A scuola nella natura, rivoluzione pedagogica

AgrinidiLa rivoluzione pedagogica consentita dal contesto naturale e dalla vita all'aria aperta con gli animali offre l'opportunità di rendere i bambini di nuovo in armonia con se stessi e col mondo. Questa consapevolezza si sta diffondendo e si diffondono dunque le esperienze degli agrinidi e degli asili e scuole nel bosco, di cui si parla nel libro "Agrinidi, agriasili e asili nel bosco. Nuovi percorsi educativi nella natura".

Margherita Rizzuto, Silvia Paolini, Giuseppe Orefice, Chiara De Santis e Francesca Durastanti sono gli autori di "Agrinidi, agriasili e asili nel bosco. Nuovi percorsi educativi nella natura" (Terra Nuova Edizioni), tutti esperti della materia e con esperienza alla spalle di formazione nel settore.

«Da qualche tempo si guarda all'universo naturale con un riscoperto interesse, come ad un luogo capace di insegnare, di aiutare a crescere, un luogo dove diventare grandi - spiegano gli autori - Non più un "luogo pericoloso" ma maestro di vita e spazio utile per favorire lo sviluppo dei più piccoli. Questo anche perché negli ultimi tempi il ruolo e la percezione dell'agricoltura sono cambiati: l'azienda agricola ha riscoperto la sua funzione di impresa familiare capace di accogliere e di proporsi alla propria comunità di riferimento come un'opportunità educativa. È sulla riscoperta di queste caratteristiche, da sempre appartenenti al mondo naturale, che si basano le nuove possibilità educative rivolte all'infanzia che qui descriviamo. Il libro è stato pensato come una guida agile da cui trarre indicazioni pratiche e spunti di riflessione: nella prima parte sono illustrate le basi pedagogiche su cui le esperienze di natura educante si fondano per passare poi, nella seconda parte, al racconto di alcune sperimentazioni concrete. Forniamo indicazioni e consigli a quanti – imprenditori agricoli, amministratori comunali e regionali, educatori, insegnanti, genitori – vogliono conoscere queste nuove opportunità per avviare nella propria azienda o realtà progetti simili e trovare degli interlocutori per saperne di più; tutto questo senza tralasciare il punto di vista dei genitori e mettendo in luce come i percorsi educativi proposti possono essere di supporto alla genitorialità. Così vengono presentati esempi di asili nido all'interno di aziende agricole, gli agrinidi, e viene raccontata la storia degli asili nel bosco; viene anche suggerita la possibilità di portare la campagna in aula e l'aula in campagna attraverso legami nuovi tra attori sociali diversi. In tutte le esperienze qui raccontate il lo conduttore è la relazione con e attraverso l'ambiente: agricolo o naturale, è il luogo in cui si entra in relazione con se stessi, con le piante, con gli animali e con gli altri e poi, insieme, si cresce».

Buona lettura!

Fonte: http://www.terranuova.it/News/Genitori-e-figli/A-scuola-nella-natura-rivoluzione-pedagogica

Vota questo articolo
(1 Vota)
A scuola nella natura, rivoluzione pedagogica - 5.0 out of 5 based on 1 vote