A Centocelle le campane per la raccolta del vetro diventano opere d’arte

A chi passeggia per Centocelle, a Roma, può capitare in questi giorni di notare qualcosa di strano, un tocco di colore in più per le strade del quartiere. A partire dallo scorso weekend, infatti, numerosi artisti si stanno dando da fare per decorare le campane per la raccolta del vetro della zona, trasformandole in vere e proprie opere d’arte. Si tratta della seconda edizione di GAU – Gallerie Urbane, il progetto di arte urbana che già lo scorso anno aveva modificato il volto del quartiere, decorando ben quaranta campane.

di Camilla Ferrario

Campane Centocelle7

La manifestazione è parte del programma di Contemporaneamente Roma 2018, promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e in collaborazione con SIAE, ed è organizzata da Progetto Goldstein, il cui scopo è quello di proporre, rifacendosi al famoso modello della Galeria de Arte Urbana (GAU) di Lisbona, “una strategia mirata alla promozione dell’arte urbana e allo stesso tempo alla valorizzazione del patrimonio cittadino”.

Campane Centocelle2

Si tratta di un progetto particolarmente interessante all’interno del panorama romano, con una proposta molto originale. Originale sicuramente anche per gli artisti, i quali, ognuno con il suo stile (e tutti sotto il coordinamento del writer Paolo Colasanti, in arte Gojo), si sono dovuti confrontare con un supporto inconsueto, molto diverso rispetto ai soliti tela e muro, fatto di superfici curve e che prevede diversi punti di vista.

Campane Centocelle4

Per chi fosse interessato a un’insolita e divertente caccia ai cassonetti, le opere sono concentrate soprattutto intorno a Piazzale delle Gardenie e Via Tor de’ Schiavi. Fino al 28 ottobre, inoltre, alcuni tra i più famosi street artisti della capitale continueranno a lavorare alle loro opere, e per tutto il prossimo weekend si terranno diverse iniziative volte a coinvolgere attivamente il quartiere. Le Invasioni Urbane, ad esempio, sono degli interventi artistici collettivi che si svolgeranno sia sabato che domenica nelle aree di raccolta differenziata, con la partecipazione degli artisti e degli studenti che hanno preso parte al progetto. Domenica pomeriggio, a conclusione della manifestazione, si terranno inoltre visite guidate per ammirare le nuove opere (accompagnati dai ragazzi della Scuola dell’Orologio), mentre sabato pomeriggio si terrà il laboratorio creativo Differenziata Mon Amour, che si propone di sensibilizzare bambini e famiglie sul tema della raccolta differenziata attraverso la trasformazione dei rifiuti in oggetti d’arte. Perché, come diceva Andy Warhol, “gli scarti sono probabilmente brutte cose, ma se riesci a lavorarci un po’ sopra e renderli belli o almeno interessanti, c’è molto meno spreco”.

Campane Centocelle9

Fonte: http://artecracy.eu/gau-2018-centocelle-torna-a-trasformarsi-in-una-galleria-a-cielo-aperto/

Vota questo articolo
(0 Voti)