol dire metto insieme, conchiudo, da syn – metto in sieme, e bàllo – getto.
Nell'antichità si chiamò simbolo la "tessera hospitalis", cioè l'anello che veniva spezzato in due pezzi, che tenuti da due famiglie ne comprovava l'ospitatlità data o ricevuta, o la fede matrimoniale etc..
L'aspetto simbolico è qualcosa di profondo ed alto. Il simbolo  è il legame del particolare con il proprio significato generale, e il significato ( dal lat. significatus -us che vuol dire «senso, indizio» ) è l'indizio che lo relaziona con il senso profondo della nostra vita.
È il significato che parla attraverso la sua bellezza di forme, colori, ed ogni bellezza è unica, racconta della proprie particolari qualità.
La bellezza degli animali ad esempio è benefica e ci arricchisce non solo per il loro aspetto estetico delle loro forme e dei colori che riempiono l'anima di gioia ma anche perché il loro significato simbolico dà il senso alle cose,  che sono tutte connesse e in armonia.

Il Pavone: i significati simbolici di un'immagine che fa bene all'anima - 4.3 out of 5 based on 31 votes

Turner e l'arte della vendita

05 Febbraio 2015 Pubblicato in Arte e Cultura

Turner2
Come si rilanciano sul mercato un artista e l'arte nell'epoca non solo della sua riproducibilità tecnica ma anche e soprattutto di una società mediatica come la nostra? Si fa una mostra epocale in uno dei maggiori musei del mondo quale è la Tate Britain di Londra, si battono i record di case d'asta famose come la Sotheby's, e si fa un film che vince la palma d'oro a Cannes.

Stiamo parlando di Turner il film uscito da pochi giorni nelle sale cinematografiche italiane.

Turner e l'arte della vendita - 3.0 out of 5 based on 2 votes

AKRAM KHAN E ISRAEL GALVÁN - TOROBAKA: Il dono dell'arte nel movimento di due grandi interpreti-coreografi

27 Settembre 2014 Pubblicato in Arte e Cultura

TorobakaQuando gli artisti sono grandi e le loro opere trasudano spiritualità, allora ti si apre letteralmente il cuore, ti viene voglia di saltare di gioia, e andare a ringraziare quell'artista che con tutta la sua generosità ti ha fatto vivere momenti di pura esaltazione! L'opera d'arte quando trasmette più dell'emozione, sembra essere vivente, comincia a vibrare in modo autonomo attivando una risonanza in chi la guarda e l'eccitazione aumenta in modo esponenziale. Una straordinaria energia fluisce e si propaga.

L'opera TOROBAKA, andata in scena nella capitale come spettacolo di apertura del rinomato RomaEuropa festival, mostra le sinergie di due coreografi danzatori a dir poco straordinari. Il lavoro di Akram Khan e Israel Galvàn, è stato davvero esilarante. Gli artisti hanno ricevuto quindici minuti ininterrotti di applausi fragorosi tra le urla e la gente in piedi che non voleva più andar via dal teatro.

 

 

AKRAM KHAN E ISRAEL GALVÁN - TOROBAKA: Il dono dell'arte nel movimento di due grandi interpreti-coreografi - 3.0 out of 5 based on 2 votes

Per un giorno l'arte e la bellezza Italiana ad un euro.

20 Settembre 2014 Pubblicato in Arte e Cultura

CIR GodiamoceloIl Ministro delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, ha deciso, (in occasione delle Giornate europee del Patrimonio ideate dal Consiglio d'Europa nel 1991), che nella giornata di oggi 20 settembre 2014, musei, aree archeologiche e complessi monumentali statali e comunali saranno aperti per tutto il giorno, fino alle 24, al costo simbolico di 1 euro. "Questa importante iniziativa dice Franceschini, serve a far conoscere i musei statali e comunali ad un pubblico più vasto: non solo ai turisti, ma anche ai tanti cittadini che non sono mai entrati nei musei delle proprie città".

Pagina 1 di 4